Castellamonte%2Cdenuncia

Castellamonte%2Cdenuncia

Castellamonte, 23enne finge sequestro di persona per estorcere soldi alla madre - La Stampa

Denunciato anche il complice calabrese di 33 anni

24/10/2019 12.05.00

Denunciato anche il complice calabrese di 33 anni.

Denunciato anche il complice calabrese di 33 anni

10:10CASTELLAMONTE. I carabinieri della compagnia di Ivrea, in collaborazione, con il Ros e i colleghi di Roccella Jonica (RC), hanno denunciato un 23enne e un 33enne, rispettivamente residenti a Castellamonte e Gioiosa Jonica, ritenuti responsabili, in concorso, di tentata estorsione e simulazione di reato.

Auto elettrica, la rivoluzione è partita. Presto diremo addio al motore termico 'Saman? Le politiche di integrazione hanno fallito. E le donne restano invisibili' Elisabetta Sgarbi: «Sento i fantasmi di papà e mamma. La Milanesiana per Battiato»

La vicenda è partita dalla denuncia per sequestro di persona presentata da una donna ai carabinieri di Castellamonte. La donna ha raccontato che il figlio era stato rapito e sequestrato e di aver ricevuto una telefonata sia da parte del figlio che del suo sequestratore. «Inizialmente ho pensato fosse uno scherzo di cattivo gusto», ha raccontato ai militari. Diverso è stato il suo stato d’animo quando ha ricevuto una seconda telefonata, da un anonimo interlocutore, con inflessione calabrese, che le ha chiesto un riscatto di 32 mila euro. Poco dopo, la donna ha ricevuto anche due messaggi whatsapp con delle foto ritraenti il figlio di spalle, legato e imbavagliato, con la minaccia che sarebbe stato ucciso se non avesse pagato.

Le indaginiA quel punto i carabinieri hanno avviato una meticolosa indagine, partendo dai trascorsi e dalle amicizie del giovane. Gli accertamenti hanno permesso di ipotizzare la presenza del ragazzo e del presunto sequestratore nel territorio reggino. I carabinieri hanno quindi localizzato ieri il giovane 23enne sotto l’abitazione di residenza dell’amico, intento a passeggiare con il cane. All’interno dell’abitazione i militari hanno trovato apparecchi cellulari, numerose schede telefoniche e carte di credito. Il tutto sottoposto a sequestro e ora al vaglio della procura di Ivrea. Il presunto complice, nella tarda serata di ieri, si è presentato ai carabinieri di Gioiosa Jonica, dichiarandosi estraneo ai fatti. La coppia è stata denunciata per tentata estorsione in concorso e simulazione di reato. headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Al Meyer di Firenze ricostruito un orecchio a un bimbo grazie alla stampa 3DIl paziente, 13enne, è affetto da microtia, malformazione congenita rara che colpisce 5 bambini su 10.000, nel suo caso bilaterale, e porta a un'assenza di sviluppo dell'orecchio esterno, il padiglione auricolare Fantastico. Tra la fogna di notizie su politici idioti, commenti di idioti, battute continue sul web di sedicenti comici online, QUESTE sono le uniche notizie che davvero mi fan sperare per il futuro.

Abbattuta la mucca che vagava per le strade di Arona, è polemica sui social - La StampaÈ stata abbattuta per evitare pericoli alla viabilità una mucca `vagabonda´ fotografata stanotte per le strade di Arona (Novara), sul lago Maggiore. Scappato presumibilmente da qualche allevamento dei dintorni, l'animale vagante era stato segnalato sin dalla mezzanotte. Il bovino da Arona si è poi diretto sulla statale del Sempione verso ... fulviocerutti Un gesto di una violenza inutile e gratuita. Poteva essere sedata da un veterinario. Perché ucciderla? fulviocerutti Vorrei proprio sapere quale tipo di pericolo può rappresentare una mucca per costringere i carabinieri ad abbatterla fulviocerutti Sempre uccidere che mondo dib💩

Manovra, detrazioni Irpef «a rischio» per i redditi oltre 120mila euroLo scheletro della manovra è contenuto in una bozza di sei pagine, che ha fatto da canovaccio per la lettera di risposta del governo alla Ue Esticazzi?! Nooooooooo 😆

La piramide abbandonata di Pyongyang ora è un “albero di Natale” di 110 piani - La StampaUn lussuoso mega hotel a forma di piramide. Avrebbe dovuto aprire a Pyongyang, capitale della Corea del Nord, nel 1987. Ma il grattacielo di 330 metri non è mai stato terminato: se mai fosse stato inaugurato, sarebbe stato l'albergo più alto del mondo ma si è dovuto accontentare di un ...

Incassati 7 mila euro alla cena per la seggiovia di Ala di Stura distrutta da un incendio - La StampaIncassati 7 mila euro alla cena per la seggiovia di Ala di Stura distrutta da un incendio

Bolivia, Morales: «Tentativo di golpe, è stato di emergenza»Il presidente denuncia gli appoggi internazionali alla destra e incita alla mobilitazione pacifica. Opposizioni in piazza per chiedere il riconoscimento della vittoria di Mesa