Bunny, il cane «parlante» (che conosce 92 parole) è una star su TikTok

Bunny, il cane «parlante» (che conosce 92 parole) è una star su TikTok

29/05/2021 23.54.00

Bunny, il cane «parlante» (che conosce 92 parole) è una star su TikTok

Affascina gli studiosi (e ha milioni di follower). «Si esprime con 92 vocaboli su una tastiera»

EmailIn cuor suo la signora Alexis Devine era sicura che il suo Bunny avrebbe «parlato». Bunny non è una persona, è un animale. Esattamente un cucciolo di cane pastore. Che un giorno, come Devine sperava, avrebbe davvero imparato a «parlare».

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Forza Italia, Berlusconi: “Sono ancora in campo e intendo rimanerci” Euro 2020: Italia-Galles 1-0, azzurri primi nel girone A. LIVE

ScienziatiLa storia raccontata dalNew York Times, che affascina molti studiosi, potrebbe iniziare dal tappeto di una casa americana, nella citta di Tacoma, Stato di Washington, dove abita la signora Devine, artista e designer di gioielli. E dove sul tappeto è disteso il suo Bunny. Divine aveva studiato con attenzione la letteratura sulla cognizione, la comunicazione e l’addestramento canino poco prima di prendere il cucciolo di pastore. Durante la sua ricerca, si era imbattuta nella pagina Instagram della logopedista Christina Hunger, che stava documentando come il suo cane, Stella, stesse iniziando a sviluppare un vocabolario. Stella aveva una tavola armonica composta da pulsanti circolari, ognuno dei quali dettava una parola quando veniva premuto. Picchiando i pulsanti, che insieme formavano frasi strutturate in modo approssimativo, Stella riusciva a comunicare in inglese.

Il pulsanteLa signora Hunger ha lavorato per diversi anni con dispositivi di comunicazione alternativa e «aumentativa» per aiutare i bambini non verbali ad acquisire il vocabolario e comunicare senza parlare. Così ha pensato di applicare il frutto dei suoi studi alla comunicazione dei cani. E ha iniziato a sperimentare. Dopo aver acquistato una confezione da quattro di cicalini di risposta registrabili, ha riportato su un pulsante la parola «fuori», come punto di partenza. Risultato? Nel giro di poche settimane Stella premeva regolarmente il pulsante e usciva. headtopics.com

ParoleDevine ha usato lo stesso metodo della signora Hunger. Ad aprile, sui social, ha fatto sapere che «Bunny ora può pronunciare 92 parole». Bunny ha quasi 2 anni. Un bambino di pari età, dicono gli esperti, può usare con facilità una cinquantina di parole. Secondo la signora Devine, Bunny può usare i pulsanti sulla sua tavola armonica per formare frasi di quattro parole. Può fare domande. Può, e spesso lo fa, dire alle persone di stare zitte. Con i suoi bottoni riesce a dire: «Sistematevi». «È probabile che l’addomesticamento abbia influenzato la posizione del cervello dei cani in modo che possano interagire e socializzare meglio con gli umani — ha spiegato Claudia Fugazza, ricercatrice nel dipartimento di etologia dell’Università Eotvos Lorand di Budapest —. Sono predisposti a interagire come partner sociali».

SocialCon 6,6 milioni di follower su TikTok e 818.000 su Instagram, Bunny è diventata una celebrità. Devine: «Un giorno un’auto ha fatto un’inversione a U. L’autista l’ha riconosciuto e l’ha salutato». Anche i racconti di Hunger sui social media tirano: la logopedista ha quasi 800.000 follower su Instagram, la maggior parte dei quali è lì solo per sentir parlare del cane. Devine è stata contattata da Leo Trottier, un master in scienze cognitive, uno sviluppatore di prodotti nel settore degli animali domestici. Che a sua volta ha contattato Federico Rossano, un professore cognitivo dell’Università della California, per aiutarlo a «rendere più scientifico» il progetto. Inizialmente scettico, Rossano ha accettato.

© RIPRODUZIONE RISERVAT29 maggio 2021 (modifica il 29 maggio 2021 | 22:28) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Gira su YouTube da anni!