Libri, Libro

Da Fellini a Tirabassi Il cinema e gli italiani

Da Fellini a Tirabassi Il cinema e gli italiani

26/06/2019 02.04.00
Libri, Libro, Recensione, Recensioni, Cultura, Terza Pagina, Letteratura, Narrativa, Poesia, Racconti, Saggi, Saggistica, Scrittori, Autori, Biblioteca, Letterario, Critica Letteraria, Titolo, Editore, Autore Della Recensione

Da Fellini a Tirabassi Il cinema e gli italiani

A chi scrivere il proprio punto di vista sulle cose? A chi affidare l’ indignazione e la speranza? Vi proponiamo di dirlo a Corriere

,in risposta al quesito di un lettore su come mai l’Italia abbia meno turisti della Spagna, lei ha addotto una serie di giustificazioni soprattutto tecniche e strutturali. Riconosco la loro validità, ma ne vorrei aggiungere anche la squallida rappresentazione della realtà italiana che stanno facendo cinema e tv. Si parla principalmente di mafia, camorra, delinquenza comune, imbrogli ecc. Non si mettono in luce le tante città splendide, le opere d’arte, i paesaggi meravigliosi e certi periodi storici molto interessanti. Si impari dagli inglesi che valorizzano intensamente la loro storia e la loro cultura. Ai tempi di Visconti, Fellini, Antonioni ecc. l’Italia era presentata in modo da renderla estremamente interessante. Il turismo, probabilmente, se ne avvantaggerebbe.

Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno 'Io e tanti altri espatriati non torneremo se l'Italia non ci tutela'

Maria Grazie IasenelliCara Maria Grazia,Lei riapre una discussione antica. Ai tempi del neorealismo, molti protestarono perché Roberto Rossellini e Vittorio De Sica raffiguravano gli italiani come sciuscià e ladri di biciclette: poveracci, insomma. Tali del resto eravamo; anche se il Paese era percorso da un fremito di dignità e di riscatto, che portò alla Ricostruzione e poi al boom economico – raccontato dalla commedia all’italiana, a cominciare da «Il Sorpasso». Compito del cinema non può certo essere promuovere un Paese. La libertà artistica è sacra. Però lei, cara Maria Grazia, ha ragione quando fa notare che il grande cinema italiano fu una delle cause del boom turistico del nostro Paese, perché seppe restituirne la bellezza e il fascino.

Federico Fellini non girò certo la scena del bagno di Anita Ekberg per promuovere Roma e la fontana di Trevi; ma l’effetto fu – anche – quello. Oggi la fontana di Trevi è una sorta di isola della Tortuga, dove le regole sono sospese, dettano legge i venditori ambulanti di carabattole (ma chi li compra questi dischi luminosi che cadono in testa? Non si potrebbe abolirli?) e i borseggiatori, i romani la evitano come una terra incognita, al cui ingresso è scritto «hic sunt leones». headtopics.com

Oggi il cinema è molto meno centrale che all’epoca di Fellini, ma continua a rappresentare lo spirito del tempo. Raccontare il disagio sociale è giusto. Ma c’è modo e modo di farlo. Sono sempre stato convinto che «Gomorra» in realtà esprima una profonda fascinazione per il male e la violenza. Preferisco il modo poetico e picaresco in cui Giorgio Tirabassi ha raccontato — con il bravo Ricky Memphis e uno strepitoso cameo di Marco Giallini — la piccola criminalità romana ne «Il grande salto».

LE ALTRE LETTERE DI OGGIStoriaL’omaggio di Pierpaolo a LeopardiS ono la mamma di Pierpaolo, un giovane autistico di 25 anni che, oltre a combattere quotidianamente per adattarsi alla complessità di questo mondo, scrive poesie e racconti brevi. Per i 200 anni dalla composizione dell’«Infinito», abbiamo riletto «L’Infinito» e lui ha voluto scrivere una poesia in risposta a quella di Leopardi. Facciamo dono di questo testo a tutti coloro che vorranno leggerlo e che rappresenta un omaggio a Leopardi da parte di un giovane la cui vita non è sempre grata.

ALL’ORIZZONTE DELL’IO«Similmente alla pace di colui che nell’infinito /sempre ascolta la voce del mondo / senza scorgerne il confine, / così io passo il tempo mio a pensare all’orizzonte dell’io. /A me non accade di vedere oltre la siepe / a me non succede di parlare con il vento / senza essere preso dal vento stesso. / Alla siepe antepongo eterne musiche dell’io / che varcano il suo confine / senza porsi il perché. / Sono al punto più lontano dell’infinito, / ai confini del sogno che mi porta / verso il paese dell’immaginazione / per la pace dell’anima, / che spesso mi confonde, mi placa / senza pungere mai il cuore mio / che va con il ritmo del pensiero senza pesar sull’io, /confine tra realtà e immaginazione. / E io perdo la somma dei miei giorni / come la siepe esclude il guardo».

Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

La rivoluzione anti-bagarini: da luglio il biglietto è nominale - Il Fatto QuotidianoAi concerti come allo stadio. La mossa per contrastare il secondary ticketing, il fenomeno del bagarinaggio online dei grandi eventi musicali (esaurimento dei biglietti in pochi minuti e successiva rivendita a prezzi maggiorati su piattaforme secondarie) è quella dei biglietti nominali, come da anni accade per le partite di calcio. A sancirlo è una norma … PatriziaDeRub Ci voleva tanto a capirlo? marcotravaglio PatriziaDeRub Sarebbe anche ora!😡..... PatriziaDeRub Tho! Un colpo di genio!

Gli Obama salutano i Clooney: «Il lago di Como è da togliere il fiato»Giacca per Barack e il divo di Hollywood, sportiva Michelle sul motoscafo che li ha accompagnati nel giro tra ville e alberghi dopo un soggiorno di tre giorni a casa dell’attore. Sul molo il premio Nobel per la pace ha ricevuto gli applausi dei presenti Peccato che non abbiano avuto né il modo né il tempo per goderselo. Se fossero andati sul Lago Maggiore, sarebbero allora rimasti ancora piu' colpiti!

Evaso in Uruguay Rocco Morabito, il superboss della ‘ndrangheta: «Passato da un buco nel muro»In contatto con i cartelli dei narcos sudamericani, era stato catturato nel 2017 dopo 23 anni di latitanza. Nonostante la richiesta di estradizione, sarebbe a breve tornato in libertà per un cavillo. Ecco il prossimo sindaco di Roma !!! Yahoo! Ha bisogno di un cardiologo! Ha problemi alle coronarie!

Pil, infrastrutture, lavoro e turismo. I Giochi sono già un ottimo affareCosti e ricavi elaborati da Bocconi e La Sapienza promuovono in anticipo il grande evento. Si sì, sulla carta tutto è ok, poi... I conti si fanno alla fine, mai prima... Nessuno garantisce dati certi

Conti correnti, la «tassa occulta» da 10 miliardi sui risparmi degli italiani - Il Sole 24 OREI risparmiatori italiani continuano a navigare in una mare di liquidità. Gli ultimi dati di Bankitalia evidenziano a fine 2018 uno stock di quasi 1.400... 😱😱 E non pensate che sia perché i risparmiatori sono già stati spennati da mirabolanti rendite che poi si sono rivelate delle ciofeche ad alto rischio? Il risparmiatore medio vede gli investimenti in costante calo. In compenso gli investimenti sono di lunga durata dai 5 ai sete anni per avere capitale garantito. In conclusione ....💩

Firmino guarda da una parte e segna dall’altra: il gol no look al PerùFirmino guarda da una parte e segna dall’altra: gol no look al Perù Goal assolutamente insignificante, non capisco perché deve essere ripreso più volte