Bollette: da Vercelli a Terni, ecco le province in cui trionfa il mercato libero. Boom di venditori in Lombardia

Bollette: da Vercelli a Terni, ecco le province in cui trionfa il mercato libero. Boom di venditori in Lombardia

06/03/2021 15.25.00

Bollette: da Vercelli a Terni, ecco le province in cui trionfa il mercato libero. Boom di venditori in Lombardia

La fotografia dell’Autorità fornisce un resoconto aggiornato delle famiglie che hanno detto addio alla maggior tutela

3' di letturaLa scelta del mercato libero nelle bollette degli italiani trionfa soprattutto al Nord, dove raggiunge punte del 70% in alcune aree, mentre al Sud prevale ancora la maggior tutela che continua a interessare il 43,78% del totale dei punti attivi nella penisola (29.637.754 a dicembre 2020, a fronte dei 29.634.076 del mese precedente). Il mercato libero, a fine 2020, riguarda quindi il 56,22%, in crescita rispetto al 55,88% registrato a novembre dello scorso anno. Sono questi alcuni dei dati contenuti nel Rapporto annuale Monitoraggio Retail appena pubblicato dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera).

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi I lavoratori del magazzino Lidl: 'Non ci sono orari, siamo pagati quanto vogliono loro e ricattati per gli straordinari. Li prende solo chi non fa storie' - Il Fatto Quotidiano Sileri, stop ai voli dal Regno Unito se la variante Delta elude i vaccini

Cresce il mercato liberoOsservando la cartina che riporta la distribuzione dei clienti domestici nel mercato libero, a spiccare sono soprattutto alcune province del Nord: da Bologna che conta il 64,15% a Biella dove l’asticella tocca il 69,32%. E ancora, sempre in Piemonte, Vercelli con il 69,02% o Parma con il 65,52%, mentre a Milano la percentuale, ancorché alta, si attesta invece al 61,93 per cento. Scendendo verso il centro e il Sud, dove la maggior tutela resta ancora molto forte, non mancano comunque le eccezioni, come Perugia al 65,36% o Terni che supera addirittura il 70% e si posiziona al 70,78% . E poi c’è Pescara con il suo 66,99%, mentre nella capitale Roma le famiglie che hanno scelto di abbandonare la maggior tutela sono il 54,79 per cento.

Loading...Boom di venditori in Lombardia, Lazio e CampaniaIl monitoraggio dell’Autorità presieduta da Stefano Besseghini fornisce anche una fotografia, aggiornata però questa ad aprile dello scorso anno, dei venditori attivi nel mercato dell’energia elettrica. La fetta più consistente è concentrata in Lombardia dove sono 380 gli operatori presenti (in leggera crescita rispetto all’ultima rilevazione, 362 a gennaio 2020). Alle spalle della Lombardia, figurano il Lazio (327), la Campania (322) e la Puglia (318), mentre in fondo alla classifica troviamo la Valle d’Aosta con 140 venditori e il Molise con 196 operatori. headtopics.com

Mercato degli operatori frammentatoQuanto al focus sul mercato libero, il totale degli operatori, ad aprile del 2020, è di 593 per la fornitura ai clienti domestici contro i 571 di gennaio dello scorso anno, mentre a ottobre del 2019 il numero complessivo si attestava a 600. Di questi 593, spiega l’Arera, sono solo 77 gli operatori che servono clienti in tutta Italia (erano 73 a gennaio 2020 e 82 a ottobre 2019), la maggior parte, infatti, 136 operatori, hanno come mercato di riferimento un’unica Regione (139 a gennaio 2020 e 149 a ottobre dell’anno prima). Questo a conferma della significativa frammentazione del mercato italiano dell’energia elettrica.

Enel in cima alla vendita di elettricità nel mercato liberoMa quali sono i primi dieci operatori nella vendita ai clienti domestici sul mercato libero? Secondo la fotografia dell’Arera, aggiornata però al 2019, sul podio si posizionano Enel con il 48,3% di quota dell’energia fornita nella vendita sul mercato libero ai domestici, seguita da Eni (12,3%) e da Hera (5,8%). L’Autorità fornisce anche uno spaccato storico dell’andamento delle quote nel mercato libero in base al quale si può osservare che, nell’arco di tempo esaminato, 2012-2019, l’Enel è passata 50,2% del 2012 al 48,3%, Eni è invece cresciuta dal 10,9% al 12.3%, come Hera che è salita dal 2,6% al 5,8 per cento.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Un altro salasso per i cittadini.... Un altro salasso per i cittadini.....

“Sarocinesca” salva i leoni, Comi strappa il pari: ecco le pagelle di Pro Vercelli-ComoI due volti della Pro Vercelli valgono ben due protagonisti: Saro, il salvatore della prima frazione di gioco, grazie alle sue parate, e Comi che alla fine ci ha messo una pezza con il gol numero 11, in una frazione di gioco vissuta con ben altro spirito. In mezzo c’è ...

Switcho, la startup che fa risparmiare sulle utenze domestiche - VanityFair.itEcco come funziona l'assistente personale che farebbe risparmiare sulle bollette di luce, gas e telefono Sono consulente di uno dei più grandi fornitori di energia elettrica, questa cosa di risparmiare in media 293 all’anno per uso domestico è una balla colossale

I più giovani attori che hanno avuto una candidatura agli Oscar11 attori giovanissimi con nomination 🏆 all'Oscar nella storia: è l'occasione per rivedere i loro film (qui Re della terra selvaggia con Quvenzhané Wallis, 9 anni)

Migranti, picchiati dalla guardia costiera libica nel Mediterraneo e costretti a rientrareIl video diffuso da Sea Watch: «Ecco come si svolge un'operazione di polizia in mare» Li lasciano morire affogati perché non intervengono e giù critiche, li fermano e li salvano da un possibile naufragio e stessa musica. Pagategli un volo e portateveli a casa vostra e accidenti a quelle andate di fuori, non capiscono altro linguaggio Sanno che gli ITALIANI si sono rotti la minkia di questa INVASIONE di branchi di CLANDESTINI !!

Ascensore esterno in condominio senza permessoPer il Tar Lombardia non serve il permesso di costruire per l'ascensore esterno, basta la Scia