Come vincere la dipendenza dal telefono

La dipendenza è un fenomeno che ci priva della nostra libertà. Tre modi per controllare i nostri dispositivi digitali e impedirgli di prenderci in ostaggio. Leggi

18/10/2021 11.39.00

La dipendenza dal telefono è un fenomeno che ci priva della nostra libertà. Ma ecco tre modi per controllare i nostri dispositivi digitali e impedirgli di prenderci in ostaggio. L'articolo di Arthur C. Brooks.

La dipendenza è un fenomeno che ci priva della nostra libertà. Tre modi per controllare i nostri dispositivi digitali e impedirgli di prenderci in ostaggio. Leggi

Un uso moderatopropongono di imporre una tassazioneper ridurre l’uso eccessivo di dispositivi digitali, un approccio simile a quello adottato per ridurre il consumo di tabacco. Altri sostengono che l’unico modo per superare una dipendenza sia smettere all’improvviso e liberarsi del tutto dei dispositivi digitali.

Ma in un mondo dominato dai pagamenti elettronici, dai documenti digitali e dal lavoro in remoto, uno stile di vita senza telefono diventa sempre meno pratico. Un approccio migliore (e per molti più plausibile) è quello di gestire il comportamento dipendente moderando l’uso. Non si tratta solo di fissare un limite al tempo trascorso davanti uno schermo (che può essere facilmente superato) ma di sviluppare abitudini precise e concrete per sostituirne altre, poco salutari, che ci tengono incollati al telefono.

Il punto, in questo caso, è capire se i servizi digitali sono più simili alle sigarette o ai carboidratiIn alcuni casi può essere pericoloso ricercare la quantità “giusta” di sostanze che danno dipendenza, e il livello ottimale resta comunque zero. È ciò che è accaduto a me con le sigarette. Smettere è stata una delle imprese più difficili della mia vita. Per tre anni quasi ogni notte ho sognato di fumare. Ancora oggi sono attratto dall’odore di qualsiasi cosa che bruci, che sia incenso o una pila di copertoni. headtopics.com

Ma questo non è sempre il caso delle sostanze che danno dipendenza, soprattutto quando l’uso moderato può portare benefici. I carboidrati sono un esempio adatto. Moltericercheindicano che alcune persone tendano a sviluppare una dipendenza da questi macronutrienti essenziali, perché gli effetti del consumo possono imitare la neurochimica delle droghe. Ma diversamente dalle droghe, la tattica corretta con i carboidrati non è quella di sbarazzarsene completamente, bensì di consumarli in modo più responsabile e in quantità ridotte.

Il punto, in questo caso, è capire se i servizi digitali sono più simili alle sigarette o ai carboidrati. Credo che la risposta corretta sia la seconda. Smettere da un momento all’altro, infatti, significherebbe subire conseguenze deleterie per chiunque abbia bisogno di gestire un conto in banca, comunicare con i propri cari, chiamare un taxi, lavorare da casa o eseguire un’infinità di attività quotidiane. Dunque l’approccio corretto è quello di individuare il giusto livello di utilizzo.

Quoziente di dipendenzaUno studio recentecondotto su duemila adulti statunitensi dai ricercatori di Microsoft, Stanford, New York University e del National bureau of economic research ci offre un piano d’azione. I ricercatori hanno stabilito che le persone usano i telefoni più di quanto vogliano o abbiano in programma di fare. Questa non è un grande sorpresa. Ma gli autori aggiungono un dato più interessante: analizzando la quantità di utilizzo che può essere attribuita ai problemi di autocontrollo (ovvero il tempo che i partecipanti hanno trascorso usando i dispositivi e che non avrebbero dedicato a questa attività se non fossero dipendenti) hanno stabilito che questa ammonta al 31 per cento.

Il quoziente di dipendenza può variare in base ai valori di ognuno, al livello di necessità di usare il telefono e probabilmente anche alla chimica del cervello del soggetto. Ma i risultati della ricerca forniscono una base importante da cui partire per fissare alcuni obiettivi personali. Se usiamo i social network più di quanto vogliamo, l’obiettivo di partenza potrebbe essere quello di ridurre di un terzo il tempo che vi dedichiamo. headtopics.com

Leggi di più: Internazionale »

Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan

Tutto vero. Ringrazio Twitter per avermi permesso di entrare in contatto con questo contenuto digitale. Non ne uscirò mai!