Sebastian Vettel, Scontro, Giocattolo, Stizza, Bimbo, Ferrari

Sebastian Vettel, Scontro

Dietro lo scontro la solita stizza di Vettel

Dietro lo scontro la solita stizza di Vettel

18/11/2019 00.15.00

Dietro lo scontro la solita stizza di Vettel

Il tedesco per qualche verso, si comporta all’improvviso come un bimbo al quale viene tolto il giocattolo e come un bimbo reagisce

Sono i fotogrammi dell’urto a raccontarci una dinamica psicologicareiterata che porta Sebastian a trasformare un piccolo smacco o un danno discreto in un affronto insopportabile, in una voragine spaventosa. Accade così da molto tempo ed è ormai facile per ciascun appassionato osservare un procedimento che ha prodotto una quantità molto rilevante di gioie perdute. Vettel, per qualche verso, si comporta all’improvviso come un bimbo al quale viene tolto il giocattolo e come un bimbo reagisce. Gesti da pista simili a strilli rabbiosi. Niente che abbia a che fare con una padronanza che peraltro manifesta quando ciò che sta tra le sue mani e attorno a lui non comporta un disordine improvviso. Il tutto, nello specifico, dopo una ripartenza infelice dietro Safety Car che aveva danneggiato, involontariamente soprattutto Leclerc, piantato dietro Vettel all’uscita della solita “esse”. Forse il problema in queste fasi è dovuto alla difficoltà di scaldare al meglio le gomme da parte di chi guida una Ferrari ma qui importa relativamente. Piuttosto, Leclerc aveva appena montato gomme morbide nuove ed era evidente, al netto delle caratteristiche caratteriali di chiunque, che fosse carico, pronto e più attrezzato per tentare di recuperare una piazza migliore, magari addirittura un podio, visto che sul podio è finito l’ottimo Gasly con la Toro Rosso, per un compendio preziosissimo offerto all’Italia motoristica. E’ molto facile pretendere da Mattia Binotto una gestione totale dei piloti in rosso. E’ molto difficile gestire un fenomeno che talvolta va in tilt. Anche perché Seb resta un campione di prim’ordine. Ma proprio i limiti caratteriali di Vettel indurranno, crediamo, a limitarne la libertà quando in palio ci sarà ben più di un piazzamento.

Roma, D'Alema: 'Assenza del centrodestra? Occasione mancata per dimostrarsi all'altezza del governo nazionale' - Il Fatto Quotidiano La Corte dei Conti: 'Giancarlo Galan finora ha risarcito la Regione Veneto con 1.800 euro. Ma deve più di 5 milioni' - Il Fatto Quotidiano Green Pass, protesta consigliere Lazio: Chiedo asilo politico a Svezia

17 novembre 2019 (modifica il 17 novembre 2019 | 21:26) Leggi di più: Corriere della Sera »

Cinema, Daniel Craig riceve la stella sulla Hollywood Walk Of Fame - Spettacolo

E' la 2704/a celebrita' a essere onorata sulla via delle star (ANSA)

Operai segregati dietro una porta blindata in un’azienda del Napoletano - La StampaL’ispezione dei carabinieri ha portato alla scoperta di 57 lavoratori in nero su 78 dipendenti. Arrestato il titolare Bene la repressione ma i 40 lavoratori questa sera e nei prossimi gg.cosa daranno da mangiare ai figli ?

Gp Brasile: pole Verstappen, 2/o Vettel - F1

Verstappen in pole, Vettel lo prende in giro: «Velocità sospetta»L’olandese della Red Bull primo nel sabato di Interlagos. Il ferrarista è staccato di 123 millesimi

Verstappen in pole in Brasile, Vettel con lui in prima fila - La StampaVerstappen in pole in Brasile, Vettel con lui in prima fila

Formula 1, qualifiche Gp Brasile: Verstappen in pole davanti a VettelL’olandese della Red Bull primo nel sabato di Interlagos. Il ferrarista è staccato di 123 millesimi

F1, Gp Brasile: Ferrari davanti nelle prove libere 2: Vettel 1°, poi LeclercBene le Rosse a Interlagos, poi Verstappen. Scarti ridotti, sarà lotta tirata per la pole