Coprifuoco, ristoranti, matrimoni e palestre: le nuove date delle riaperture

Coprifuoco, ristoranti, matrimoni e palestre: le nuove date delle riaperture

17/05/2021 20.24.00

Coprifuoco, ristoranti, matrimoni e palestre: le nuove date delle riaperture

Il premier Mario Draghi ha proposto l’abolizione del coprifuoco in tre step: spostamento alle ore 23 subito e a mezzanotte dal 7 giugno, eliminazione a partire dal 21 giugno. I centri commerciali riapriranno nel weekend dal 22 maggio. Ristoranti anche al chiuso a pranzo e cena dal 1° giugno. Le discoteche restano chiuse. Al via il Cdm per l’ok al nuovo decreto

Presenza di pubblico in eventi e competizioni sportiveLa presenza di pubblico è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal 1° giugno all'aperto e dal 1 luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all'aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale. E si va, secondo quanto si apprende da fonti di governo, verso una deroga ad hoc sul coprifuoco per la finale di Coppa Italia Atalanta-Juventus, prevista mercoledì 19 maggio alle 21:00.

18/24 giugno 2021 • Numero 1414 Limoni Perché difendo il video della funivia

2Sale giochi riaperte il 1° luglioDal 1° luglio ripartiranno anche le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; nonché le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; i corsi di formazione pubblici e privati.

Sei regioni verso la zona bianca dal 7 giugnoPotrebbero essere sei, se il trend dei contagi non peggiorerà, le Regioni italiane in zona bianca a partire dal 7 giugno. Stando alla road map esaminata dalla cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi e alla quale ha partecipato anche il Cts, dal primo giugno dovrebbero entrare in zona bianca Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Dal 7 giugno, sempre che il trend dei contagi e delle ospedalizzazioni resti quello attuale, potrebbe toccare ad Abruzzo, Veneto e Liguria. headtopics.com

Leggi ancheL’Europa del coprifuoco: francesi a casa alle 21, tedeschi alle 22, spagnoli liberi. E l’Italia?Meno parametri, non più RT ma conta incidenzaCambiano poi i parametri delle zone rosse, arancioni e gialle: la guida non sarà più l'Rt (l’indice di trasmissione del contagio) ma l'incidenza dei nuovi casi su 100 mila abitanti. E un altro forte fattore decisivo sarà il tasso di ospedalizzazione, sia in terapia intensiva che in area medica. Arriva una radicale semplificazione insomma dei 21 parametri precedenti, che scendono a 12. La zona rossa dovrebbe scattare con oltre 250 casi Covid su 100mila abitanti. Quella arancione, tra i 150 e i 249 casi, la gialla, tra i 50 e 149 casi. La bianca sotto i 50 casi. Da metà giugno si dovrebbe però tenere conto anche dei ricoveri nelle realtà con incidenza dei contagi da zona arancione. Se il livello di occupazione dei posti letto di area medica ospedaliera e area intensiva superasse rispettivamente il 40 e il 30% del totale scatta il rosso. Mentre se i dati sono inferiori al 30 e al 20% si va in giallo.

Coronavirus, per saperne di piùLe mappe in tempo realeL’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nellai dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.

Lain tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo. Leggi di più: IlSole24ORE »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Mi preoccupa la variante indiana che farà capolino ..ci andrei con i piedi di piombo nel riaprire ....

Il coprifuoco slitta alle 23, Come cambiano le date delle riapertureVia libera del consiglio dei ministri al decreto riaperture. Draghi: misure graduali per capire i riflessi sui contagi. Da domani coprifuoco alle 23, dal 7 giugno alle 24 e dal 21 giugno cancellato. Per i riflessi sui contagi bastava guardare i dati dell'anno scorso: UGUALI e senza coprifuoco! (A qualcuno si illuminerà la lampadina del cervello?) 🤔 La riduzione graduale del coprifuoco è una misura di sottomissione. Devono farci sentire sempre la loro catena al collo.

Il matrimonio tra il Pd e i 5Stelle s’ha da fare - Il Fatto QuotidianoDa molti mesi, inesorabili e concordi, tutti i sondaggi danno il centrodestra, per la precisione Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, in chiaro e sicuro vantaggio nelle intenzioni di voto degli italiani. Altrettanto sicuramente danno per dimezzato il Movimento 5 Stelle rispetto all’esito del 2018 mentre il Partito democratico rimane mestamente attestato appena sopra-sotto il … Il peggio del peggio in una foto anche no, grazie 🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡

“Vaccinare e rispettare le regole”: la ricetta di Draghi per sconfiggere il CovidIl Presidente del Consiglio è intervenuto a margine del vertice di Parigi sul finanziamento delle economie africane: «Un’azione globale per aiutare i paesi in via di sviluppo» Primero, el scorse che ha passato.

Mario Monicelli, il 'cattivo' maestro compirebbe oggi 106 anni - Cultura & SpettacoliSuicida nel 2010, era stato il padre della commedia all'italiana (ANSA) Anch'io. (non nel 1915, eh!)

Perché ora Cairo può perdere il “Corriere” - Il Fatto QuotidianoIl paradosso di Urbano Cairo è questo. Cinque anni fa ha preso un’azienda editoriale abbastanza malmessa e peggio guidata – la Rcs che edita tra l’altro il Corriere della Sera – e l’ha sostanzialmente risanata a colpi di tagli: ad esempio il 2020, nonostante un crollo del fatturato attorno al 20% (soprattutto causa Covid), si … Cairo perde il Corriere, il Torino calcio ma si può consolare con Gruber, Pannella, Merlino ed Orsingher. Perché a causa delle continue ospitate a la7 di gentaglia del vostro giornale, la pubblicità sulla rete ha perso così tanto valore che Cairo non ha più le risorse per sostenere anche il Corriere, ora che non può nemmeno imitarvi facendosi dare danaro da Conte? kiara86769608 Meno male, per come l'hanno ridotto...

Il podcast «Divaniamo»: il caso di «Una donna promettente» - VanityFair.itLa terza puntata di «Divaniamo», il nuovo podcast di Vanity Fair dedicato alle nuove uscite al cinema e in tv, è dedicata a «Una donna promettente», il primo film diretto da Emerald Fennell che è diventato un piccolo caso in America. Una storia di vendetta e di sessismo che difficilmente ci lascerà indifferenti