Lettere, Corriere Della Sera

Di lotta o di governo? Il bivio davanti a Salvini | Le lettere al direttore Luciano Fontana

La risposta ai lettori del direttore @lucfontana

22/02/2021 09.40.00
Lettere, Corriere Della Sera, Luciano Fontana, Direttore Corriere Della Sera

La risposta ai lettori del direttore lucfontana

Ogni lunedì la pagina delle lettere al Corriere della Sera curata dal direttore Luciano Fontana .

,la Lega sembra aver imparato dal Partito comunista, che si definiva partito di lotta e di governo. Già prima che Draghi abbia ottenuto la fiducia, la Lega non rinuncia a contestare il governo di cui fa parte. Capiamo che Matteo Salvini tema la concorrenza di Giorgia Meloni, rimasta fuori dal governo, ma l’interesse degli italiani (copyright Salvini) richiederebbe un po’ più di coerenza.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno

Gianfranco OrtaCaro signor Orta,Non so se qualche vignettista dedicherà a Salvini un ritratto satirico come quelli che Giorgio Forattini disegnò per Enrico Berlinguer e il suo Partito comunista «di lotta e di governo» ai tempi della solidarietà nazionale. Le circostanze sono diverse e i personaggi in gioco difficilmente paragonabili. Per restare al leader leghista un punto è certamente chiaro: se avesse dovuto scegliere da solo probabilmente non avrebbe dato la sua adesione al governo Draghi. Per storia, carattere, passione comunicativa è uomo di movimento, di lotta, di continua eccitazione dei suoi elettori. Anche quando è stato ministro dell’Interno le sue giornate erano scandite da post sui social e bagni di folla nelle piazze. Il sì alla maggioranza di unità nazionale ha le sue motivazioni nella spinta che è arrivata dalla Lega del Nord e dalla parte del partito preoccupata dell’isolamento internazionale.

La svolta può dunque essere stata forzata e avremo probabilmente tanti episodi in cui Salvini scarterà verso la sua dimensione preferita: quella della lotta e dell’opposizione.Credo però, al di là della verifica sulla sincerità della scelta (solo i fatti dei prossimi mesi ci diranno la verità), che il passaggio deciso da Salvini e dal suo partito sia importante. Se da tutto questo può nascere una destra moderata ed europea, se l’ideologia sovranista (per me illusoria) fa un altro passo indietro, se la parte produttiva del Paese che si riconosce nella Lega è determinante nella linea del partito, penso assisteremo a qualcosa di positivo per la politica e per l’Italia. headtopics.com

LE ALTRE LETTERE DI OGGI Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Il ritorno di Giuseppe Conte: perché Grillo gli ha affidato il progetto di rifondare il M5sUn mese dopo le dimissioni da presidente del Consiglio l'avvocato-professore diventa il centro del progetto di rinascita e rifondazione. Nel momento più difficile il garante M5s usa così l'arma più potente per ricompattare le varie correnti e avere un futuro anche elettorale Sostituire un comico con un altro comico non salverà un movimento finito Grillo VAFFANCULO Attendiamo!

Procura di Roma, il Csm difende il capo Prestipino: 'Più esperto di mafia di Lo Voi'Palazzo dei Marescialli si rivolge al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar del Lazio che aveva annullato la nomina di Prestipino a favore di quelle d…

Solo undici iscritti, c’è il coro di appelli: “Salvate il liceo musicale di Alba”L’indirizzo all’istituto “Da Vinci” di Alba ha risentito più di altri della pandemia per la mancanza di lezioni in presenza e concerti: adesso rischia di non ripartire a settembre con la classe prima

Il prezzo di una ex | Il Caffè di Massimo GramelliniIl prezzo di una ex

Sanremo 2021, il tifo di Chiara Ferragni e il messaggio “nascosto” della camicia di FedezFedez si è esibito sul palco dell'Ariston insieme a Francesca Michielin. A casa, sua moglie, Chiara Ferragni ha fatto il tifo insieme al figlio Leone. Nel pomeriggio proprio Leone aveva indossato una camicia speciale, uguale a quella con cui Fedez si è poi esibito a Sanremo. Sulla camicia Versace c'erano 4 lettere, le iniziali dei nomi di tutti i componenti della famiglia e una 'V' in più. Per i fan si tratta di un indizio sul nome della prossima figlia della coppia, ed è scattato il totonomi.A cura di Sofia Gadici Voglio la frusta dei cosacchi!

Il Napoli cala il tris al Bologna: doppietta di Insigne e gol di OsimhenIl Napoli cala il tris al Bologna e si rimette in corsa. Al 'Maradona' la squadra di Gattuso, alla quinta vittoria interna consecutiva, strappa agli emiliani (3-1) tre punti cruciali per l'obiettivo Champions consolidando il sesto posto, a -3 dal quarto posto occupato dalla Roma. Mattatore della serata capitan Insigne, ...