Blog | Tutto quello che vale la pena sapere sulle recessioni (e le fasi di espansione) - Info Data

Tutto quello che vale la pena sapere sulle recessioni (e le fasi di espansione)

17/02/2020 16.26.00

Tutto quello che vale la pena sapere sulle recessioni (e le fasi di espansione)

Perché l'americano medio è più ricco dell'italiano medio? Per semplificare, perché le espansioni economiche sono state più forti, e le recessioni più deboli

”, si legge ancora, “gli Stati Uniti sono stati ufficialmente in recessione per meno del 15% dei mesi”, e in più il loro “impatto economico totale è stato tutto sommato piccolo: l’espansione media del PIL è stata del 24%, la recessione media del 2%”. Nel nostro Paese la fetta del tempo totale passato in periodi di crescita è stata ben minore, e si è trattato perlopiù di rimbalzi.

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio Roma, autobus in fiamme sulla Portuense, nessun ferito

I motivi per cui un’economia cresce e un’altra vive fasi di stagnazione sono diversi. Da un punto vista generale il Pil certamente aumenta con la popolazione di un Paese, perché più teste tendono a implicare maggiore produzione, ma questo non significa per forza che poi ogni persona stia meglio. Il tenore di vita individuale, d’altra parte, dipende essenzialmente da quattro fattori: quanto le persone sono produttive, se hanno un impiego o meno, quante ore lavorano, e il rapporto fra il loro numero e la popolazione che invece non lavora – che quindi spetta a loro “mantenere”. Tutti i fattori demografici sono particolarmente sfavorevoli per l’Italia, che ha una popolazione già molto anziana, in calo, con sempre meno figli e poche persone che arrivano dall’estero – sono anzi / di più coloro che lasciano il nostro Paese per andare altrove. Tutto questo vuol dire che un numero crescente di persone che non lavorano pesano sempre di più su chi invece ha un posto, come si vede per esempio dal fatto che

l’Italia è fra le nazioni al mondo che più spende in pensioni. Ma al di là di questo la teoria economica prevalente è che in ultima analisi la maggior parte della crescita economica si deve all’aumento della produttività del lavoro: al fatto cioè che grazie all’innovazione tecnologica le persone riescono a fare di più e meglio in meno tempo. D’altra parte sono necessarie anche istituzioni che consentono ai progressi della tecnologia di portare i loro vantaggi alla collettività, e che non li ostacolano né estraggono valore da chi lo produce per sprecarlo in maniera improduttiva. Questo approccio suggerisce che i problemi dell’Italia arrivano da lontano, e certamente non sono dovuto a complotti o cause esterne di alcun tipo, ma si tratta di questioni pressoché ignorate da chiunque abbia governato. Anche mettendo da parte gli Stati Uniti e facendo un confronto con nazioni a noi più vicine il quadro non è poi così diverso. Negli ultimi vent’anni infatti l’Italia è cresciuta meno di Spagna, Germania, Francia – nell’ordine di chi ha fatto meglio – nonché dell’intera area euro, a indicare che c’è davvero qualcosa che non va nel modo in cui stiamo facendo funzionare il nostro sistema economico. Né si tratta di una questione astratta: headtopics.com

la mancata crescita si ripercuote sui salari che stagnano da tempo Leggi di più: IlSole24ORE »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Blog | L’Europa consuma ancora troppa energia: non raggiunti gli obiettivi 2020 dell'Ue - Info DataIl consumo di energia primaria e finale è ancora del 5% e del 3% superiore rispetto agli obiettivi che volevamo raggiungere entro il 2020. E l' incentivo all'uso delle auto elettriche come si pone in ottica di riduzione del consumo energetico UE? È perché non lavorate con le candele invece che tenere le luci accese nel vostro orrido palazzo?

Blog | I morti per il cambiamento climatico, le migrazioni e la nuova emergenza africana - Info DataSecondo Climate Impact Lab, entro la fine del secolo si conterebbero ogni anno 1,5 mln di decessi correlati al cambiamento climatico di origine antropica Si ok il cambiamento climatico ma qualcuno mi sa dire esattamente quanti cazzo siamo? Un controllino sulle nascite no? I morti per mancanza d'investimento pubblico, quello che la feccia di Confindustria vuole ulteriormente tagliare cercando di dare la colpa al clima. Scribacchini corrotti. adattiamoci noagw resilience

Blog | Il Italia il saldo naturale è il più basso dal 1918. Vi spieghiamo bene perché - Info DataIl numero da tenere a mente è quello delle nascite (435mila bambini o bambine in meno) che risulta il più basso mai registrato nel nostro Paese. Non spiegartelo a me per piacere sono una mamma

Blog | Le temperature più alte hanno migliorato la crescita economica nei paesi più ricchi (non quelle dei poveri) - Info DataIl rapporto tra i redditi del 10% più ricco e del 10% più povero è oggi il 25% più alto di quanto sarebbe in un mondo senza il riscaldamento globale. I 5 scemi, in effetti, lo dicevano che accendendo i condizionatori si faceva aumentare il pil...

Blog | Tempo libero, cultura e divertimento, dove è migliore la vita per i giovani? - Info DataDopo avere analizzato i luoghi con più giovani e quelli dove c'è più lavoro passiamo a temi più leggeri. La domanda di partenza è sempre la stessa...

Blog | Export di prodotti hi-tech? Ecco le regioni più forti in Europa - Info DataIn cima alla graduatoria si piazzano cinque regioni tedesche, guidate dall'Oberbayern con più del 99%. In Italia la prima è la Liguria Anche l’infografica suicidi/PIL nell’immagine sembra interessante Nei suicidi?