Cinema, torna l'obbligo dell'uscita in sala prima dello streaming

Il ministro Franceschini: 'Fondamentale sostenere le sale'

02/05/2021 13.28.00

Cinema, torna l'obbligo dell'uscita in sala prima dello streaming

Il ministro Franceschini: 'Fondamentale sostenere le sale'

Il ministro Franceschini:"Fondamentale sostenere le sale"02 Maggio 20211 minuti di letturaIl ministro della Cultura Dario Franceschini ha firmato il nuovo 'decreto finestre' che reintroduce l'obbligo di uscita in sala per i film che ricevono contributi dallo Stato. Ora i film potranno approdare sulle piattaforme streaming e in televisione dopo trenta giorni dalla prima proiezione al cinema."In questa fase di ripartenza - dice Franceschini - è fondamentale sostenere le sale cinematografiche e allo stesso tempo riequilibrare le regole per evitare che il cinema italiano sia penalizzato rispetto a quello internazionale".

Salvini da Draghi per parlare di stato di emergenza e mascherine Mascherine, c'è l'ipotesi di toglierle all'aperto dal 15 luglio I Maneskin sul New York Times: 'Conquisteranno il mondo?'

Nello specifico sino al 31 dicembre 2021 i film potranno essere distribuiti in piattaforma dopo 30 giorni dall'uscita in sala. Per un'ordinata riprogrammazione delle attività, il decreto prevede inoltre la validità degli  accordi che gli operatori hanno siglato con le piattaforme prima del 2 maggio 2021 ossia nel periodo in cui a causa della chiusura delle sale è stato temporaneamente sospeso l'obbligo di uscita in sala come precondizione per la distribuzione in piattaforma.

Leggi di più: la Repubblica »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Per conquistare il benessere digitale è fondamentale il ruolo dei genitoriNon solo adolescenti: anche gli adulti devono migliorare il loro rapporto con le piattaforme ed educare i figli a un uso corretto dei social. Come, lo spiega l’iniziativa Get Digital di Facebook Ma per favore

Il cinema riapre dopo il lockdown: “Che gioia ritrovare l’abitudine del film in compagnia”Nella prima serata di riapertura, venerdì, 75 persone hanno varcato la porta del cinema Mazzini di Biella per assistere a uno dei tre film in programmazione. La maggior parte, 56 persone, ha scelto «Nomadland», pluripremiato agli Oscar, mentre 14 hanno visto «Rifkin’s Festival» di Woody Allen e 4 «Imprevisti digitali» ...

«Il potere dell’alleanza»: il nuovo Vanity Stage dedicato alla sensibilizzazione contro il tumore ovarico - VanityFair.itInformazione, ricerca e condivisione sono le armi per combattere una delle neoplasie femminili più aggressive. L’incontro virtuale è in programma stasera alle ore 18:30, sulla piattaforma dedicata e sui canali social di Vanity Fair Italia

Il digitale giusto per il rilancio europeo - Il Sole 24 OREIl commissario europeo per l'Economia Paolo Gentiloni è intervenuto a “Reshape the world”, l'evento digitale del Sole24Ore dedicato all'innovazione e... Suca Dal Governo Renzi si parla di digitale, parole su parole...poi nulla di fatto. Tanti buoni propositi specie in Consiglio di Ministri e poi? Soldi spesi male e senza benefici. Cominciate a fare le cose per benino... PaoloGentiloni Ma smettetela di dire cazzate, dobbiamo PRODURRE.

Culicchia: 'Il Toro lascia il campo scaligero con il rimpianto di aver buttato una vittoria decisiva'Verona e Torino hanno pareggiato 1-1 nell'incontro valido per la 35/a giornata di Serie A. Il commento dello scrittore e tifoso granata Giuseppe Culicchia per la rubrica Il Toro è casa mia.LEGGI: Toro, il successo sfumato a Verona e i rimpianti di Nicola: “So che il gruppo ha dato il massimo, ora c’è da lottare” (Francesco Manassero)

La madre dell’operaia morta in fabbrica: “Lavorava per costruirsi un futuro e sognava il cinema”Parla Emma Marrazzo: «Il nostro pensiero adesso è per mio nipote che ha cinque anni e mezzo e ancora non ha chiesto niente». E poi: «Mi ha chiamato la sua titolare, è distrutta e non sa come sia successo»