Coltivazione, Sostanza Stupefacente

Cannabis, coltivazione in casa non è reato: ecco la sentenza della Cassazione

Cannabis, coltivazione in casa non è reato: ecco la sentenza della Cassazione

26/12/2019 21.21.00
Coltivazione, Sostanza Stupefacente, Piantina, Agricoltore, Marijuana, Reato, Cannabis

Cannabis , coltivazione in casa non è reato: ecco la sentenza della Cassazione

Coltivare (in minime quantità) marijuana in casa non costituisce reato. Le coltivazioni devono però essere di «minime dimensioni, svolte in forma domestica e con rudimentali tecniche»

Quantità modesteLa Cassazione, adattandosi a quanto chiarito dalla Consulta, aveva finora sostenuto una dottrina opposta: la coltivazione di marijuana, anche se per piccolissime dosi (una o due piantine) è sempre reato, a prescindere dallo stato in cui si trovi la pianta al momento dell’arrivo del controllo. Ora - si attendono le motivazioni della pronuncia del 19 dicembre - c’è stato un ribaltamento del principio fin qui stabilito.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno

Sono le sezioni unite penali della Cassazione ad aver mettere un punto fermo dettando un’unica linea e uniformando il trattamento per i coltivatori di «erba» in casa.fenomeni&mercatidiFrancesca Gambarini«Il reato di coltivazione di stupefacente - si legge nella massima provvisoria emessa dalla Corte dopo l’udienza del 19 dicembre - è configurabile indipendentemente dalla quantità di principio attivo ricavabile nell’immediatezza, essendo sufficienti la conformità della pianta al tipo botanico previsto e la sua attitudine, anche per le modalità di coltivazione, a giungere a maturazione e a produrre sostanza stupefacente»; «Devono però ritenersi escluse - ed è qui il punto di svolta -, in quanto non riconducibile all’ambito di applicazione della norma penale, le attività di coltivazione di minime dimensioni, svolte in forma domestica che per le rudimentali tecniche utilizzate, lo scarso numero di piante, il modestissimo quantitativo di prodotto ricavabile, la mancanza di ulteriori indici di un loro inserimento nell’ambito del mercato degli stupefacenti, appaiono destinate i via esclusiva all’uso personale del coltivatore».

Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

È come dire inizia a drogarti in privato, la legge te lo consente. Poi se escono in macchina e succede qualcosa che altra scusa troveranno? Sappiamo tutti che è sempre droga. È pensabile che chi trova normale l’uso della cannabis e vuole renderla libera lo fa per se stesso? Mi raccomando, drogatevi in maniera responsabile a casa, solo droga light, non mischiate con la coca, ma soprattutto non guidate l'auto subito dopo. Fatevi portare dai mezzi pubblici. pdnetwork ItaliaViva Azione_it Mov5Stelle FratellidItaIia LegaSalvini forza_italia

in casa di chi? ... CHE POI, TRA L'ALTRO, È UNA BELLISSIMA PIANTA.. Ho trovato il mio hobby, mi occuperò di...giardinaggio! Bene,così i figli,i nipoti dei togati di cassazione si possono tranquillamente drogare,Bravi la droga uccide. la tutela della maggioranza tossica... le sentenze della cassazione non sono legge...

Indovina chi viene a cena - VanityFair.itA casa Angiolini il Natale è sempre un po' come una replica del famoso film. La nuova puntata della rubrica «Ambra, io, disordinaria»

Come controllare gli zuccheri nei cibi - Glamour.itSpesso lo zucchero è insidioso perché si nasconde dove non ci aspetteremmo. Ecco alcuni consigli per riconoscerlo

La sciarpa: come indossarla per l'inverno 2020 copiando i look street styleIdee originali per reinterpretare un capo classico ❄❄❄

La magia del presepe vivente di Betlemme, rito sacro del Santuario di Gesù Bambino - La StampaLa piccola frazione di Chivasso richiama l'umiltà della località che diede i natali a Gesù, in Palestina, con la quale è gemellata dal 1966.

Wozniacki: «Soffro di artrite reumatoide, ho imparato a conviverci»La tennista danese ha rivelato di aver ricevuto la diagnosi nell'estate del 2018, ma non è per questo che si ritirerà dopo gli Australian Open del prossimo anno

Pensioni, le novità della Manovra: ecco cosa cambia (e cosa resta)Gli effetti della Legge di Bilancio, approvata il 24 dicembre, su Quota 100, Opzione Donna e pensione di cittadinanza (e cosa resta) Ci dobbiamo preoccupare...? Di nuovo. poi arrivera il piu coraggioso cagnolino della mafia governativa per togliere la pensione definitivamente o al meno portarla a 105 anni io con l'Italia avevo un contratto che l'Italia deve rispettare. non accetto nessuna modifica NB (ogni ritardo costa 100 milioni al giorno)