Bossi e il Nord. Gli anti Salvini rivogliono la vecchia Lega

03/10/2022 08:53:00

La rete dietro il comitato del Senatùr. E Fava torna a sfidare il Capitano

La rete dietro il comitato del Senatùr. E Fava torna a sfidare il Capitano

La rete dietro il comitato del Senatùr. E Fava torna a sfidare il Capitano

La sconfitta elettorale accende la dialettica interna alla Lega. Lo fa prendendo vie esterne e laterali, senza un'onda che si propaga dall'interno. Sono infatti soprattutto gli esponenti della vecchia guardia, quella più legata a Umberto Bossi e a Roberto Maroni a sollevare eccezioni e invocare una correzione di rotta.

L'attacco a Matteo Salvini si sviluppa su due fronti: dentro la Lega nasce il «Comitato per il Nord» lanciato dal Senatùr, un progetto che punta a recuperare dialogo e voti nel bacino territoriale più naturale per il Carroccio. Fuori dalla Lega i nordisti ex militanti che Gianni Fava - già sfidante per la segreteria nel 2017 - intende radunare il 15 ottobre a Biassono. Da verificare i numeri di entrambi i tentativi, ma di certo queste iniziative vanno a intercettare umori che oggi sono presenti nelle regioni del Nord. Un elettorato che negli ultimi 30 anni ha avuto la Lega come partito di riferimento e oggi guarda a Fratelli d'Italia.

Leggi di più:
ilGiornale »

I parlamentari si fanno il regalo

5.500 euro per cellulari, pc e tablet Leggi di più >>

quale Lega? Quella del 2%? Auguri Non fanno una licenza media in due. La Rava e la Fava🤣🤣🤣🤣 Caro Bossi se torniamo alla Lega del 1994,prima di essere contaminata dal delinquente naturale, ci sono. LegaSalvini occhio Ottima idea, intelligente e al passo coi tempi. La lega volerá al 2 %. Ancora questo pecoraro che se ne esce con il Nord? Ma perché non se ne va lui dall’Italia e non rompe le scatole a chi ha problemi più seri fuoridallItalia

Tornerà pure il trota. 🤔