Militare, Soldato

Che cosa sappiamo dell’attentato contro i militari italiani

Che cosa sappiamo dell’attentato contro i militari italiani

11/11/2019 21.03.00
Militare, Soldato, İmboscata

Che cosa sappiamo dell’attentato contro i militari italiani

Potremmo essere davanti ad un agguato, studiato dagli insorti, ma anche all’episodio casuale. E sarà importante capire se avessero già agito in questo settore

Primo.L’episodio ha coinvolto un distaccamento delle forze speciali – Task Force 44 - , dispositivo congiunto composto da membri del Nono Reggimento Incursori Col Moschin e da specialisti del GOI della Marina Militare. Personale impegnato in un’operazione di «Mentoring & Training». Dunque addestramento delle unità curde nella preparazione tecnica e nell’elaborazione di tattiche adeguate, ma in qualche caso anche un’assistenza ravvicinata durante missioni particolari. Interventi coordinati con i comandi locali ed alleati. Profili di missione rischiosi.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno

SecondoL’Isis ha rivendicato il gesto– con il solito comunicato vago - affermando di aver colpito un mezzo 4x4 dei «crociati». Non è però chiaro se i soldati fossero a bordo o si trovassero all’esterno, come sostenuto da alcuni fin da ieri. Di solito i militari si muovono su Suv e su mezzi particolarmente protetti contro le esplosioni, come i Lince, rivelatisi spesso molto efficaci. La deflagrazione ha investito i cinque militari causando ferite serie, in particolare agli arti inferiori. Se dopo oltre 24 ore non è trapelata una dinamica chiara è perché ci sono certamente ragioni di riservatezza per tutelare corpi d’elite in situazioni difficili, ma anche la necessità di comprendere bene cosa sia accaduto.

Terzo.I gruppi guerriglieri, in alcune situazioni, preparano l’imboscata in modo accurato. C’è la carica esplosiva, a volte seguita dal tiro d’armi da fuoco sfruttando l’effetto sorpresa. Un agguato che richiede una ricognizione, il dispiegamento di un nucleo, l’osservazione e infine il colpo. Per ora non si hanno elementi su una sequenza di questo tipo. I soldati potrebbero allora aver attivato un’IED – ordigno improvvisato – durante la fase di rientro – quindi evento accidentale – oppure durante una ricognizione specifica. Cercavano armi? C’era una segnalazione che ha richiesto l’intervento insieme ai peshmerga? È una tesi da considerare. Lo scenario alternativo è quello di una mina fatta detonare con un radiocomando, modus operandi abbastanza consueto e sempre più perfezionato in questo teatro. headtopics.com

Quarto.Le trappole, non di rado, sono piazzate a protezione di depositi, nascondigli, rifugi. Ma possono anche esserci situazioni dove i terroristi lasciano un’esca per attirare una pattuglia e poi sorprenderla con bombe ben celate lungo i percorsi di avvicinamento. Un sentiero, uno sterrato, un canalone possono riservare brutte sorprese. Di nuovo: potremmo essere davanti ad un agguato, studiato dagli insorti, ma anche all’episodio casuale. E sarà importante capire se

i nostri soldatiavessero già agito in questo settore. Altra domanda riguarda l’eventuale lavoro di intelligence condotto dai sabotatori. È probabile che abbiano seguito da lontano altre attività di bonifica dei contingenti occidentali, preso nota di mosse e «regole di ingaggio», per poi mettere in atto un piano letale.

11 novembre 2019 (modifica il 11 novembre 2019 | 19:25) Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Una cosa sola e certa, che i guerrafondai americani fanno i casini poi vanno via, gli altri come gli italiani devono pulire i loro casini. Che era una mina e che ci sono andati sopra, che altro? Forse che era una mina italiana, cioè fatta in Italia

L’outsider che vuole sfidare Trump: “​​​​​​Ricostruirò quello che ha distrutto” - La StampaPete Buttigieg, anima moderata dei democratici, punta a riunire il Paese, cambiare la sanità e aiutare le minoranze. Sui rapporti transatlantici il sindaco è categorico: «Vanno rilanciati e rafforzati i rapporti con gli alleati in Europa»

Arriva Conneggs il social per le donne che non riescono a restare incinta - VanityFair.itÈ un sito dove le aspiranti mamme con problemi di infertilità o che stanno cercando una gravidanza possono incontrarne altre nella stessa condizione, per confrontarsi e incoraggiarsi

Pancia piatta How to: i cibi che sgonfianoZenzero, cannella senza dimenticare l'acqua: per avere la pancia piatta, prima di correre in palestra, bisogna stare attenti in cucina. Ecco qualche consiglio

‘Woman’, quello che le donne dicono: il mondo al femminile in un docufilmLa pellicola, diretta da Anastasia Mikova e da Yann Arthus-Bertrand non è un documentario ma un racconto empatico di quello che le donne amano e sperano, di quello per cui lottano ogni giorno negli angoli più sperduti della terra 7Corriere Ma gli uomini che compongono il 99% dei morti sul lavoro e il 99% dei suicidi sono merda? Fanculo

Donne che salvano animali: 6 storie piene di coraggio - VanityFair.itPronte e rinunciare alla propria vita e a combattere contro tutti. Grazie al loro impegno sono nate associazioni, fondazioni e collaborazioni con le istituzioni che hanno permesso di salvare la vita di decine di migliaia di animali. Ecco le loro storie meravigliose

Gli errori che la Bolivia non ha perdonato a Evo MoralesLa crisi in Bolivia è cominciata dopo che sono emerse irregolarità elettorali e una “chiara manipolazione” nel conteggio dei voti. Leggi Visione tipicamente occidentale che non riesce assolutamente a percepire le aspirazioni del popolo boliviano che non intende affatto tornare sotto la cupola dello Zio Sam. D'altronde l'autore è un canadese che ha sempre dimostrato di essere allineato con quest'ultimo! Ricorda un po’ una notte del 2006 in Italia dove all’improvviso qualcuno pensò di truccare le elezioni e poi comunque comprò qualche senatore dopo qualche tempo