Bonus facciate, polemiche sul no alla proroga. Superbonus resta al 2023

Bonus facciate, perché Draghi dice no alla proroga per i lavori (e sì al Superbonus sol...

20/10/2021 17.19.00

Bonus facciate, perché Draghi dice no alla proroga per i lavori (e sì al Superbonus sol...

La maggioranza in pressing sul governo perché venga confermata nella manovra 2022 la norma introdotta nel 2020 sul rifacimento delle facciate. Sul Superbonus pesano i rialzi enormi delle materie prime e dei ponteggi. I costi a carico dello Stato: 8,9 miliardi solo quest’anno

In pressing Pd, Lega, M5S per la proroga«Mi auguro che il governo voglia riproporre il superbonus nella formula attuale, che comprende anche gli immobili unifamiliari, le ville e le villette», dice la presidente della commissione Attività produttive della Camera, Martina Nardi, esponente del Pd. «Le case singole — aggiunge — sono prevalenti nelle città di provincia e nelle aree interne. Non credo che il governo voglia penalizzare questi territori a vantaggio delle grandi città. Tutti i bonus, compresi quelli per gli interventi antisismici e per le facciate, sono un fattore determinate dell’aumento di Pil. E il Paese ha bisogno di crescere».

Juve, Psg, Icardi: il retroscena di mercato

Dal Movimento Cinquestelle si sollevano dubbi forti: «Il Governo riconsideri la decisione di non prorogare il Superbonus 110% per unifamiliari e plurifamiliari con la legge di Bilancio», scrive su Twitter Luca Sut, capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Attività produttive. «Limitarsi ai condomini dopo averla annunciata senza dare dettagli è un brutto scherzo che esclude peraltro gran parte dei Comuni piccoli e medi».

Anche la Lega chiede il rinnovo totale dei benefici fiscali nell’edilizia. «La prossima manovra dovrà contenere la proroga di tutti i bonus edilizi (ristrutturazione, ecobonus, sismabonus, facciate, arredi) almeno a tutto il 2022 e il Superbonus al 2023, a favore di tutta la platea di beneficiari, inclusi gli edifici unifamiliari e le unità immobiliari funzionalmente indipendenti. Non si possono tradire le attese di proprietari ed imprese, già in difficoltà per la pandemia e il caro materiali oltre alle farraginosità di una normativa da semplificare. Solo a partire dal 2024 si potrà immaginare un decremento delle misure, quando verosimilmente le condizioni macroeconomiche della nostra economia saranno complessivamente migliorate e più stabili». Così il senatore della Lega Paolo Arrigoni, responsabile del dipartimento Energia del partito e la deputata Giorgia Andreuzza, vicepresidente della commissione Attività Produttive della Camera. headtopics.com

C’è sicuramente un tema di costi da contenere nella riduzione della platea degli immobili che possono accedere al Superbonus.L’aumento del prezzo dei ponteggi per costruire o ristrutturare gli immobili ha superato il 400%, ha denunciato Claudio Polonia, presidente dell’Associazione nazionale ponteggiatori, secondo il quale il responsabile è «Lo Stato italiano. Le misure legate agli incentivi edilizi — ha dichiarato all’agenzia Adnkronos — andavano pianificati. Sono stati concentrati in un lasso di tempo troppo breve». «I prezzi delle materie prime continuano ad aumentare — aggiunge il presidente dell’Ance Gabriele Buia — per alcuni prodotti come polietilene siamo oltre il 300%, il ferro oltre il 200%, è insostenibile. Anche con l’aumento dell’energia i laterizi stanno aumentando», e per questo ha chiesto l’intervento dell’Antitrust per verificare eventuali speculazioni. «I tempi di consegna — continua — si dilatano sempre più e i prezzi sono rivisitati al momento della consegna, con variazioni continue» che fanno sforare i preventivi.

Inter, Kolarov verso l’addio al calcio già a gennaio

Il freno della burocrazia e della procedura complessaA restringere i tempi dell’accesso al Superbonus per molti interventi è stata la complessità e la mole degli adempimenti burocratici, risolti in parte con la semplificazione introdotta la scorsa estate. Come ha sottolineato in una nota il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin, la misura che «pur con qualche difficoltà legata a un eccesso di burocrazia, sta dimostrando la sua efficacia, sia in termini strettamente economici di rimessa in moto dell’edilizia e quindi delle filiere ad essa collegate, sia in termini di efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico e privato».

Gli altri bonus ediliziPer gli altri bonus edilizi si prospetta una conferma di tre anni. La proroga sarà concessa alle due agevolazioni «ordinarie» del 50% per le ristrutturazioni edilizie e del 65% per le opere di efficientamento energetico escluse dal Superbonus. Negli sconti del 50% per le ristrutturazioni rientreranno dal 1 gennaio anche gli interventi sulle facciate che non potranno più godere del 90% di sconto.

Leggi di più: Corriere della Sera »

'Dagli anti Cav solo ideologia: sentono il richiamo della foresta'

La sinistra attacca a testa bassa la candidatura di Silvio Berlusconi al Quirinale, ma tradisce la vena ideologica e i vecchi tic del passato. Il centrodestra ritrova compattezza e si prepara alla prova decisiva in vista del voto. Il punto di vista del direttore Augusto Minzolini

A fine anno stop al bonus facciate Il 110% nel 2023 (villette escluse)Una misura voluta da Conte che ha tirato su da sola il Pil, ora ridimensionata.. Perché? Ma avete idea di quanti edifici fatiscenti ci siano? E in quanti si dispersa il calore? 🤦🏻‍♀️ Peccato per il bonus facciate anche se credo in parlamento verrà reintrodotto con qualche paletto.

Digitale terrestre, si cambia dal 20 ottobre: i canali a rischio. I due bonus per rottamare i vecchi tvAl via la prima fase dello switch off del digitale terrestre per i canali tematici di Rai e Mediaset. Due i bonus per acquistare un apparecchio idoneo alla ricezione del nuovo segnale

A fine anno stop al bonus facciate Il 110% nel 2023 (villette escluse)Una misura voluta da Conte che ha tirato su da sola il Pil, ora ridimensionata.. Perché? Ma avete idea di quanti edifici fatiscenti ci siano? E in quanti si dispersa il calore? 🤦🏻‍♀️ Peccato per il bonus facciate anche se credo in parlamento verrà reintrodotto con qualche paletto.

Pavia chiama Milano Nasce il polo lombardo della ricerca applicataAccordo tra l'ateneo pavese e Arexpo per sviluppare entro il 2023 il Parco Cardano per l'innovazione sostenibile sul modello Mind

Elezioni 2021, i risultati dei ballottaggi in diretta. Vittoria netta del centrosinistra a Roma e Torino. Trieste, vantaggio centrodestra - Il Fatto QuotidianoGualtieri e Lo Russo verso la vittoria. Centrosinistra in vantaggio in quasi tutti i capoluoghi con l’eccezione di Trieste, dove il sindaco uscente del centrodestra, Roberto Dipiazza, è avanti nello spoglio. Amichetti e il suo assessore alla cultura in ascolto del risultato. Cosa ci si poteva aspettare da una città fondata dal faccione dittatore che ha inflitto purghe, manganellate, carcere, confino e uccisioni?

Amministrazione straordinaria per le grandi impreseAtteso per oggi il voto della Camera sul Ddl delega che passerà al Senato