Catania, il presunto boss e il 'patto elettorale' col candidato di Forza Italia (poi passato a Fdi): 'Ascolta, siamo con te' - Il Fatto Quotidiano

Catania, il presunto boss e il “patto elettorale” col candidato di Forza Italia (poi passato a Fdi): “Ascolta, siamo con te”

17/03/2021 18.47.00

Catania, il presunto boss e il “patto elettorale” col candidato di Forza Italia (poi passato a Fdi): “Ascolta, siamo con te”

“A Mauro gli abbiamo dato la vita, lo vogliamo bene”. Un affetto che sarebbe stato ricambiato con una “disponibilità” praticamente assoluta. A parlare, in un’intercettazione ambientale finita nelle carte dell’inchiesta Sipario della procura di Catania che ieri ha portato a 22 misure cautelari per un totale di 34 indagati, è il presunto boss del clan …

Catania, il presunto boss e il “patto elettorale” col candidato di Forza Italia (poi passato a Fdi): “Ascolta, siamo con te”Nelle carte dell’inchiesta Sipario che ieri ha portato a 22 misure cautelari ci sono anche le intercettazioni di Orazio Buda, presunto esponente del clan Cappello. Destinatario dei suoi messaggi è il vicebrigadiere della guardia di finanza, Mauro Massari, candidato eletto al consiglio municipale della città etnea. Entrambi sono finiti in carcere perché ritenuti i protagonisti di un patto criminale tra mafia e politica. Indagato anche un altro consigliere comunale

Lega, il capannone di Cormano venduto alla Lombardia film commission per 800mila euro? Fu comprato per mille euro - Il Fatto Quotidiano Scarpinato: 'Il depistaggio su via D'Amelio è ancora in corso' Salvini da Draghi per parlare di stato di emergenza e mascherine

di Dario De Luca| 17 Marzo 2021“A Mauro gli abbiamo dato la vita, lo vogliamo bene”. Un affetto che sarebbe stato ricambiato con una “disponibilità” praticamente assoluta. A parlare, in un’intercettazione ambientale finita nelle carte dell’inchiesta

Sipariodella procura di Catania che ieri ha portato a 22 misure cautelari per un totale di 34 indagati, è il presunto boss del clan CappelloOrazio Buda. Destinatario del suo affettuoso messaggio il vicebrigadiere della guardia di finanza,Mauro Massari headtopics.com

. Entrambi sono finiti in carcere perché ritenuti i protagonisti di un “patto elettorale” tra mafia e politica. Al centro della vicenda le elezioni comunali del2018a Catania, tornata in cui il militare, in servizio alla compagnia diAugusta, centrò l’elezione nella sesta circoscrizione con quasi mille voti. Garantendosi, sotto la bandiera di

Forza Italia, anche la poltrona da vice presidente.Dietro la forza politica dell’uomo in divisa, già eletto nel 2013 con ilPopolo delle Libertà, secondo le accuse, ci sarebbe stata però la fondamentale spinta criminale di Buda. Personaggio bollato come “una macchina da soldi negli investimenti”, secondo il pentito

Salvatore Bonaccorsi, oltre a essere il cugino del bossOrazio Privitera. In cambio dei voti il finanziere 40enne è accusato di essersi mosso come una sorta di faccendiere. Pronto a prendere un appuntamento, per conto del figlio di Buda, con il responsabile dell’ufficio ambiente del Comune di Catania, ma anche intenzionato a utilizzare l’auto di servizio per

intimorire un imprenditorein contrasto con il presunto boss. In mezzo la disponibilità a interloquire con un finanziere in pensione, titolare di un’agenzia marittima attiva nelle demolizioni di piattaforme al porto di Augusta, in provincia diSiracusa headtopics.com

Caso AstraZeneca, bocciate Regioni e Cts: gli italiani salvano solo Draghi e Figliuolo Mascherine, c'è l'ipotesi di toglierle all'aperto dal 15 luglio Covid, 14enne morto a Moderna. Era stato contagiato a marzo

.L’interesse di Buda sarebbe stato rivolto al subappalto per l’abbattimento di una struttura in ferro: circa 20mila tonnellate di materiale per un valore disei milioni di euro. “Lui è un ex finanziere, perciò dobbiamo stare attenti”, diceva un socio dell’affare a Buda. Il presunto boss aveva la risposta pronta: “Minchia, ce l’ho un finanziere. Parliamo con Alberto (suo figlio, ndr), che è suo amico”. Il militare, secondo la procura, si era messo subito a disposizione ma con l’unica richiesta di attendere la fine delle elezioni del 10 giugno 2018: “Ci devo passare personalmente con l’auto di servizio”, spiegava.

Prima di sondare il terreno per conto di Buda il finanziere sottolineava le difficoltà nelracimolare votiall’interno di Forza Italia, con altri candidati sponsorizzati da volti noti della politica locale nel sottobosco dei patronati. “Ascolta, siamo con te

”, gli spiegava il presunto boss. “Forse non ci siamo capiti: io mi chiamoOrazio Buda, tu mi dici “ne voglio due” e io te ne do cinque”. Il responso delle urne alla fine conferma le previsioni e Massari raccoglie quasimille preferenze, doppiando gli altri contendenti. Alcuni mesi prima delle elezioni a benedire l’ingresso in

Forza Italiadel finanziere era statoSalvo Pogliese, allora coordinatore provinciale degli azzurri poi eletto sindaco di Catania. In un post, pubblicato su Facebook, l’ingresso di era indicato come “un’ulteriore iniezione di capacità ed esperienza”. Durata però meno di due anni. headtopics.com

A fine 2019 il finanziere, seguendo di fatto il percorso politico del sindaco che ha lasciato Forza Italia per trasferirsi inFratelli d’Italia, annunciava l’ingresso nel partito diGiorgia Meloni. Il vicebrigadiere non è però l’unico politico indagato nell’inchiesta Siparo. Nell’elenco, composto da 34 persone tra cui 22 destinatari di misure, spunta anche il consigliere comunale

Salvatore Peci. Pure nei suoi confronti la procura ipotizza il reato dicorruzione elettoralenell’ambito della concessione per l’apertura di un chiosco-tabacchi. Peci è stato eletto a Palazzo degli elefanti nella lista di centrodestraSalvo Pogliese sindaco – Una scelta d’amore per Catania

I Maneskin sul New York Times: 'Conquisteranno il mondo?' Sorpresa choc: il gatto Frankie che credevano morto e fatto cremare si ripresenta alla porta di casa vivo e vegeto Biden-Xi, l'ipotesi di un incontro in ottobre al G20 in Italia

. “Buda non perdeva occasione – si legge nell’ordinanza – per evidenziare il contributo offerto per l’elezione dell’attuale sindaco di Catania (non indagato) grazie al sostegno fornito a Massari e Peci”. La questione delle infiltrazioni nel consiglio cittadino tornano così prepotentemente sotto i riflettori. Tra il 2015 e il 2016 delle ombre all’interno del Consiglio comunale si occuparono la commissione antimafia nazionale e regionale, con diversi nomi segnalati in procura.

Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Finché continueranno a vendere i propri voti e a far entrare questa gentsglia nei partiti, la nostra città continuerà ad essere infestata dai ratti. Bisogna continuare ad indignarsi,perché al marcio non ci si può abituare. primo_papa Ennesimo caso isolato 😁😁 Da ForzaMafia a FratellidiMafia ... il_brigante07 Ma andate a cagare. Non vi si fila più nessuno.

binottofranco Certo è noto che la mafia si schieri con i partiti che non comandano una cippa ahahah... ma datevi all ippica travaglini ye Gli italiani non guardano più a ste cose. E per fortuna...solo questo giornaletto si scandalizza ,e ne fa titoloni... Mi scappa da ridere a vedere questi post . Ma in parlamento chi non è agganciato con la mafia ?

Senato, Lega-Forza Italia bocciano sfiducia a Speranza e propongono commissione d'inchiestaNELLA CXOMMISSIONE DI INCHIESTA CI SIANO ANCHE RAPOPRESENTANZE DEI PARENTI DELLE VITTIME CUASATE DALL INCOMPETENZA DI SPERANZA Hanno bisogno della commissione d'inchiesta? Speranza in galera !!!

Mozione di sfiducia contro Speranza, Salvini: 'Prima parlo con Sileri, poi decido'. Forza Italia e Italia viva: 'Votiamo no' - Il Fatto QuotidianoMozione di sfiducia contro Speranza, Salvini: “Prima parlo con Sileri, poi decido”. Forza Italia e Italia viva: “Votiamo no” FI e Italia Viva in balia dei fantasmi. Vogliono il posto di Speranza stemmerde,💩così se scoppia la 3°ondata minimizzeranno i danni nascondendo tutto , anche avendo la StampaMerda con loro ! Stemmerde!💩 piersileri e’ talmente bravo e rassicurante che mette d’accordo tutti.

Veneto, condannato in Appello per aver vidimato firme false a favore di Forza Nuova: consigliere regionale di FdI rischia esclusione - Il Fatto QuotidianoSe non avesse avuto quel precedente penale, seppur non definitivo, Daniele Polato, neo consigliere regionale di Fratelli d’Italia in Veneto avrebbe potuto coltivare qualche ambizione di entrare nella giunta di Luca Zaia. Lo scorso settembre era risultato il primo degli eletti del partito di Giorgia Meloni con 10.783 preferenze e questo lo legittimava ad assumere … Ha imparato dai comunisti USA. Un clone di Salvini.. Pazzesco! Mi sembra un film di fantascienza con gli alieni che escono fuori dal baccello. Fagioloni! Gira e rigira sempre dal cdx arrivano le condanne.

Milan travolto 3-0, la Lazio si iscrive con forza alla corsa ChampionsDoppietta di Correa, con proteste rossonere per il secondo gol nato da un fallo su Calhanoglu e convalidato al Var. Ciro mette il sigillo finale. La squadra di Pioli resta a pari punti con Juve e Napoli 🤬

Libri: la forza delle donne - iO DonnaTre storie che raccontano la forza delle donne, tra cambi di vita repentini e inattesi, crescita personale ed emotiva e sofferenza