Danimarca, profanate oltre 80 lapidi di un cimitero ebraico la sera dell'anniversario della Notte dei cristalli - Il Fatto Quotidiano

Danimarca, profanate oltre 80 lapidi di un cimitero ebraico la sera dell’anniversario della Notte dei cristalli

10/11/2019 17.33.00

Danimarca, profanate oltre 80 lapidi di un cimitero ebraico la sera dell’anniversario della Notte dei cristalli

Oltre 80 lapidi sono state rovesciate, dipinte di verde e sfregiate con graffiti antisemiti. L’atto vandalico è stato denunciato dal sindaco Torben Hansen della cittadina danese Randers precisando che “abbiamo uno dei più antichi siti di sepoltura ebraici, risalente al 1807, e lo custodiremo sempre”. Secondo quanto riportato sul giornale locale Randers Amtsavis, la cittadina …

graffiti antisemiti. L’atto vandalico è stato denunciato dal sindacoTorben Hansendella cittadina daneseRandersprecisando che “abbiamo uno dei più antichi siti di sepoltura ebraici, risalente al 1807, e locustodiremosempre”. Secondo quanto riportato sul giornale locale

Stop alle mascherine all'aperto dal 28, Speranza firma l'ordinanza - Salute & Benessere Europei 2021, Juve e Barcellona per le differenze: loghi arcobaleno 'La Chiesa dovrebbe abbracciare i gay, invece non li vuole liberi. E ora Francesco sembra un po' Pio IX'

Randers Amtsavis,la cittadina nel XIX secolo ospitava 200 ebrei, la più grande comunità ebraica fuoriCopenaghen. Oggi in Danimarca vivono circa 6mila ebrei, concentrati la maggior parte nella capitale.Sono in corso leindaginiper risalire all’identità dei vandali. La polizia ha chiesto a testimoni di farsi avanti se “hanno visto persone sospette intorno al cimitero o se hanno informazioni sui responsabili”. Non è chiaro quando sia avvenuto l’atto di

vandalismo antisemitama, sottolinea il quotidiano danese, non sembra del tutto casuale la coincidenza con l’81esimo anniversario dellaNotte dei cristalliin Germania, quando tra il 9 e il 10 novembre del 1938 centinaia di cittadini ebrei furono uccisi dai headtopics.com

nazistie furono distrutte sinagoghe, cimiteri, negozi e case.Prima di continuareSe sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana. Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

colpa di salvini Non c'è Nulla da aggiungere,ci sono troppe Teste Bacate che girano in lungo ed in largo.Lasciate stare in Pace i Morti,meritano il Nostro rispetto. Con 4 telecamere, il problema sarebbe già risolto.

Danimarca, profanate 80 lapidi del cimitero ebraico di RandersLe tombe dipinte con vernice verde e rovesciate. Su una è stato anche incollato un adesivo giallo con la stella di David e la scritta «Jude». In corso le indagini della polizia Ci scommetterei che ha stato ancora lui a colpire.... La Danimarca si dimostra, se ce ne fosse stato bisogno, una delle Nazioni più destorse d'Europa. pochi dementi nel mondo fanno gesti deprecabili, riportare le loro gesta fa il loro gioco

Danimarca, profanate 80 lapidi in un cimitero ebraico - La StampaSecondo la polizia non è un caso che i fatti siano avvenuti sabato 9 novembre, proprio in concomitanza all’81esimo anniversario della “Notte dei cristalli del Reich” Devono farci una commissione. Non è Fascismo, non è Nazismo. Comunismo non è perché non si prendono la briga di andare a fare danni agli Ebrei defunti. Pensateci giusto un secondo e rispondetemi da soli! Ecco cosa dice il testo religioso ebraico, il Talmud: 👇

Danimarca, profanate 80 lapidi del cimitero ebraico di RandersLe tombe dipinte con vernice verde e rovesciate. Su una è stato anche incollato un adesivo giallo con la stella di David e la scritta «Jude». In corso le indagini della polizia Ci scommetterei che ha stato ancora lui a colpire.... La Danimarca si dimostra, se ce ne fosse stato bisogno, una delle Nazioni più destorse d'Europa. pochi dementi nel mondo fanno gesti deprecabili, riportare le loro gesta fa il loro gioco

Danimarca, profanate 80 lapidi in un cimitero ebraico - La StampaSecondo la polizia non è un caso che i fatti siano avvenuti sabato 9 novembre, proprio in concomitanza all’81esimo anniversario della “Notte dei cristalli del Reich” Devono farci una commissione. Non è Fascismo, non è Nazismo. Comunismo non è perché non si prendono la briga di andare a fare danni agli Ebrei defunti. Pensateci giusto un secondo e rispondetemi da soli! Ecco cosa dice il testo religioso ebraico, il Talmud: 👇

Sky TG24 @SkyTG24Berlino89 - Oltre il muro, lo speciale che ricostruisce il giorno della caduta del MuroDiBerlino 'Ab sofort' Sarà ma non sento pietà x un popolo che ha seminato morte e crimini x tutta Europa. Un popolo che ha osannato criminali della peggiore specie. Che ha voltato la faccia dall'altra parte di fronte si campi di sterminio. Rispetto ai crimini che hanno commesso il muro è stato poco. Eccellente documentazione di un grande evento!

Molise, la delibera da Washington per la nomina del capo della sanità - Il Fatto QuotidianoSulla delibera scrivono che “nella sede dell’Ente” a Campobasso, il 31 ottobre scorso, c’erano il governatore della Regione Molise Donato Toma, il vicepresidente e tre assessori tra cui Nicola Cavaliere. Delibera delicata, l’urgente nomina del commissario straordinario dell’Azienda sanitaria regionale. Avevano già fatto un mezzo pasticcio qualche giorno prima, nominando l’ex direttore generale che però … amantovani71 Era su Rousseau amantovani71 Perché no? Già oggi tantissime decisioni, a vari livelli aziende, vengono prese in “telepresenza”, con la stessa responsabilità dell’essere fisicamente presenti, ovviamente. marcotravaglio amantovani71 Ahahah ahahah si cambia colore ma è sempre la stessa cosa è inutile credere la politica è inutile si cambia la musica ma il suonatore e sempre lo stesso