Coldiretti, Luca Saba

Campagne sarde invase dalle locuste. Coldiretti: intervenga la Regione

Milioni di esemplari che si riproducono molto rapidamente e che, in alcuni casi, hanno costituito dei veri e propri tappeti

11/06/2019 09.12.00
Coldiretti, Luca Saba, Battista Cualbu, Luca Locci, Gabriella Murgia

Milioni di esemplari che si riproducono molto rapidamente e che, in alcuni casi, hanno costituito dei veri e propri tappeti.

Milioni di esemplari che si riproducono molto rapidamente e che, in alcuni casi, hanno costituito dei veri e propri tappeti

Sardegna, l'invasione delle cavallette produce danni ai raccoltiLe aree invase dalle cavallette si estendono per circa duemila ettari di campagne e sono comprese tra la piana di Ottana (dove un tempo operava un grosso agglomerato industriale, ma dove oggi resiste soprattutto l’agricoltura) e quelle di Orotelli, Bolonta e Orani e dove in passato funzionava la miniera di talco oggi chiusa. Proprio in quest'ultimo centro si sono registrati i casi più eclatanti con le cavallette disposte in terra quasi a formare dei tappeti, attorno agli alberi o nei muri delle case coloniche. «La situazione, dopo il primo allarme e i primi controlli, sembra essere abbastanza stabile – chiarisce Luca Saba, direttore di Coldiretti Sardegna – si sta lavorando per evitare che la presenza degli insetti possa continuare a infastidire gli animali, bovini e ovini, e si attendono gli altri interventi per procedere di conseguenza».

'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio «Se si può andare al ristorante, si può tornare in ufficio»: perché le parole del Ceo di Morgan Stanley sono solo la punta dell'iceberg La guardia del corpo di Diana è il nuovo responsabile della sicurezza di Astrazeneca

Alcuni allevatori hanno già iniziato a utilizzare i repellenti. Tra gli addetti ai lavori però resta alta la preoccupazione. «In molti casi non si è ancora proceduto con la mietitura – prosegue ancora Saba – e resta da chiarire come andare avanti». Proprio questo elemento è al centro delle richieste che l’organizzazione ha presentato alla Regione. «È necessario che si intervenga con appositi sopralluoghi e si predisponga una stima dei danni – chiarisce Battista Cualbu, presidente di Coldiretti Sardegna – perché i tecnici dovranno quindi spiegare quali comportamenti adottare davanti alla presenza delle cavallette. La maggior parte delle colture, foraggere e granaglie serviva agli allevatori per il proprio bestiame».

Per Luca Locci, portavoce del Comitato disinfestatori dei Centri antinsetti della Sardegna «per una stima dei danni sarà necessario attendere ma la presenza delle cavallette in maniera così massiccia, seppure circoscritta lascia poco margine e poche speranze di salvare il raccolto». Rimedi? «Si può intervenire con una soluzione tampone, ossia con arature e poi attraverso un lavoro di precisione utilizzare un prodotto biologico che rispetti ambiente e animali». A sentire l’esperto quel che serve è una programmazione regionale e personale. «In Sardegna esistono i Centri provinciali Antinsetti (ex Crai – centro regionale anti insetti), che sono passati negli ultimi 15 anni da circa 600 unità lavorative – conclude - in tutta la Regione a 80 dipendenti totali provinciali. Serve un coordinamento regionale e nuove assunzioni e un coordinamento unico regionale per programmare la prevenzione, il controllo e la lotta in tutta la regione». Dalla Regione, intanto, l’assessore all’Agricoltura Gabriella Murgia fa sapere che si sta «si provvederà in tempi brevi ad accertare l'entità dei danni subiti, con in campo i tecnici delle Agenzie regionali, e a verificare la disponibilità di bilancio per l'attivazione di un primo intervento di sostegno». headtopics.com

Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

A Potenza il primo sindaco leghista in un capoluogo di regione del SudDi stretta misura, il Comune di Potenza è passato alla Lega, con Mario Guarente primo sindaco leghista di un capoluogo di regione del Sud. Ma Guarente, 35enne, consigliere comunale uscente (spinto al primo turno da sei liste collegate) ha superato di soli 200 voti il suo sfidante, il “civico” di sinistra Valerio Tramutoli chiedo: sono veri i messaggi Facebook attribuiti al neosindaco riguardanti i leghisti, e la sua scarsa opinione degli stessi, di qualche anno fa? Uniche prima sfotteva salvini e leghisti sui social, si è scelto proprio bene il partito, fra voltafaccia suoi simili. Una classe politica senzadignità 'leghista'...

La forza di Salvini e la tentazione di incassare il prima possibilePer il leader leghista la fine di questa lunga campagna elettorale rafforza la tentazione di incassare il prima possibile il successo alle elezioni politiche per avere la maggioranza in Parlamento, senza doversi alleare con gli acciaccati pentastellati. Andare oltre la primavera del 2020 per Salvini significherebbe rischiare lo scontro con la realtà economica e la conseguente parabola discendente Potrebbero rovinarlo ... Gli sarebbe andata forse bene se fosse passato all'incasso subito dopo le elezioni senza nessun altra spiegazione ma se ha deciso di giocare un altra partita cambiare la giocata in corsa potrebbe dare impressione di inaffidabilità e insicurezza

Due rigori e Oyarzabal: la Spagna asfalta la Svezia 3-0Tutto facile per la Roja: rigori di Ramos e Morata e gol nel finale dell'attaccante della Real Sociedad, che da domani passerà all’Under 21 e domenica sfiderà l’Italia. Il romanista Olsen salva i suoi più volte

La “story” sui social è il modo più efficace e diretto per comunicare La “story” sui social è il modo più efficace e diretto per comunicare - La Stampaovvio

La Lega A boccia la Super Champions. Cairo: 'Cancellino la proposta, poi ci confronteremo'Quindici favorevoli, astenuti Inter, Milan, Roma e Fiorentina, contraria la Juventus. Il presidente del Torino: “Eca e Uefa meditino, sono riusciti a compattare l’opposizione di tutte le leghe”. Lo studio: i ricavi della Serie A potrebbero diminuire del 35% Gli sfigati restino a casa a giocare a subbuteo... Cairo amico del dopato facchetti

Ezio Bosso racconta “Che storia è la musica” e fa commuovere Mentana Ezio Bosso racconta “Che storia è la musica” e fa commuovere Mentana - La StampaPosso dire che i reality con o senza i hanno rotto? Che di reale c'è solo lo sdoganamento del volgare del becero dell'ignoranza? L'insulto ai nostri giudici eroi è il colmo. tresc bastatvspazzatura Ezio Bosso lo ascolterei per ore. Un sorriso che è la risposta alle offese della vita con la Bellezza.