Bonaccini: «La scuola doveva essere al primo posto»

Bonaccini: «La scuola doveva essere al primo posto»

26/06/2020 00.46.00

Bonaccini: «La scuola doveva essere al primo posto»

Il presidente dell’Emilia Romagna: «Il Pd ha un segretario eletto alle primarie e il compito del partito deve essere rafforzare l’azione di questo governo»

, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, si è messo al lavoro per contribuire a cambiarlo. E se tanti vorrebbero cambiare anche la ministra, lui evita il tema rimpasto e lancia un appello alla collaborazione.Per la destra Azzolina è inadeguata e si deve dimettere. E anche nella maggioranza c’è chi invoca un rimpasto. Il suo voto alla responsabile dell’Istruzione?

G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano La moglie di Johnson al G7 con abiti noleggiati Droga a Torino, spacciatore arrestato per la quarta volta in un anno

«Niente pagelle, troviamo piuttosto soluzioni efficaci insieme. Noi stiamo ci stiamo confrontando con l’esecutivo per arrivare a misure applicabili, che permettano la riapertura delle scuole, non altro. E confidiamo di poter arrivare a un testo condiviso sulle linee guida già alla prossima riunione della Conferenza unificata Stato-Regioni. Non abbiamo esitato a dire no a proposte che non trovavamo convincenti ma la ministra sa che le Regioni sono impegnate a trovare soluzioni condivise».

Sul passaggio forse più delicato della nuova fase il governo ha scontentato tutti, docenti, studenti e genitori e acceso proteste di piazza. Non è ora che Conte batta un colpo?«La gestione di una pandemia senza precedenti ha richiesto l’impegno straordinario di tutto il Paese, istituzioni e cittadini. Ma fin dall’inizio della fase 2 la scuola doveva essere messa al primo posto. È la priorità, l’Italia non riparte davvero se non riparte la scuola». headtopics.com

Vuol dire che il governo Conte non ha messo la scuola al primo posto?«A settembre tutti gli studenti devono poter essere presenti in aula, coi propri insegnanti, in sicurezza. Sono certo che il presidente Conte farà tutto quello che serve perché ciò avvenga e le Regioni sono pronte a dare il loro contributo, come sempre».

Come cambieranno le linee guida?«Stiamo lavorando perché la didattica avvenga in aula, in presenza. Al governo abbiamo chiesto soprattutto due cose, il personale necessario, docente e non docente, e le risorse finanziarie per partire davvero in sicurezza. La nuova scuola richiederà più spazi e lezioni su più turni, la gestione degli ingressi, trasporti adeguati, i controlli. Qualsiasi soluzione, anche la migliore, deve poter marciare su gambe solide, altrimenti rischia di essere tutto inutile».

Basteràil miliardo chiesto da Azzolina?«Abbiamo appena ricevuto il parametro definitivo sul distanziamento, che è di un metro da bocca a bocca. E solo ora siamo in grado di verificare in quali e quanti istituti può essere assicurato e quali interventi serviranno in quelli carenti. Impossibile quindi fare cifre».

E il personale?«Bisogna assicurare tutto il personale necessario. Come Regioni abbiamo chiesto il ripristino dell’organico di diritto del prossimo anno, il che vuol dire reintegrare più di mille docenti, oltre al personale Ata aggiuntivo necessario per gestire la ripartenza. Nelle scuole dell’infanzia il numero degli educatori andrà incrementato in maniera cospicua. Su questi aspetti dal governo sono arrivate aperture importanti». headtopics.com

Cane con una zampa paralizzata sopravvive a una vita di stenti in mezzo all’indifferenza più totale Djokovic regala la racchetta al piccolo tifoso: «Mi incitava e mi dava consigli tattici» Speranza: “No AstraZeneca sotto i 60 anni. Sì al mix di vaccini. Seguiamo le nuove indicazioni degli scienziati”

L’intenzione è davvero quella di scaricare le responsabilità sui dirigenti scolastici?«I dirigenti scolastici devono poter organizzare il rientro in classe nelle migliori condizioni e questo non dipende da loro. Dopodiché, saranno chiamati a decidere e ad assumersi le responsabilità che il loro ruolo richiede».

Le Regionali saranno un passaggio cruciale per la tenuta del governo. Senza accordi con il M5S rischiate il cappotto?«Dalla destra sento discorsi che già ascoltavo mesi fa durante la campagna elettorale in Emilia-Romagna. Per loro un trionfo annunciato, per me una batosta e il governo pronto ad andare a casa. È andata molto diversamente. Abbiamo vinto con un centrosinistra largo, aperto alle esperienze civiche nate sul territorio, spesso attorno all’attività di sindaci lontani dal nostro perimetro politico».

Presidente, il virus ha cambiato completamente il quadro politico e il governo è in affanno.«Ascoltare i cittadini e fare proposte che guardino al futuro, a una società da costruire, invece che guardarsi indietro o scagliarsi contro qualcuno, resta per me la sola strada possibile. Basta con i politicismi che nessuno capisce. Parliamo alle persone, così si vince, altroché cappotti».

Nel Pd è iniziata la corsa per sostituire Zingaretti?«No. Occorre dare risposte forti a un Paese che ha vissuto mesi drammatici e che ha davanti a sé una fase molto complicata.Il Pd ha un segretario eletto alle primariee il compito del mio partito deve essere rafforzare l’azione del governo e rinsaldare la maggioranza, partendo dalle cose da fare. Meno parole e più fatti. Su questo mi sento impegnato anch’io, da democratico e da uomo delle istituzioni». headtopics.com

25 giugno 2020 (modifica il 25 giugno 2020 | 23:05) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

La scuola la scuola non è facile Sono bambini. Non vi bastano i morti che ci sono stati. Lasciateli lavorare. Esattamente, invece è all'ultimo posto come sempre. Con proposte assurde, una peggio dell'altra! LA POLITICA ITALIANA NON È PIÙ CREDIBILE E OUT E UN DATO DI FATTO LA POLITICA ITALIANA E CAPACE SOLO DI MANGIARE !!!CI VOGLIONO COMMISSARI EUROPEI,IL PARLAMENTO E LE REGIONI NON SERVONO ///////

LE STRADE PROVINCIALI FANNO SCHIFO Mettere al 1° posto la scuola, significa formare bene i futuri cittadini, in un paese come il nostro la classe politica non vuole buoni cittadini, ma sudditi per giunta ignoranti e senza speranza, così i politici si assicurano i loro pontificati. Lo spieghi agli amici di governo del suo partito.

Prima fate il governo con gli imbecilli per ritornare al potere, e poi vi lamentate. Mah.... e dai ancora Bonaccini, prima chiudi tutto anche le città che non hanno contagi, poi allarghi tutto su pressioni , adesso critichi ancora ? Vuoi proprio salire in alto! Se rigiriamo la classifica sta al primo posto

Spiegaci bonaccini, a te che piace fare il dittattore di staminkia 🤔

Riparte (a mezzo servizio) la Romagna post CovidFinora di turisti se ne sono visti pochi. Un po’ di movimento c’è durante i week end ma non tutte le attrazioni sono ancora aperte. L’impressione è che per la vera ripartenza bisognerà aspettare il 2021

E perché non è accaduto, dicci giusto, ma come? Adesso si parla al passato! Il presente mai? Vero .. insieme alla sanità 👍

Dopo il lockdown la corruzione riparte come prima - Il Fatto QuotidianoDopo mesi di pandemia, non ce ne siamo neanche accorti. Eppure nei primi 23 giorni di giugno sono finite sui giornali almeno 14 inchieste per corruzione, per lo più con misure cautelari. Hanno interessato tutta l’Italia, da Lecce a Catanzaro, passando per Bari, Roma e Torino. Le manette scattate ieri a Milano per le tangenti … PacelliValeria Ma non te ne sarai accorto tu! Quello di cui, piuttosto, non ci si accorge, perché PorcoCazz non succede quasi mai, sono gli annunci di condanne esemplari, celeri, certe! Cambiamo la palla scritta nella Costituzione: l'Italia è una Repubblica fondata sulle mazzette PacelliValeria No no voi avete 'fatto' in modo che non ce ne accorgessimo 😂😂ma noi ci accorgiamo di tutto perché non vi seguiamo 😂😂😂 PacelliValeria E' golba della Merghel!

La ripartenza dell’auto decisiva per la ripresa di tutto il sistemaIl dibattito sulle misure da adottare per stimolare la crescita. I dati evidenziano il ruolo chiave del settore ma ci sono posizioni ideologiche contro l’automotive. Stride la differenza tra i pochi fondi dell’Italia e i maxi-piani di Francia e Germania Io amo le auto. Ma la pretesa indotta al mercato della domanda di cambiare auto continuamente (ora con la scusa -parliamoci chiaro- dell'elettrico) è assurda: è ossessione. Dico: DOBBIAMO consumare? Fanculo. detto da voi...

Salvini Confonde la popolarità (da macchietta) con la politica - Il Fatto QuotidianoAlla fine, il primo a farsi la foto sul ponte di Genova redivivo è stato lui, Salvini Matteo, cioè lo stesso che nemmeno alla cerimonia di lutto e dolore per i morti nel crollo aveva resistito alla tentazione dei selfie sorridenti con i fan. Non conosco la borsa valori delle photo opportunity, quindi non so … Tutto il giorno a sparare cazzate poi alla sera non ci vedete più dalle mancate vendite... 😏 Matteo Salvini: un Santori che ce l'ha sfatta virgola, la trippa. nessuno aveva dubbi

Sneijder e la biografia shock: 'La vodka era la mia migliore amica'La biografia dell'olandese: 'Risucchiato dalla movida di Madrid, ma tutto quello che facevo veniva coperto. Amici sbagliati, donne e alcool: ho perso la donna dei miei sogni perché ho rovinato tutto' E per i farmaci illeciti presi e poi prescritti da guido rossi ? Ci sono le intercettazioni Alcohol sucks Troppi soldi guadagnano !!

Niccolò Zanardi, il post per papà: «Io questa mano non la lascio» - VanityFair.itIl figlio di Alex Zanardi, rimasto coinvolto venerdì in un incidente stradale con la sua handbike, ha pubblicato un nuovo post dedicato al padre