Marì, Libertadores

Dalla B in Spagna al Flamengo di Gabigol: Marì, il primo spagnolo in finale di Libertadores

#Marì, il primo spagnolo in finale di #Libertadores col Flamengo: 'Vivo un sogno'

29/10/2019 13.52.00
Marì, Libertadores, Gabigol, Marcos Senna, Raul Vicente Amarilla, Copa Libertadores

Marì , il primo spagnolo in finale di Libertadores col Flamengo: 'Vivo un sogno'

Il 26enne racconta la sua favola: 'Vivo un sogno, vogliamo vincere'. E sull'attaccante di proprietà dell'Inter: 'Un grande bomber'

Pablo Marì, 26 anni. EPA“Chiaro che c’erano altre offerte. Ma quando è arrivata la chiamata del Flamengo non ho avuto un solo secondo di esitazione: sono partito. È un club storico, si gioca al Maracanà…”. La storia di Pablo Marí, spagnolo di 26 anni, è una storia di amore per la pelota. E l’amore sta trionfando: il Flamengo sta dominando il brasileirao (ha 10 punti di vantaggio sul Palmeiras e 15 sul Santos), ed è in finale in Copa Libertadores. Competizione che il Flamengo ha vinto solo una volta, nel 1981, data anche della sua prima e ultima finale. Lo squadrone di Junior e Zico. Il 23 novembre a Santiago del Cile il Flamengo disputerà la finale secca contro il River Plate del Muñeco Gallardo, campione uscente dopo il trionfo madrileno dello scorso anno.

Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo Omicidio Desirée: tutti i 4 imputati condannati, due all'ergastolo La guardia del corpo di Diana è il nuovo responsabile della sicurezza di Astrazeneca

Nella storia—  Pablo Marí è il primo spagnolo a giocare una finale di Libertadores. L’hanno disputata anche i naturalizzati Marcos Senna e Raul Vicente Amarilla, nati e cresciuti in Brasile e Paraguay. Pablo Marí è un lungo centrale difensivo, mancino. A Rio lo chiamano ‘Xerife’, lo sceriffo. È nato a Valencia ed è cresciuto nel Maiorca: “Sono andato li a 14 anni, ed è stata dura. A 17 anni ho debuttato in Liga con Joaquin Caparros e poi sono andato al Nastic di Tarragona. E lì mi ha preso il City. Non per la squadra di Guardiola ma come giocatore utile per aiutare le varie squadre del gruppo: mi hanno mandato a Girona e abbiamo conquistato la prima promozione in Liga, l’anno dopo al Nac Breda, in Olanda, neopromossa e ci siamo salvati. Da li sono andato al Deportivo dove abbiamo sfiorato la promozione in Liga, perdendo nei play off contro il Maiorca. Avevo diverse offerte e quando è arrivato il Flamengo sono partito”.

Salvato nella pagina"I miei bookmark"Una scelta inusuale, gli europei fanno fatica ad andare in Sudamerica, non ci pensano.“Sì, il percorso classico è quello inverso, dal Sudamerica all’Europa. Non so agli altri, ma a me la chiamata di un club storico come il Flamengo mi ha attratto parecchio. Non ho avuto dubbi, anche perché mi hanno offerto 3 anni e mezzo di contratto e il progetto mi sembrava ottimo: Jorge Jesus come allenatore, Filipe Luis, Rafinha, Gabigol, Gerson, Diego Alves…”. headtopics.com

E non poteva andare meglio.“No, 4 mesi spettacolari. Grande vantaggio in Liga, la finale di Copa Libertadores, io gioco con regolarità, incredibile. La finale di Libertadores l’aspettavano da 38 anni e l’altro giorno al Maracanà con 80.000 persone l’atmosfera era incredibile. C’era un’attesa pazzesca, pazzesca. E abbiamo battuto 5-0 il Gremio. E ho anche segnato. Impressionante, la gente è impazzita. E a livello personale, impossibile chiedere di più”.

Dal playoff della Segunda spagnola alla finale di Libertadores. Vertigini?“Sì. Io per mantenere i piedi per terra penso solo al lavoro, mi concentro su quello che devo fare, quello che mi dice l’allenatore. Del resto sono fatto così: ho una mentalità operaia applicata al calcio. Anche perché non è facile cambiare continente, portare con sé la famiglia, ho un bimbo di un anno e mezzo, e far sì che stiano bene. Anche loro si devono adattare come noi che giochiamo”.

Cosa dice di Gabigol? Leggi di più: LaGazzettadelloSport »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Rally di Spagna, Toyota con Tänak e Järveoja campioni del mondo 2019Con un appuntamento di anticipo, l’equipaggio estone di Toyota Gazoo Racing, composto da Ott Tänak e Martin Järveoja, conquista il titolo piloti posizionandosi secondo assoluto dietro a Neuville-Gilsoul. A chiudere il podio Sordo-del Barrio Ah, i tempi della liretta...

L’Oktoberfest produce 10 volte più metano dalla città di Boston | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo L’Oktoberfest produce 10 volte più metano dalla città di Boston | Sky TG24 Di scorregge? Saranno le scorre Venite a fare i rilevamenti a casa mia dopo che ho mangiato i fagiolini lessi aglio pepe e olio.

Dalla Porta trionfa in Moto3 (e ringrazia nonna Nicoletta) - VanityFair.itAlla scoperta del 22enne toscano che ha vinto il titolo mondiale riportando il Italia il trofeo dopo quindici anni. Dai sacrifici al carattere chiuso, dall'idolo Valentino Rossi al consiglio di una donna speciale: ecco tutti i suoi segreti

Dalla passione per 007 all’abbraccio con Michelle Obama: i segreti della regina Elisabetta - VanityFair.itAngela Kelly, storica stylist della sovrana, ha pubblicato un libro di curiosi aneddoti sulla monarca: «Quando le proposero di fare un cameo a fianco di Daniel Craig, lei accettò chiedendo di poter dire “Buongiorno Mr. Bond”». Poi c’è quella tenerezza scambiata con l’ex first lady americana (una piccola infrazione al protocollo)

«Io punita dalla scuola perché ho segnalato i maltrattamenti sull’alunna di 6 anni»Una maestra avvisa la polizia dopo che la piccola arrivava in classe impaurita e con dei lividi, ma la preside la sospende: «Violati segreti d’ufficio e danneggiato l’istituto» Follia della miope burocrazia priva di occhiali.🍀☘️🖖 Onore alla Signora che ha denunciato perché purtroppo rappresenta ancora una rarità.E non solo dentro la scuola. Io avrei sospeso la Preside, e vorrei che l'insegnante lo sapesse. Ma Chi Sono Sti Delinquenti 😡👎😡👎😡👎😡

Moto3, in Australia vince Lorenzo Dalla Porta ed è campione del mondo - Moto