'Che fine ha fatto Sara?'. La serie Netflix del momento viene dal Messico

Per chi ama i thriller sentimentali e sa leggere nelle imperfezioni la chiave per il coinvolgimento. La recensione di Aldo Grasso

19/04/2021 12.23.00

Per chi ama i thriller sentimentali e sa leggere nelle imperfezioni la chiave per il coinvolgimento. La recensione di Aldo Grasso

Per chi ama i thriller sentimentali e sa leggere nelle imperfezioni la chiave per il coinvolgimento. La recensione di Aldo Grasso

“Che fine ha fatto Sara?”. La serie Netflix del momento viene dal MessicoUn thriller che finisce inevitabilmente per prendere la strada della soap e della telenovela. La serie ha pregi e difetti: trame e scrittura non prive di limiti, ma comunque accattivanti, improbabili storylines, ma una durata degli episodi breve che facilita la visione"binge"

Biden unisce la Nato contro Cina e Russia: “Sono una minaccia” Bari, 54enne in rianimazione: “Ischemia dopo vaccino”. Era in cura per “trombosi venosa periferica”. Il 26 maggio immunizzato con J&J - Il Fatto Quotidiano Usa, espolosione in uno stabilimento chimico dell'Illinois: evacuata cittadina di Rockton

diUn momento della serie messicana “Che fine ha fatto Sara?” (foto courtesy Netflix).CHE FINE HA FATTO SARA?Genere: dramma, thrillerRegia di José Ignacio Valenzuela.Con Manolo Cardona, Carolina Miranda. Su NetflixLa serie Netflix del momento viene dal Messico ed è un thriller che finisce inevitabilmente per prendere la strada della soap e della telenovela.

Che fine ha fatto Sara?già nella traduzione italiana mostra un’imprecisione dal momento che,sin dalle scene iniziali, è chiaro che la giovane Sara è morta durante un’escursione a bordo di un motoscafosu cui erano presenti anche il fratello Alex e il fidanzato Rodolfo. headtopics.com

Un momento della serie messicana “Che fine ha fatto Sara?” (foto courtesy Netflix).Per salvare l’onore di Rodolfo, rampollo della famiglia Lezcano, il cui padre Cesar è un potente malavitoso e proprietario del più grosso casinò del Messico,

in carcere finisce il povero Alex, condannato a trent’anni.Uscito di prigione dopo diciotto anni per buona condotta,Alex giura vendetta contro la famiglia dei Lezcanoe per farlo imbastisce un sofisticato sistema di videosorveglianza e hackeraggio, attingendo al mondo del deep web.

Un momento della serie messicana “Che fine ha fatto Sara?” (foto courtesy Netflix). Leggi di più: IO donna »

Brusca torna libero, tra gli artefici della strage di Capaci - Sicilia

Fuori con 45 giorni di anticipo. Sciolse nell'acido il piccolo Di Matteo (ANSA)

Che fine ha fatto Sara 2 in uscita su Netflix a maggioA nemmeno due mesi dal debutto arrivano le nuove puntate della serie messicana. Le stavate aspettando?

Che fine ha fatto la nave Ever Given che aveva bloccato il Canale di SuezLa portacontainer era rimasta immobilizzata per giorni nella sabbia bloccando il Canale di Suez: ora è bloccata nella zona dei Laghi Amari in attesa di un accordo sui risarcimenti Visto che in Egitto sanno come si fà !

Maternità, le foto che mostrano la bellezza del corpo che cambia - VanityFair.itLa fotografa Donatella Nicolini racconta la gravidanza lontana dagli stereotipi e dai luoghi comuni, mostrando la bellezza del corpo modellato dalla maternità. Le foto

Olivetti, la serie podcast che racconta la Silicon Valley (mancata) di IvreaAvanti di decenni in tecnologia e welfare aziendale, la Olivetti anni ’50 aveva le carte in regola per diventare una Apple. Ma la Storia è andata diversamente... «La serie - spiega Colombo - vuole raccontare un imprenditore fuori dagli schemi la cui concezione di azienda va oltre la mera logica della produzione e del profitto. È un'azienda che mette al centro sicuramente l'innovazione e il prodotto. Ma anche la vita delle persone... 'mancata' grazie a un tale che si chiamava De Benedetti ? 🤔

La storia di Intisar, la modella in carcere che fa lo sciopero della fameNon sappiamo niente dello Yemen, il più povero tra i Paesi della mezzaluna islamica che in queste settimane ha messo sul piatto della pace tra i ribelli houthi e il governo internazionalmente riconosciuto 6 anni di guerra, 233 mila vittime, 4,3 milioni di sfollati e 2,5 milioni di bambini. E ... Forse un che di troppo?