Violenze, Anziana, 50 Anni, Sentenza

Violenze, Anziana

«Cinquant’anni di violenze, poi ho denunciato mio marito»

Denuncia marito dopo 50 anni di violenze: “Mi ha convinto quel coltello alla gola»

30/09/2020 14.14.00

Denuncia marito dopo 50 anni di violenze: “Mi ha convinto quel coltello alla gola»

Ieri, l’uomo, è stato condannato in primo grado a 2 anni e 4 mesi. M. ha 80 anni e qualche tempo fa, dopo un coltello puntato alla gola, ha trovato la forza di dire basta

EmailM. ha 80 anni. Per gli ultimi 50 ha subìto le violenze fisiche e mentali del marito, denunciato per maltrattamenti e arrestato dopo l’ennesima sfuriata tra le mura domestiche lo scorso marzo. Ieri, l’uomo, è stato condannato in primo grado a 2 anni e 4 mesi: ora vive nella casa di una delle due figlie, la stessa che continua a considerare sbagliata la scelta di denunciarlo della madre. «In passato - racconta M. - non mi sono mai davvero ribellata proprio per l’amore che provo per le mie figlie. Un amore che mi sono accorta di non aver avuto indietro». Il campionario di soprusi che la donna ha dovuto sopportare, come dimostrano le indagini e come il giudice ha rilevato, si stava avviando a sfociare in una strada senza ritorno. Le abbiamo chiesto di parlare della sua vicenda dopo la sentenza.

'La Chiesa dovrebbe abbracciare i gay, invece non li vuole liberi. E ora Francesco sembra un po' Pio IX' Il Fatto di Domani del 22 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano Zan: «Sono incredulo, è un’ingerenza senza precedenti»

Con quale sentimento ha accolto questa sentenza di condanna per suo marito?«Mi sento un po’ sballottata, un po’ stranita. Non mi aspettavo quest’attenzione, non la volevo. Il passo più difficile l’avevo già fatto con la mia denuncia».

Cosa l’ha convinta a raccontare tutto alla polizia dopo 50 anni di violenze, cosa è scattato?«Il coltello alla gola mi ha convinta. Lui l’aveva già fatto tante volte, ma quel giorno premeva forte, diceva che l’avrebbe fatto, che mi avrebbe uccisa. Sentivo che stavolta era davvero convinto e mi sono decisa a salvarmi. L’ho fatto per la mia vita». headtopics.com

E al contrario, nel mezzo secolo che avete passato assieme, cosa la frenava dal denunciarlo?«L’amore per le mie figlie, quell’amore che mi sono accorta di non aver avuto indietro. E poi motivazioni mie, le mie amicizie pulite…mi vergognavo, ai miei amici non raccontavo tutto altrimenti stavano in pensiero».

Oggi le sue figlie le hanno chiesto scusa?«La grande si è convinta da poco, se ne era andata via di casa. Poi ora sembra aver cambiato idea. La piccola, invece, continua a dire che è sbagliato, che se si tacitava tutto era meglio. E se m’ammazzava?»

Quando è cominciato tutto questo e perché?«Da subito, appena sposati lui aveva questi momenti di furia. Divenne violento quando cominciai a dirgli dei ‘no’. Col tempo non mi faceva più parlare né telefonare. Era certo di poter fare di tutto con me e non credeva che io fossi capace di questo, di denunciare».

Trova che l’entità della condanna di oggi a suo marito sia adeguata?«Non lo so. È difficile… spero solo che mi lascino stare dove sono adesso, vivo lì ma lui non c’è. La mia è una casa popolare di due stanze spero non mi portino via». headtopics.com

Europei 2021, Juve e Barcellona per le differenze: loghi arcobaleno Un mese alle Olimpiadi: le paure dei giapponesi, i sogni degli italiani. Il podcast Dichiarazione congiunta di 13 Paesi Ue contro la legge ungherese anti-Lgbt. Firma anche l'Italia (ma dopo le proteste) - Il Fatto Quotidiano Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Bravissima! Ma una donna che subisce violenza fisica o mentale che sia...dovrebbe essere aiutata da subito! Protetta e allontanata! Grande! Ha dimostrato che ci si può riscattare anche a 80anni😘 due anni? no comment

Inchiesta camici, la Finanza acquisisce documenti sulla società della moglie e del cognato di FontanaInchiesta camici, la Finanza acquisisce documenti sulla società della moglie e del cognato di Fontana [aggiornamento delle 19:37]

Da Belvì a Seneghe, i quattro comuni sardi che non possono andare al voto per mancanza di candidatiIn questi centri in provincia di Nuoro e Oristano (che complessivamente contano poco più di cinquemila abitanti) le elezioni (previste a giugno ma poi rinviate a causa dell'emergenza Covid) non si svolgeranno in Sardegna c'è una cinquantina di comuni sotto i 1000 abitanti, una decina sotto i300

La bottiglia di sabbia di Budelli restituita 40 anni dopoLa figlia di chi l'aveva sottratta scrive una lettera su Facebook all'associazione 'Sardegna depredata': 'Mio papà voleva

Roma, dopo interruzione di gravidanza scopre la tomba del fetoLeggi su Sky TG24 l'articolo Roma, dopo interruzione di gravidanza scopre la tomba del feto: 'Sepolto col mio nome' Roba da far impallidire il medioevo. Non capisco di cosa stupirsi in un paese in cui la maggioranza dei medici pubblici si professa obiettori di coscienza, finché non paghi in privato. Si cerca sostegno, si ottiene morale e punizione

Rimettono il cucciolo di foca in mare, ma la sua reazione stupisce tutti - La StampaQuesto cucciolo di foca era stato salvato su una spiaggia in Sudafrica, qualcuno lo aveva prelevato dalla sua colonia e poi abbandonato. I volont fulviocerutti A parte non capisco perché è stato lanciato come se fosse una pietra.. e poi siamo sicuri che non sia stato ucciso dal branco? Anche perché sembrava stesse scappando.. io penso che certe cose debbano essere fatte da persone esperte e non idioti..

Palermo, il sindaco Orlando pubblica volti e targhe di chi danneggia la città: «Ecco gli incivili, non se ne può più»Sul suo profilo Facebook la denuncia, con foto e video, di chi getta ingombranti in strada e di una persona che vandalizza la stazione di bike sharing. E dice: «Da oggi ho deciso di dar loro un po’ di notorietà». E poi chiede ai cittadini di collaborare Bravo! La prima cosa giusta fatta in vita sua virginiaraggi lo fa da sempre si può dire, ed è stata derisa, lo fanno gli altri addirittura merita un titolo sul giornale, e poi si arrabbiano se li chiamo giornalai.