Corte Ue: la pandemia non ha fermato l'attività giurisdizionale

Corte Ue: la pandemia non ha fermato l'attività giurisdizionale

05/03/2021 15.19.00

Corte Ue: la pandemia non ha fermato l'attività giurisdizionale

Il Presidente Koen Lenaerts, «i piani di crisi hanno consentito di garantire il funzionamento degli organi giurisdizionali e la continuità dell'attività»

Corte di giustizia dell'Unione europeaè riuscita a mantenere un livello di attività elevatoin un contesto caratterizzato dal lavoro a domicilio e dai limiti agli spostamenti che hanno comportato l'impossibilità di tenere udienze tra il 16 marzo e il 25 maggio 2020. E quanto si legge in una nota ufficiale.

Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Eriksen, video di auguri da tutte le nazionali Il riscaldamento della Finlandia con la t-shirt dedicata a Eriksen. FOTO

Come sottolinea ilPresidente della Corte, Koen Lenaerts, «i piani di crisi predisposti dall'inizio del confinamento, in stretta collaborazione con i gabinetti e gli uffici dell'istituzione, hanno consentito digarantire il funzionamento più normale possibile

degli organi giurisdizionali e la continuità dell'attività al servizio della giustizia europea».L'Istituzione ha concepito unche consente l'interpretazione simultanea da e verso le24 lingue ufficiali. Nel 2020, 40 udienze sono state quindi organizzate in videoconferenza dinanzi alla Corte di giustizia e 37 dinanzi al Tribunale. headtopics.com

Le misure di confinamento e le restrizioni hanno tuttavia avuto un impatto in termini diminor numero di cause promosse: 1.582 sono state le cause in totale erano, 1.905 l'anno precedente, ma soltanto 1.683 nel 2018 e 1.656 nel 2017. Sono diminuite dell'11% anche le cause definite: 1.540, erano 1.739 nel 2019, ma il livello di attività è rimasto simile a quello del 2017 (1.594) e addirittura superiore a quello del 2016 (1.459). La

durata dei procedimenti raggiunge invece un minimo storico con una media di 15,4 mesi.Corte di giustizia- Dal punto di vista delle cause promosse (735), come per i due anni precedenti, sono sostanzialmente le domande dipronuncia pregiudiziale a costituire la parte più importante delle nuove cause

, dato che queste sono 556 (contro le 641 del 2019). La Germania rimane lo Stato membro che invia il maggior numero di rinvii pregiudiziali (139 cause) davanti all'Austria (50),all'Italia (44)e alla Polonia (41). Dal punto di vista dellecause definite, il loro numero, pari a 792

, è eccezionale pur essendo inferiore alla cifra record del 2019 (865), dal momento che, nonostante i limiti connessi alla pandemia, è nettamente superiore a quello del 2018 (760) e del 2017 (699). Il numero di cause pendenti è peraltro molto diminuito, essendo pari a 1.045 alla fine del 2020 contro 1.102 alla fine del 2019. headtopics.com

Anziani maltrattati e legati a letti in Rsa, 17 indagati - Cronaca Colore nero: quando il look total black è una garanzia anche nell'estate 2021 (vedi Emily Ratajkowski e Irina Shayk) Istat, nel 2020 cresce la povertà assoluta, 5,6 milioni, record dal 2005 - Economia

Tribunale– Si è registrata una diminuzione del numero dicause promosse nel 2020847 contro le 939 del 2019. Il numero di cause relative aidiritti di proprietà intellettualeresta il più elevato (282) e la maggior parte delle rimanenti cause rientra nell'ambito dell'applicazione dello Statuto dei funzionari (120), del diritto istituzionale (65) e degli aiuti di Stato (42). In termini di cause definite (748), 237 riguardano la proprietà intellettuale, 127 cause riguardano il diritto istituzionale e 79 la funzione pubblica europea. Da sottolineare che

il numero di cause giudicate da sezioni a cinque giudici è quasi raddoppiatotra il 2019 e il 2020 (59 contro 111), circostanza che contribuisce a una giustizia di qualità e a una maggiore autorevolezza delle sentenze pronunciate da tale organo giurisdizionale.

La durata media del grado di giudizio ha continuato a ridursi per raggiungere unadurata record di 15,4 mesi per tutte le categorie di cause Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Salvataggi bancari, dalla Corte Ue spallata al bail inRespinto il ricorso della Commissione europea su Tercas: legittimo l'intervento del Fondo banche. La sentenza accelera i tempi per rivedere le norme sulle crisi e completare l'Unione bancaria.

Corte Ue, per Real e Barcellona aiuti di Stato illecitiLeggi su Sky TG24 l'articolo Corte Ue, per Real e Barcellona aiuti di Stato illeciti Fuori dall’Europa!!!!!!

La Corte Ue condanna la Spagna per il regime agevolato concesso a Real e BarcellonaPer la Corte Ue Barcellona, Osasuna, Athletic di Bilbao e Real Madrid hanno ricevuto dal 1990 al 2016 illegittimi aiuti di Stato e dovranno restitiure una cifra di almeno 5 milioni

La ​Corte Ue salva Lego: il design dei mattoncini è unicoL'Ufficio Ue per la proprietà intellettuale aveva dato ragione alla società tedesca produttrice di giocattoli Delta Sport Handelskontor, che aveva cercato di dichiarare il design di Lego non valido

Stop della Corte Ue ai furbetti delle patentiLa decisione riguarda un tedesco recidivo sull’alcol, che dal 1992 aveva preso una patente in Spagna e nel 2008 in Germania era stato colto a guidare in stato di ebbrezza grav