Covid, il commissario Arcuri: raffreddare curva se no il sistema non regge. Presto call center Immuni

Covid, il commissario Arcuri: raffreddare curva se no il sistema non regge. Presto call center Immuni

29/10/2020 21.55.00

Covid, il commissario Arcuri: raffreddare curva se no il sistema non regge. Presto call center Immuni

Rispetto ai giorni di marzo, ha tuttavia sottolineato, «siamo in un altro mondo, prima il virus correva più forte di noi, correva e uccideva. Ora lo inseguiamo e lo colpiamo.Stiamo vivendo un nuovo dramma, ma per affrontarlo dobbiamo capire quanto è diverso»

Loading...«Se non raffreddiamo la curva non riusciamo a gestire questa crescita che anche se qualitativamente diversa da quella della prima ondata è quantitativamente frenetica. Se non interveniamo il sistema non regge». Così il commissario all'emergenza Domenico Arcuri nella prima conferenza stampa da mesi sul coronavirus. «Le misure del Governo sono la minima combinazione di soluzioni possibile per frenare questa corsa ma servono altri ingredienti, intanto quello che io chiamo un nuovo Patto di responsabilità ritrovata. E dobbiamo tutti muoverci meno: l'80% dei contagi avviene nelle famiglie ma qualcuno nelle case il virus ce lo porta».

«Stadio Maradona», il no dei parroci: «Diego ci ha dato 2 scudetti, San Paolo la fede» Ecco il piano di sicurezza anti-contagio: controlli sugli spostamenti con elicotteri e droni Fontana: «Lombardia in zona gialla dall’11 dicembre»

«È un altro mondo rispetto a marzo»Secondo il commissario, tuttavia, paragonare i drammatici giorni di marzo, ovvero i giorni più difficili della prima ondata della pandemia, con quelli attuali è un’operazione non corretta. «I contagiati da coronavirus sono 8 volte di più di 21 giorni fa, la progressione dell'Rt determina un raddoppio ogni settimana. Ogni numero vale più di mille parole», ha detto Arcuri. «Il 21 marzo c'erano 6.557 contagiati, quel giorno morirono 793 italiani. Fino a quel giorno il 9% dei contagiati era morto e solo l'11% guarito. Fino a ieri, invece, il 6% dei contagiati purtroppo non c'è più, ma il 47% è guarito - ha aggiunto il Commissario -. A marzo il 52% dei positivi si curava a casa, ieri il 95%. Il 7% era in terapia intensiva, ieri lo 0,6%. Siamo in un altro mondo, prima il virus correva più forte di noi, correva e uccideva. Ora lo inseguiamo e lo colpiamo.Stiamo vivendo un nuovo dramma, ma per affrontarlo dobbiamo capire quanto è diverso», ha affermato.

In terapia intensiva 10.337 subito attivabili«Oggi - ha ricordato - ci sono 10.337 posti letto che possono essere attivati in pochi giorni, il doppio rispetto a inizio epidemia e non lontani dai 10.700 che si era preventivato di attivare alla fine dell'operazione di rafforzamento degli ospedali Covid». Insomma «oggi non c'è un'ipertrofia delle terapie intensive e anzi ci sono 1.700 posti letto ancora disponibili, senza arrecare danno ai pazienti che hanno bisogno di cure per altri motivi».

Restare a casa per evitare sovraffollamento ospedali«Il sovraffollamento degli ospedali - ha spiegato il commissario - è il primo effetto della corsa del virus che dobbiamo raffreddare. L'unica soluzione è che tutti restiamo a casa il più possibile». «Le misure che in queste ore si stano attuando negli altri Paesi europei ci spiegano qual è la portata e le conseguenze di questo impeto. Oggi 26mila italiani positivi - ha detto -: se ognuno ha almeno 10 contatti stretti, ciò significa che in dieci giorni dovremmo verificare lo stato dei contagi in 2,6 milioni di italiani. Un lavoro gigantesco e probabilmente non realizzabile e in poco più di 20 giorni dovremmo tracciare tutti i cittadini italiani. Allora bisogna restare a casa».

«Dal 2 novembre 300mila tamponi al giorno e presto call center Immuni»«Da lunedì (2 novembre, ndr) - ha annunciato il commissario - saremo in grado di fare almeno 300mila tamponi al giorno agli italiani, 12 volte in più di quanti ne facevamo a marzo». Arcuri ha ricordato anche l'accordo sottoscritto con i medici e i pediatri di famiglia per test rapidi negli studi. «Un supporto in più che ci danno oltre al tanto che hanno già fatto», ha detto. «Presto attiveremo un call center per dare informazioni ai cittadini su cosa fare quando arriva una segnalazione dalla App».

Leggi di più: IlSole24ORE »

Varese, visite virtuali in negozi e botteghe zona rossa | Video Sky - Sky TG24 HD

Guarda Varese, visite virtuali in negozi e botteghe zona rossa su Sky Video - Sky TG24 HD

Call center al costo di 3€ al min 🤣🤣 si presto il call center presto la siero prevalenza, presto i tamponi rapidi.. ieri non presto cazzo in una grave pandemia! Risparmiateci il supplizio delle conferenze di Arcuri, dove parla di se stesso in terza persona e si lamenta con tono petulante. Cosa hai fatto questa estate? Nessuna prevenzione e nessun piano per evitare tutto questo

Chi sarebbe costui😎😬😎😬❓ Uno dei più grandi pagliacci 🤡 mai ammirati in Italia. Verso l'oscar di totale incapacità. io lo raffredderei a meno 40 in Siberia questa merda Sarà ...ma io non reggo Arcuri. CONTEDIMETTITI e ArcuriACasa nolockdownitalia Se si togliesse dai coglioni le cose andrebbero meglio....incapace

Ma si....con calma!! A luglio e agosto faceva caldo Arcuri Per fortuna milioni di italiani non credono affatto a questi personaggi che vogliono nuovamente murarci in casa grazie a scelte politiche con coprifuoco e leggemarziale Sono false le immagini dalla Svezia ?😶 Raffreddare o raffreddore? ha evidenziato il fatto che le regioni sono inadempienti....riguardate con attenzione il filmato.E chi sono le regioni più inadempienti

Il sepolcro imbiancato nr.2 con calma il call center, non c'è problema! Ma Vaffanculoooooooo incapace 🤮🤮🤮🤮 Usate il ghiaccio Ma presto quando? Ad epidemia finita? Imbecille lui e chi lo tiene in quel posto Dovevate far in modo di IRROBUSTIRE il sistema!!! In previsione. Arcuri incapaci No ma Arcuri, faccia pure con calma.

Covid, Arcuri: raffreddare la curva dei contagi, muoviamoci il meno possibileLa conferenza stampa a Palazzo Chigi del commissario all'emergenza per il coronavirus: 'Serve un nuovo patto di responsabilità ritrovata', 'spostiamoci solo quando necessario', 'le famiglie al centro dei focolai' e 'la scuola non è focolaio di contagi' Usate il ghiaccio rispetto l'opinione del commissario straordinario (e non metto in dubbio la sua professionalità) ma non la condivido. Ci sono ancora troppe scuole dove le normative dettate dal Governo non vengono rispettate, quindi la scuola è un focolaio. COVID19 Rai iorestoacasa Sulla piattaforma Topolino dei 5 patacche è tutto un mondo idilliaco, a convenienza ovviamente

Covid: Arcuri: 'Appello agli italiani, muovetevi il meno possibile'' - Cronaca

Covid, dentro la terapia intensiva di Casal Palocco: la storia di Paolo e Angelo - ItaliaCovid, dentro la terapia intensiva di Casal Palocco: la storia di Paolo e Angelo. Il primario: 'Le restrizioni di fatto sono inutili, il virus non vive solo di notte'. ANSA E Allora ... apriamo piu ne crepano meno lavoro È vero ma è meglio di niente, sarebbe meglio un lockdown totale di 15/20 giorni

Cristiano Ronaldo ancora positivo al Covid: per lui niente BarcellonaIl campione portoghese sperava di giocare la sfida di Champions di domani sera contro il Barcellona: è fuori da due settimane E chi se ne fotte! O forse i tamponi danno dei falsi positivi.... giocherà Bernardeschi al posto suo, che problema c'è?

Carlo Conti positivo al covid: «Sono a casa, sotto controllo medico» - VanityFair.itIl conduttore Rai lo fa sapere via Instagram e rassicura sulla sua salute: «Sono praticamente asintomatico». «Tale e Quale show» andrà comunque in onda e lui lo condurrà da Firenze, dal suo salotto

Covid, Ronaldo positivo salta il Barça: 'Il tampone è una cavolata'Ronaldo dovrà saltare Juventus-Barcellona perché contagiato dal coronavirus, come ha nuovamente confermato l'ultimo test effettuato ieri Si. Dillo alle famiglie delle 37000 e più vittime solo in Italia. Ecco fatto Con il seguito di follower che ha, dovrebbe stare molto più attento a quello che scrive! Passo falso, Cristiano! Quindi non è solo la sorella scappata da un manicomio navale a sparare stronzate. Il ritardo mentale è di famiglia.