Covid, 4 regioni verso la zona gialla: Sicilia, Sardegna, Campania e Veneto

La variante Delta corre in tutta Europa, in Italia diventerà presto prevalente. Le regioni chiedono la modifica dei parametri

Covid

14/07/2021 08.47.00

🔸 Covid , 4 regioni verso la zona gialla, ecco quali: ➡️ La variante Delta corre in tutta Europa e anche in Italia i contagi risalgono. Nel Paese, il suo impatto ha quasi raggiunto il 30% e viaggia verso il 70% che dovrebbe essere raggiunto ad agosto.

La variante Delta corre in tutta Europa, in Italia diventerà presto prevalente. Le regioni chiedono la modifica dei parametri

Locatelli: «Per le vaccinazioni del personale scolastico non obbligo, ma persuasione»«Mi sono fortemente espresso per l’obbligatorietà della vaccinazione per il personale sanitario perché chi si rivolge al sistema sanitario deve sapere di poterlo fare nella massima sicurezza. Per il personale scolastico credo la problematica è più complessa e credo che si debba fare un grande sforzo di persuasione e di convincimento nei confronti di docenti e genitori a fidarsi della scienza», ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico per l'emergenza Covid intervenendo al Life Sciences Pharma & Biotech Summit organizzato dal Sole 24 Ore. Locatelli ha sottolineato come rimanga una forte disparità fra le varie regioni che deve essere assolutamente superata «perché in alcune regioni il tasso di vaccinazione del personale sanitario è vicino al 90% e in altre al 60 per cento». L’obiettivo a ogni buon conto è quello di arrivare a settembre con un tasso di vaccinazione che permetta la lezione in presenza per evitare conseguenze di «deprivazione sociale e psicoaffettiva per i nostri adolescenti». E sulla sicurezza dei vaccini per gli studenti fra i 12 e i 18 anni, Locatelli ha detto che i dati sono «assolutamente rassicuranti».

Leggi di più: IlSole24ORE »

L'Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bimbo

Leggi su Sky TG24 l'articolo Incidente a L'Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bimbo, cinque feriti Leggi di più >>

Parlo solo del tweet originale e non dei commenti: perché ho sempre la sensazione, che non sanno di cosa stanno parlando! Scusate ma come fa Macron a rendere OBBLIGATORIO il PASS per andare nei ristoranti, far la spesa, usare treni quando il regolamento del green pass è chiarissimo? non si può discriminare come leggete nel regolamento sulla gazzetta dell’UE. E in Italia faranno lo stesso Risposte?

Fake News Dai lockdown per tutta la vita, state tifando giornalisti servi. In Campania ci sono 14 posti letto occupati in terapia intensiva, su 5 674 456 abitanti, ma è emergenza 😂😂😂 Il 30% l'ho capito. Quello che mi sfugge è il 70% ad agosto (perché non 60 0 80, per dire due numeri a caso?).

Italia campione d'Europa, la giornata degli Azzurri. FOTOLeggi su Sky TG24 l'articolo La giornata dei campioni d'Europa: dall'arrivo a Roma alla visita a Mattarella e Draghi E domani diteci che dobbiamo stare in tre al tavolo e non andare in palestra..... Bellissima giornata E il covid muto 🤐

Furti d’auto in aumento: la classifica dei modelli più rubati in ItaliaSono aumentati del 25 per cento i furti d’auto, nei primi cinque mesi di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2020. I ladri si sono rimessi...

Italia campione d’Europa, la festa delle wags: foto, chat e videochiamate - VanityFair.itDalla festa di compleanno di lady Verratti alla foto in famiglia della signora Immobile, dai collegamenti FaceTime di Locatelli e Barella fino allo scambio di messaggi tra le fidanzate di Castrovilli e Chiesa: l’incontenibile esultanza (a distanza) delle azzurre

L’allarme degli esperti dopo la sbornia da trionfo: “Il virus ce la farà pagare”La responsabile Oms per l'emergenza Covid : 'Devastante assistere al contagio in diretta' Non sono un esperto ma lo sapevo già da me ... Ormai noi che abbiamo imparato a vedere con gli occhi del virus ci siamo già vaccinati, gli altri resteranno inculati!🖕 Giusto 24 ore di pausa e poi via al ritorno delle minacce. 😂😂😂😂😂

Europei 2020, sui social esplode la gioia dei vip per la vittoria degli Azzurri - iO DonnaLa Coppa degli Europei è esplosa anche su Instagram, tra post commossi e ironici dei nostri volti noti

Cresce la vendita a domicilio, l’alimentare traina la ripresaSettore anticiclico, il direct selling nei periodi di crisi incrementa il numero dei venditori e di conseguenza i fatturati.

Scopri di più Locatelli: «Per le vaccinazioni del personale scolastico non obbligo, ma persuasione» «Mi sono fortemente espresso per l’obbligatorietà della vaccinazione per il personale sanitario perché chi si rivolge al sistema sanitario deve sapere di poterlo fare nella massima sicurezza. Per il personale scolastico credo la problematica è più complessa e credo che si debba fare un grande sforzo di persuasione e di convincimento nei confronti di docenti e genitori a fidarsi della scienza», ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico per l'emergenza Covid intervenendo al Life Sciences Pharma & Biotech Summit organizzato dal Sole 24 Ore. Locatelli ha sottolineato come rimanga una forte disparità fra le varie regioni che deve essere assolutamente superata «perché in alcune regioni il tasso di vaccinazione del personale sanitario è vicino al 90% e in altre al 60 per cento». L’obiettivo a ogni buon conto è quello di arrivare a settembre con un tasso di vaccinazione che permetta la lezione in presenza per evitare conseguenze di «deprivazione sociale e psicoaffettiva per i nostri adolescenti». E sulla sicurezza dei vaccini per gli studenti fra i 12 e i 18 anni, Locatelli ha detto che i dati sono «assolutamente rassicuranti». 33 Speranza: «Restrizioni? La vera arma sono i vaccini» «Com’è noto settimanalmente noi monitoriamo tutti i dati, ci aspettavamo una risalita, questa risalita è in corso con numeri più bassi del passato, come abbiamo sempre fatto ci affideremo alla nostra squadra di tecnici che continueranno a fare questo lavoro di verifica, vediamo passo dopo passo come le cose vanno avanti, quello che è certo è che la vera arma per chiudere questa stagione è la campagna di vaccinazione, dobbiamo insistere sulla vaccinazione», ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo a una domanda se ci fossero allo studio nuove misure restrittive dopo l’aumento dell’Rt e della diffusione delle varianti. Sileri: «Al momento non c’è necessità di zone gialle» Getta acqua sul fuoco il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ospite di “24 Mattina” su Radio24. «Al momento non vedo, con i numeri attuali, la necessità di un ritorno di alcune regioni in zona gialla. A oggi non c’è questo rischio, ma vediamo cosa accade nelle prossime settimane», ha detto il sottosegretario. «Abbiamo numeri bassi e non vedo al momento neanche il ritorno di restrizioni». Costa: «A oggi dati dicono che l’Italia rimane bianca» «Oggi dobbiamo osservare non tanto i contagi, ma i ricoveri in ospedale. L’augurio e l’auspicio è che l’Italia rimanga in bianco, ma occorre valutare i dati quotidianamente e settimanalmente. A oggi i dati non ci fanno presagire un cambio di colore», ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite ’Newsroom Italia’ su RaiNews24. L’infettivologo Bassetti: «Sull’obbligo vaccinale impariamo dalla Francia» «Gli ospedali si sono quasi completamente svuotati di pazienti Covid - scrive su Facebook Matteo Bassetti, direttore dellla Clinica Malattie Infettive dell’ospedale Policlinico San Martino di Genova - e le rianimazioni sono tornate a occuparsi di tutti gli altri malati. E mentre in Italia qualcuno che sembra vivere sulla luna propone nuove zone gialle o di altri colori più cupi, in Francia scatta l'obbligo vaccinale per i sanitari e da agosto non potrai più andare al ristorante, al bar, sul treno, sul pullman o al cinema e a teatro senza essere vaccinato o avere un tampone negativo. Dal 21 agosto vale per tutti quelli che hanno più di 12 anni. Guardiamo e impariamo. Nel calcio siamo campioni d'Europa e nella gestione della pandemia e del green-pass? Non ci saremmo nemmeno qualificati». La variante Delta diventerà prevalente «É bellissimo vedere le piazza piene, però è chiaro che un numero crescente di contagi si osserverà come si è osservato in altri Paesi europei», ha detto Sileri ospite di ’24 Mattina’ su Radio24. «Io credo che la variante Delta diventerà prevalente e accadrà, purtroppo, molto prima. Temo per fine mese 3-4 volte i contagi che si sono oggi». Leggi anche Africa, perché la terza ondata del virus può essere la peggiore Le pressioni per la modifica dei parametri Sono già iniziate le discussioni fra regioni e governo e all’interno della maggioranza. Molti fanno pressione per una revisione dei parametri visto che i numeri dei ricoveri e delle terapie intensive sono in calo. La richiesta è di cambiare il peso dei parametri, dando un maggiore importanza ai ricoveri rispetto ai casi positivi. I governatori sostengono che, con l’avanzare della campagna vaccinale, i parametri dovrebbero essere modificati. Perchè è vero che i contagi avanzano, ma reparti medici e terapie intensive si stanno svuotando. Per ora il ministro della Salute Roberto Speranza non è sulla stessa linea d’onda delle regioni. Per lui è ancora troppo alto il numero degli italiani non immunizzati. I nuovi casi positivi si registrano soprattutto fra i non vaccinati, mentre per chi è e si contagia le conseguenze più drammatiche sono prossime allo zero. Coronavirus, Rt nazionale in aumento a 0.66: Abruzzo e Sardegna a 1.09 La preoccupazione di Federalberghi C’è preoccupazione fra gli albergatori che stanno assistendo a una ripartenza del turismo. «L’eventualità del passaggio di alcune regioni in zona gialla non la prendiamo neanche in considerazione e diciamo chiaramente che anche solo il possibile effetto annuncio rischia di creare una pioggia di disdette. È quello che vogliamo?», dichiara il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, al ’iorno-Resto del Carlino-La Nazione. «I dati di occupazione dei letti nei reparti covid resta bassissimo, per fortuna, e il generale Figliuolo sta facendo bene il suo lavoro e le vaccinazioni proseguono a un passo buono. Se cominciamo a mettere paura alle persone la gente non prenoterà più - aggiunge - se la situazione precipitasse davvero, cosa che nessuno si augura, si prenderanno dei provvedimenti ma dire ora che forse ad agosto qualche regione sarà gialla o arancione è masochismo. Non fasciamoci la testa prima di essercela rotta». Riproduzione riservata ©