Torino%2Cappendino%2Cgoverno%2Ccinquestelle

Torino%2Cappendino%2Cgoverno%2Ccinquestelle

Bufera sul Tavolo civico: i vertici dei comitati lasciano e accusano la staffista di Appendino - La Stampa

Mail, ingerenze e dimissioni: ora la sfiducia più pesante arriva da chi, nei desideri dell’Amministrazione, aveva una posizione centrale

24/01/2020 10.20.00

Mail, ingerenze e dimissioni: ora la sfiducia più pesante arriva da chi, nei desideri dell’Amministrazione, aveva una posizione centrale.

Mail, ingerenze e dimissioni: ora la sfiducia più pesante arriva da chi, nei desideri dell’Amministrazione, aveva una posizione centrale

Pubblicato il24 Gennaio 2020TORINO. La sfiducia più pesante arriva dagli stessi comitati, quei gruppi formali o informali nati per rappresentare le istanze dei cittadini e che nei desideri dell’amministrazione Appendino dovevano diventare centrali per garantire la partecipazione al governo della Città. E suona come una conferma dei dubbi già sollevati da altri in passato. Con una lettera indirizzata alla sindaca e al presidente del Consiglio Comunale Francesco Sicari, i vertici del Coordinamento Civico Torino, la rete di comitati che collabora con il Comune, hanno rassegnato in massa le dimissioni. Il presidente Renato Saponaro, il vice Leoncino Cupolino e la segretaria Francesca Mauroni - lasciano, perché, spiegano, il loro lavoro è «fortemente limitato dall’ambiguità del ruolo della coordinatrice del Tavolo di Progettazione civica», che ha fatto emergere «l’impossibilità di garantire l’applicazione dei principi del nostro Statuto, in particolare riguardo all’indipendenza e alla necessaria autonomia delle linee di gestione e programmazione».

Covid: Conte ha firmato nuovo Dpcm, in vigore da domani - Politica Sky TG24 @SkyTG24 Conte ha firmato il nuovo Dpcm: conferenza stampa alle 13.30. LIVE

Un’accusa esplicita e diretta a Cristina Seymandi, coordinatrice del Tavolo e collaboratrice dell’assessore all’Ambiente Alberto Unia. Il Tavolo era nato, in seno a Palazzo Civico, con l’obiettivo di agevolare la partecipazione popolare. E il Coordinamento, in teoria, avrebbe dovuto essere il suo interlocutore e la sua controparte indipendente. M

a, dopo poco tempo, già erano sorti diversi dubbi: Seymandi, infatti, era l’intestataria del dominio su cui si trova il sito web della rete dei comitati. E gli stessi rappresentanti dei vari gruppi si sono resi conto che qualcosa non andava. Così ieri sono arrivate le lettere di addio. «Non c’è volontà di superare le ambiguità – scrivono ancora i dimissionari –. E allo stato delle cose dubitiamo della possibilità di evitare l’impatto determinante di tali ambiguità sulla gestione che è affidata ai ruoli dell’organo dell’esecutivo, sulle decisioni strategiche e operative del Coordinamento».

Alla decisione si arriva dopo quelli che, secondo gli ormai ex vertici del Coordinamento, non sono solo sospetti. «Seymandi ha cambiato gli ordini nel giorno delle nostre riunioni, rispondeva dal nostro indirizzo email, era presente in tutte le chat, influiva direttamente su chi operava», spiega Saponaro. La critica non è rivolta verso lo strumento di partecipazione in sé, «che funziona, e ne siamo contenti». Il problema è quello che, denunciano i firmatari, sarebbe un vero e proprio controllo esercitato da un membro di staff della sindaca su una rete che dovrebbe essere indipendente e, anzi, fare da contraltare al Comune.

In passato, consiglieri di maggioranza e opposizione, oltre ai presidenti di circoscrizione, avevano sollevato un polverone, accusando Seymandi e il tavolo di scavalcare ruoli e procedure. Anche in seno al Movimento 5 Stelle il suo ruolo ha sollevato molti dubbi. Ora sono gli stessi comitati sottolineare quel che non va. Da parte sua la coordinatrice del Tavolo, contattata telefonicamente, risulta sempre irreperibile

Leggi di più: La Stampa »

Roma, “Staffetta Diritti” per sesto Memorial di Stefano Cucchi. VIDEO

Leggi su Sky TG24 l'articolo Roma, “Staffetta Diritti” per sesto Memorial di Stefano Cucchi. VIDEO

..sono ignorante,lo so!Potreste tradurmi questo tweet?Staffista di Appendino?!!!Ma che è?!😱🤔

Canada, bufera di neve record a St John's. Città seppellita: è stato d'emergenza. Arriva l'esercitoLa città conosciuta anche come San Giovanni di Terranova e la provincia orientale del Canada Newfoundland e Labrador sono paralizzate da una eccezionale bufera di neve. La più grande precipitazione nevosa registrata nella storia di Terranova. Chiesto lo stato d'emergenza Ecco a cosa servono le ciaspole. Ma qui non nevica più a bassa quota. Dovremo andare in Canada.

Il Paese che non fa figli. Il congedo di paternità e i numeri dello stallo demograficoLa proposta sul congedo di paternità, le cifre in Europa: italiani dimezzati entro il 2100? Certo con 7 giorni di ferie , tutti a procreare!

Elena Loewental è la nuova direttrice del Circolo dei Lettori - La StampaTORINO. È Elena Loewenthal la nuova direttrice del Circolo dei Lettori. Lo ha deciso oggi, 22 gennaio, il consiglio di indirizzo di via Bogino 9 che dopo i colloqui dei giorni scorsi ha individuato in lei il successore di Maurizia Rebola. Classe 1960, è scrittrice e traduttrice, collaboratrice de La Stampa e di Tuttolibri. Ha lavorato all'ambasciata italiana in Israele, tiene un corso sulla cultura ebraica allo Iuss, l'Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia ed è stata la prima esclusa alle ultime elezioni regionali nelle liste di +Europa. A lei spetterà il compito di dirigere il Circolo dei Lettori insieme al presidente Giulio Biino, e avrà un ruolo chiave anche nell'organizzazione del prossimo Salone del Libro. A noi che ce ne buggera?

Baby George (e la royal family) diventano una serie animataIl principino di Cambridge è la fonte di ispirazione dell'ultimo cartoon di Gary Janetti, creatore dei Griffin e di un brillante profilo Instagram dedicato alle malefatte del primogenito di William e Kate

Forum di Davos, Carrie Lam: “Non abbandono la nave in questo momento” - La StampaLa governatrice di Hong Kong ha riconosciuto che la situazione è difficile anche per la diffusione del coronavirus.

Sui campi di battaglia delle Fiandre si rivive la Grande Guerra del film “1917” - La StampaTutte orrende, le guerre. Assurdo fare graduatorie. Ma se chi vive fortunatamente in tempi di pace vuole farsi una pur pallida idea di cosa sia, davvero, una guerra, il cinema può aiutare, almeno per accenni. Parrebbe il caso di “1917” la pellicola diretta da Sam Mendes, in Italia dal 23 ...