Covid, vaccino dopo la guarigione: ecco quando e come. «In futuro dovremo misurare gli anticorpi»

10/01/2022 21:46:00

Covid, vaccino dopo la guarigione: ecco quando e come. «In futuro bisognerà misurare gli anticorpi»

Covid, Test Sierologico

Covid , vaccino dopo la guarigione: ecco quando e come. «In futuro bisognerà misurare gli anticorpi»

Sebbene esistano regole e tempi previsti che scandiscono gli intervalli ai quali fare i richiami sia dopo ciascuna dose del vaccino, sia dopo un'infezione, la circolazione sempre più...

potrebbe rendere necessario individuare con una precisione maggiore il momento più opportuno per vaccinarsi, considerando anche il livello degli anticorpi. «In futuro potrebbe diventare sempre più importante individuare il momento esatto nel quale è ora di fare il richiamo e potrebbe diventare anche un modo per contingentare i vaccini», osserva il virologo

Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca. Sulla stessa linea è il segretario della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg),Silvestro Scotti, per il quale l'infezione da SarsCoV2 è stata finora equivalente a una dose di vaccino, vale a dire che «se un soggetto si ammala tra una somministrazione di vaccino anti-Covid e l'altra, la tempistica per l'eventuale dose successiva è calcolata su queste basi, ma su questo punto sarebbe necessario un chiarimento».

Leggi di più:
Il Messaggero »

Solo x diversamente INTELLIGENTl

Covid, Gelmini: 'Ristori in tempi brevi per le attività che hanno subito danni'La nota del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Arrivano le ' mancette ' ai bambini che sono rimasti buoni. Le solite stronzate che non ristoreranno un bel niente e non daranno alcun sollievo a gente ridotta sul lastrico da un unico interesse: ribadire il concetto di statalismo assistenziale. Peccato che la massa sia così idiota da non capirlo, altrimenti sarebbe già guerra civile Si sì. Se sono fortunati gli daranno la rateizzazione delle bollette

Covid, decisione del Vescovo: «I sacerdoti no vax non distribuiranno la comunione»Di fronte al vertiginoso aumento dei casi, la Diocesi di Caserta prende decisioni dratistiche. Il vescovo della Diocesi di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo, Giacomo Cirulli, dice stop alla... È abbastanza vergognoso. Mi ci di mettono pure gli uomini di chiesa!

Covid Italia, il bollettino del 9 gennaio: 155.659 nuovi casi e 157 mortiIeri i nuovi contagi sono stati 197.552, i decessi 184. Oggi sono  155.659 nuovi casi e 157 morti. Crescono i ricoveri (+717) e le terapie intensive (+38)… I migliori hanno fallito Niente Investimenti sulla sanità, in un momento così grave da estendere lo stato d'emergenza, sempre tutto per il nostro bene

Scuola, domani un Comune su otto non riapre le classi per il CovidIn Campania 550 amministrazioni hanno gli istituti scolastici chiusi per tre settimane per l'ordinanza regionale. In Sicilia 390 municipalità hanno … Taking care of my debts and giving my family the best financially is what I have long waited for, TarellaCampbel thank you for helping me gain financial success.

Ancona, campione di nuoto 17enne in terapia intensiva anti-covid: non era vaccinatoLa corsa al rialzo del covid nelle Marche sembra non vedere mai il traguardo. Più si solleva l’asticella dell’assistenza ai malati di Covid, più il tasso...

Covid, il contagio rallenta in Gb e Francia: la situazione nei PaesiLeggi su Sky TG24 l'articolo Covid , il contagio rallenta in Gb e Francia: la situazione nei due Paesi Eppure in GB hanno aperto tutto e noi stiamo chiudendo. Sarà che le chiusure non servono poi ad un cazzo? Non so se a Vostra insaputa, ma anche in GB ed in Francia è domenica. Io intanto guardo Israele: Dopo la figuraccia che ha fatto Italia 🇮🇹 con l’obbligo vaccinale adesso scendono i contagi .....😹😹😹

variante Omicron potrebbe rendere necessario individuare con una precisione maggiore il momento più opportuno per vaccinarsi, considerando anche il livello degli anticorpi.Getty Mariastella Gelmini "La veloce diffusione della variante Omicron ha costretto il governo a varare, nelle scorse settimane, nuove restrizioni per tentare di arginare i contagi.con vaccini autorizzati dalle autorità competenti è un atto d'amore».Ieri i nuovi contagi sono stati 197.

«In futuro potrebbe diventare sempre più importante individuare il momento esatto nel quale è ora di fare il richiamo e potrebbe diventare anche un modo per contingentare i vaccini», osserva il virologo Francesco Broccolo , dell'Università di Milano Bicocca. Sulla stessa linea è il segretario della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), Silvestro Scotti , per il quale l'infezione da SarsCoV2 è stata finora equivalente a una dose di vaccino, vale a dire che «se un soggetto si ammala tra una somministrazione di vaccino anti-Covid e l'altra, la tempistica per l'eventuale dose successiva è calcolata su queste basi, ma su questo punto sarebbe necessario un chiarimento». Basti pensare alle discoteche, agli alberghi, al settore turistico in generale. Omicron, Pfizer: «A marzo pronto vaccino contro la variante». Ema valuta il farmaco orale anti-Covid Paxlovid Vaccino dopo la guarigione: tempi e regole Le regole attuali previste dal ministero della Salute indicano che in caso di malattia la prima dose di vaccino vada fatta entro un anno con una dose booster almeno dopo 120 giorni, se invece ci si vaccina dopo un anno dalla malattia è necessaria anche una seconda dose a 21-28 giorni, seguita dal booster dopo almeno 120; se invece si contrae l'infezione dopo la prima dose, se non sono ancora passati 14 giorni si prevede una dose booster dopo almeno 120 giorno, oltre 14 giorni la seconda dose va fatta entro sei mesi e la terza dopo almeno 120 giorni; se poi l'infezione avviene dopo la seconda dose, la terza va fatta dopo almeno 120 giorni. L'esecutivo è pronto a intervenire, in tempi brevi, per approvare un piano ristori che vada, in modo preciso, a risarcire coloro che hanno subito i maggiori danni". Terza dose senza sapere di essere positivi Con il progredire della pandemia stanno emergendo situazioni nuove.201 sono i tamponi eseguiti.

Per esempio, osserva Scotti, c'è chi fa la terza dose senza sapere di essere positivo perchè asintomatico, dal momento che non c'è un'indicazione al tampone prima della vaccinazione.. In futuro potrebbe anche diventare necessario poter personalizzare i tempi dei richiami a seconda del livello degli anticorpi: questo permetterebbe di vaccinarsi solo quando le difese immunitari si sono ridotte e si è indifesi davanti al virus. Test sierologico prima del vaccino? L'ipotesi per il futuro In futuro questo potrebbe diventare utile, per esempio in vista di un'eventuale quarta dose . Esistono già i test che permettono di misurare gli anticorpi e sono i test sierologici che è possibile fare negli ospedali e nei laboratori specializzati, sono appena arrivati nuovi test, più facili ed economici. I test classici per la misura degli anticorpi neutralizzanti sono affidabili e, sebbene il livello possa variare da individuo a individuo, esiste una soglia oltre la quale si è protetti e che è indicata in 500 BAU per millilitro, secondo l'unità di misura Binding Antibody Unity fissata come standard dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).552.

Test di questo tipo si fanno nei laboratori di analisi, gli stessi ai quali ci si rivolge per i test molecolari e costano fra 20 e 25 euro. Esistono poi altri test semi-quantitativi, anche questi basati su un'analisi del sangue prelevato con il pungidito, che cercano gli anticorpi neutralizzanti e danno una risposta attraverso una banda colorata, i cui gradi corrispondono a diversi livelli di titolo anticorpale, da 300 BAU che corrisponde a un basso livello di protezione, fino a 1.000 BAU. Il costo è analogo a quello dei test che si fanno in laboratorio. © RIPRODUZIONE RISERVATA .  Sono 1.