Coronavirus e assenza dal lavoro: quando si può e quando no

Coronavirus e assenza dal lavoro: quando si può e quando no

24/02/2020 16.14.00

Coronavirus e assenza dal lavoro: quando si può e quando no

Chi si assenta dal lavoro per la sola paura del contagio da coronavirus, senza alcun provvedimento delle Autorità o decisione della propria azienda, sarà considerato assente ingiustificato e rischia un provvedimento disciplinare

La quarantena obbligatoria è come l'assenza per malattiaL’assenza per quarantena stabilita dai presìdi sanitari riguarda i lavoratori messi sotto osservazione perché hanno sintomi riconducibili al Coronavirus. Questa ipotesi può comportare l’assenza da parte del lavoratore interessato. In questo caso il Ccnl applicato stabilisce le modalità di gestione dell’evento che, comunque, è assimilabile a tutti i casi di ricovero per altre patologie o interventi. Il lavoratore si considera sottoposto a trattamento

Roma, Letta: 'Molto negativo il giudizio su Raggi, il candidato giusto è Gualtieri. Affluenza bassa alle primarie di Torino? È il post-Covid' - Il Fatto Quotidiano 'Saman? Le politiche di integrazione hanno fallito. E le donne restano invisibili' Auto elettrica, la rivoluzione è partita. Presto diremo addio al motore termico

latu sensusanitario - nota la Fondazione studi dei consulenti del Lavoro - e quindi la sua assenza dovrà essere disciplinata secondo le previsioni che riguardano l’assenza per malattia, con le conseguenti tutele per la salute e la garanzia del posto di lavoro.

Chi si mette in quarantena perché viene da zone a rischio è giustificatoL’assenza per quarantena volontaria di persone che scelgono autonomamente di isolarsi pur non avendo sintomi palesi di contagio è ammessa. Tra le misure di contenimento previste dal governo c’è anzi l’obbligo da parte di coloro che sono arrivati in Italia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Oms, di comunicare questa circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’Asl competente per territorio, che lo comunica a sua volta all’autorità sanitaria competente per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva. La decisione di adottare, nelle more della decisione dell’autorità pubblica, una quarantena “volontaria” (anche per aver avuto contatti con soggetti a rischio), nei limiti dell’attesa della decisione sulla misura da adottare da parte dell'autorità pubblica, può rappresentare comunque un comportamento di oggettiva prudenza, rispondente alle prescrizioni della normativa d’urgenza, e disciplinato come per le astensioni dalla prestazione lavorativa obbligate dal provvedimento amministrativo. headtopics.com

L’assente per paura di contagio è ingiustificatoAssenza autodeterminata da parte di lavoratori che ritengono il fenomeno dell'epidemia sufficiente di per sé a giustificare l'assenza dal lavoro, pur non sussistendo provvedimenti di Pubbliche Autorità che impediscano la libera circolazione. Un’assenza determinata dal semplice “timore” di essere contagiati, senza che ricorra alcuno dei requisiti riconducibili alle fattispecie previste, non consente dunque di riconoscere la giustificazione della decisione e la legittimità del rifiuto della prestazione. In tal caso si realizza l'assenza ingiustificata dal luogo di lavoro, situazione da cui possono scaturire provvedimenti disciplinari che possono portare anche al licenziamento.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Quando mettete al primo posto il lavoro

Coronavirus: le misure dell'emergenza (anche per chi si allontana dalle zone isolate) - VanityFair.itSecondo il decreto per l’emergenza coronavirus non si può uscire da 11 Comuni focolaio pena una multa e l'isolamento in altro luogo. Sospese le gite scolastiche, saltano le partite

Coronavirus, I consigli del Ministero della Salute per anziani e chi pensa di avere sintomiLe linee guida del Ministero della Salute per anziani e chi pensa di avere sintomi con febbre, tosse, mal di gola.GUARDA ANCHE- I dieci consigli del Ministero della salute per evitare l'infezione- La desolazione di Codogno: saracinesche abbassate e scuole chiuse- Il Coronavirus terrorizza Codogno, ordinata la chiusura di tutti i locali pubblici per arginare il contagio- Coronavirus, Ebola, Sars e influenza suina messe a confronto: quale virus si è diffuso e ha ucciso di più- L'ospedale di Codogno deserto dopo i contagi da coronavirus

Coronavirus, è automaticamente in malattia chi è in isolamento e non va al lavoro - VanityFair.itMolte aziende si stanno organizzando con lo smart working per ovviare ai disagi dell'isolamento da coronavirus. Bloccati i viaggi all'estero

Coronavirus: 5 regole d’oro per chi fa vita da pendolare - VanityFair.itIl virologo suggerisce quali comportamenti di igiene e buonsenso adottare su treni, metropolitane e mezzi pubblici se quotidianamente ci si sposta per lavoro

Coronavirus, l'ordinanza del ministero della Salute: 'Quarantena per chi è rientrato dalla Cina e chi ha avuto contatti con contagiati' - Il Fatto QuotidianoL’emergenza coronavirus in tre regioni del Nord – Lombardia, Veneto e Piemonte – ha portato il ministero della Salute, guidato da Roberto Speranza, a emettere un’ordinanza con data 22 febbraio 2020 in cui si specificano le modalità della quarantena prevista per coloro che sono entrati in contatto con persone contagiate e chi è rientrato dalla … Effinalmente....vi voleva molto. Quarantena a casa in autoreclusione? Ma dai....ci siamo arrivati Il coglione!

Coronavirus, due casi sospetti su treno: l'Austria chiude la ferrovia al Brennero. Romania: quarantena per chi arriva da Lombardia e Veneto - Il Fatto QuotidianoLa diffusione del coronavirus nelle regioni del Nord ha fatto balzare l’Italia al terzo posto per numero di contagi in tutto il mondo: a parte la Cina, resta dietro solo alla Corea del Sud (602 casi), superando il Giappone (fermo a 135, secondo i dati della Johns Hopkins University). Il caso Italia allarma ora tutta … Con gli austriaci non si scherza ...😏😏😏 Ma se la stessa Austria un paio di settimane fa non controllava la febbre negli aeroporti! a proposito di gente seria