Coronavirus, 'dire che è solo un'influenza è da irresponsabili': il segretario di Rifondazione Comunista Acerbo ricoverato per Covid - Il Fatto Quotidiano

  • 📰 fattoquotidiano
  • ⏱ Reading Time:
  • 47 sec. here
  • 2 min. at publisher
  • 📊 Quality Score:
  • News: 22%
  • Publisher: 51%

Italia Notizie Notizia

Italia Ultime Notizie,Italia Notizie

Coronavirus, “dire che è solo un’influenza è da irresponsabili”: il segretario di Rifondazione Comunista Acerbo ricoverato per Covid

coronavirus

. Della sua degenza si conoscono sviluppi e crisi grazie al suo profilo Facebook che Acerbo utilizza come un “diario” per rompere l’isolamento di “un ricovero che si protrae più del previsto”: “Ho sempre usato i social per comunicare iniziative e battaglie politiche, vertenze e mobilitazioni sociali, socializzare pensiero critico, memoria storica, poesia e buona musica. Insomma, per dirla con, per ‘allargare l’area della coscienza’.

per farsi una tac. “Il dottor Parruti mi ha detto che mi tocca pazientare perché il virus potrebbe tornare all’attacco dei polmoni. Faccio terapia sperimentale con Tocilizumab. Due punture sulle cosce. L’effetto dovrebbe durare quattordici giorni”. Intervistato dall’: “Come si fa a dire che è solo un’influenza un po’ più forte? È da irresponsabili. Ci vuole senso di responsabilità. È meglio un errore di precauzione che un morto in più.

 

Grazie per il tuo commento. Il tuo commento verrà pubblicato dopo essere stato esaminato.

Chiedilo al prof. Zangrillo

Di Zingaretti si sa che se l'è preso per un aperitivo ai Navigli... Questo come l'ha contratto se è possibile saperlo?

Nella maggior parte dei casi ormai non è neanche un’influenza.

Già! Chi fa del negazionismo non lo ha preso altrimenti si guarderebbe bene dal dire scemenze, ma anche chi fa terrorismo psicologico si comporta allo stesso livello. Insomma mettere in moto il cervello è così complicato

PER RICORDARE CHI GESTISCE LA PANDEMIA E CHI CI FA PROPAGANDA POLITICA SULLE OSSA DEI CITTADINI

e venendo da rifondazione magari si era sfondato i polmoni di canne e sigarette..... non che lo sappia ma posso intuirlo.... però è ricoverato per Covid....

Esiste ancora rc? Azz spiace... ci penserà il coviddì a farli estinguere? Vedremo...

Non citiamo mai le migliaia e migliaia che sta a casa senza sintomi... citiamo sempre lo sfigato in ospedale.... poi gli altri sono irresponsabili... BUFFONI COVID__19 COVID COVID19

Abbiamo riassunto questa notizia in modo che tu possa leggerla velocemente. Se sei interessato alla notizia puoi leggere il testo completo qui. Leggi di più:

 /  🏆 45. in İT

Italia Ultime Notizie, Italia Notizie

Similar News:Puoi anche leggere notizie simili a questa che abbiamo raccolto da altre fonti di notizie.

Coronavirus, il suggerimento di usare l'acqua ossigenata per disinfettare gola e naso - Il Fatto QuotidianoPuò perossido di idrogeno (l’acqua ossigenata) ridurre il tasso di ospedalizzazione e le complicanze dell’infezione da Sars Cov 2? È la domanda che dà il titolo a una lettera di un pool di ricercatori napoletani alla Infection Control & Hospital Epidemiology della Cambridge University pubblicata il 22 aprile scorso che invitavano a avviare studi di … Fa schifo l'acqua ossigenata 🥺 È pericolosetta se ingerita accidentalmente, sicuri sia un buon consiglio da dare? Non sarebbe meglio del rhum?
Fonte: fattoquotidiano - 🏆 45. / 51 Leggi di più »

Il futuro post-Covid? Smart city dove tutto è raggiungibile in 15 minutiI cittadini potranno raggiungere i servizi e soddisfare tutti i propri bisogni in soli 15 minuti e anche il lavoro agile avrà un ruolo fondamentale. Parigi è partita, ma Milano segue Purtroppo si tratta solo di slogan dietro cui si cela il progetto di rendere le città pienamente accessibile solo all'elite, con gli altri dovranno sgobbare e affannarsi su mezzi inadatti a lunghi spostamenti. A Milano noi di Muovermi ci opponiamo a questa involuzione! mobilità
Fonte: IOdonna - 🏆 9. / 75 Leggi di più »

Il leader di Rifondazione sulla barella di biocontenimento. «Mai stato così male in vita mia»Ricoverato dallo scorso 18 settembre all’ospedale di Pescara, Maurizio Acerbo è stato per giorni attaccato al respiratore. «Da irresponsabili dire che si tratti solo di un'influenza» In bocca al lupo 💪🏼 Siete dei terroristi, spero che la gente se ne accorga di quanto il livello di informazione che proponete sia basso, becero e a mio avviso anche un po' criminale
Fonte: Corriere - 🏆 2. / 95 Leggi di più »

Coronavirus, studio su spray nasale che potrebbe prevenire il contagioLeggi su Sky TG24 l'articolo Coronavirus, allo studio uno spray nasale che potrebbe prevenire il contagio Bella notizia: speriamo funzioni!! presto! Che lo producano velocemente, voglio comprarlo ora a42nno Figurarsi se lo faranno...E i vaccini poi? Troppi interessi in ballo...
Fonte: SkyTG24 - 🏆 31. / 55 Leggi di più »

La villa dei fratelli Bianchi, accusati dell'omicidio di WillyIl padre dei due giovani accusati dell’omicidio di Willy Monteiro è ora indagato per frode all’Inps. Il servizio a «Non è l’Arena» Tamarreide
Fonte: Corriere - 🏆 2. / 95 Leggi di più »

Novara, famiglie preoccupate dopo il lockdown: cresce il fenomeno “scuola da casa”NOVARA. «L’emergenza Covid è stata uno schiaffo che ci ha fatto riflettere su qualcosa che già pensavamo che non funzionasse per noi»: Antonio D’Adderio e la moglie Mildre sono delle famiglie che quest’anno non manderanno più il loro bambino a scuola ma sperimenteranno un sistema di homeschooling. In pochi mesi c’è stato un vero boom di richieste nel Novarese, zona fino ad ora non molto aperta all’istruzione parentale e i genitori come loro sono passati da una cinquantina a oltre cento (di cui 60 nel capoluogo). In Piemonte il fenomeno coinvolge oltre 800 famiglie di cui 400 a Torino, un centinaio a Biella, 80 nel Vco e altrettanti a Cuneo, una trentina ad Alessandria e una cinquantina ad Asti. Nel 2019 a Novara un gruppo di genitori aveva ottenuto una stanza in una scuola privata e creato un progetto di insegnamento parentale per bambini dai 2 ai 6 anni gestito da una mamma, Paola Silvestri, che era maestra elementare in una scuola pubblica e poi si è licenziata. Altre esperienze erano già attive a Borgomanero, Arona e Oleggio. «Vogliamo ribaltare il punto di vista e partire dai bisogni dei bambini invece che da un sistema statico, un po’ compresso - dice Silvestri -. Non è facile, però, trovare persone con cui condividere idee comuni». Ma l’emergenza Covid ha dato una spinta a chi era indeciso e sabato mattina una prima riunione informale tra famiglie si è tenuta in un parco di Novara. Coordina Francesco Bernabei, di professione sviluppatore sociale e padre: «Cinque anni fa avrei voluto avviare l’homeschooling con le mie prime due figlie ma non ho trovato altri con cui avviare il progetto, tutti pensavano fosse qualcosa di troppo strano. Adesso può essere il momento giusto». Perché si sceglie di non mandare i figli in classe? «Vogliamo evitare l’inquadramento dei bambini in un sistema di apprendimento unico, ce ne sono altri molto validi che la scuola non considera - dice Bernabei -. Poi gli scolari trascorrono troppo tempo chiusi in un’aula, senza la possibilità
Fonte: LaStampa - 🏆 16. / 68 Leggi di più »