Blog | Stress, burnout, noia: quattro libri per prenderla con filosofia

Blog | Stress, burnout, noia: quattro libri per prenderla con filosofia

21/06/2021 01.43.00

Blog | Stress, burnout, noia: quattro libri per prenderla con filosofia

Esaurimento emotivo o fisico, senso di distacco dal lavoro o dalla famiglia, incapacità di essere efficaci. Come affrontare gli effetti collaterali del Covid?

libro game, che snoda gli esercizi tra i sentieri di una mappa sapientemente composta dagli autori, laddove il gioco però va preso nella sua accezione più seria. Non seriosa: seria. Il gioco, non dimentichiamolo, è la dinamica attraverso cui i bambini scoprono il mondo, lo mettono in scena, lo comprendono facendolo proprio. In questo senso il manuale di Gancitano e Colamedici è una splendida occasione per riprendere confidenza con se stessi, riappropriandosi del proprio tempo e delle proprie emozioni.

No al Green pass, la protesta a Roma Diretta video Jennifer Lopez e Ben Affleck a Capri mano nella mano (tra i curiosi che li fotografano) Il governo ha deciso di rinviare il decreto sul green pass per scuola e trasporti

Già,le emozioni, queste sconosciute. Conosciamo perfettamente la composizione biologica del nostro corpo, ma se potessimo conoscere la composizione spirituale dell’anima, forse le emozioni giocherebbero il ruolo dell’acqua. Eppure le viviamo così poco, educati sin da bambini a nasconderle, reprimerle, chiamarle con altri nomi. “Non piangere”, “non avere paura”, “calmati”. Siamo abituati a diffidare delle emozioni, o a nasconderle per vergogna dello sguardo altrui, inconsapevoli di quanto questo atteggiamento ci renda analfabeti in un dialogo emotivo. La vita delle emozioni resta segreta, ma non per questo meno intensa e vibrante. Anzi, primitive e universali, sono parte fondante del monito apollineo che ci invita a conoscere noi stessi.

“Vita segreta delle emozioni”(Einaudi) è il nuovo libro diIlaria Gaspari, filosofa e scrittrice, che dopo averci dato“Lezioni di felicità”conducendoci per mano attraverso la storia della filosofia, ora ci regala un viaggio emotivo, costruito per tappe, dieci, tra affetti e “passioni tristi”. E lo fa con grazia, con garbo e sapientemente, offrendo lei per prima il disvelamento della sua vita segreta emotiva in un libro che sa essere headtopics.com

memoiree trattato filosofico, persino un po’ racconto, alla scoperta di come l’autrice ha imparato a legittimare l’antipatia o ad assecondare la meraviglia.Meraviglia, una parola che torna, e che come ci ricorda Gaspari è ciò da cui nasce la filosofia.

Quanto siamo disposti a meravigliarciin questo momento? Nei 18 mesi di pandemia, tra quarantene e divieti, l’esercizio alla meraviglia si dev’essere un po’ assopito, consumato, forse siamo venuti a patti con un altro tipo di sentimento, più scivoloso: la

noia. Ma come è possibile annoiarsi in un’epoca in cui abbiamo tutto a portata di mano? Mezzi, contenuti, strumenti per fruirli. Anche se poi, ammettiamolo, quante volte ci siamo trovati a chiederci se la ricerca del film su Netflix non fosse essa stessa il film? Il nostro continuo fare e disfare è in realtà

uno stato di costante distrazione, inconsapevole, e per questo sostanzialmente inutile, quando non dannosa. Ma come ci ricorda proprio,la noia è un’occasione per fiorire. Se infatti riusciamo a liberarci dall’ansia di non avere tempo, non solo facciamo spazio alle idee, ma scopriamo anche che la noia può essere un elemento fondamentale del processo creativo. headtopics.com

Vaccino, AstraZeneca: con seconda dose no rischi coaguli rari Mattarella: 'Virus mutato e più contagioso, vaccinarsi è dovere civico e morale' - Il Sole 24 ORE Siringa senza ago per il vaccino, Messina fa da apripista

Per trovare questa noia produttiva e consapevole, è necessario addentrarci nei meccanismi della noia improduttiva a cui siamo abituati dallo scrolling fatale, hackerare noi stessi e i nostri sistemi di comunicazione, possibilmente in modo anche divertente, giocando quel gioco serio di cui si diceva sopra.

“è il libro che viene in soccorso in questa fase di scoperta. Scritto daPietro Minto, giornalista ed esperto di cultura digitale, si presenta come un“atlante delle distrazioni contemporanee e una guida per riprendere il controllo del proprio tempo libero”

. Dai social network ai tools per lo smart working, da Animal Crossing ai viaggi spaziali, Minto conduce in una lenta presa di coscienza di quanto siamo dominati dai feticci dell’iperconnessione e della produttività. È un saggio, un manuale, un eserciziario, ma è anche un intrattenimento gradevolissimo, grazie alla guizzante e intelligente scrittura di Minto, che personalmente apprezzo da tempi prepandemici per la sua newsletter

“Link molto belli”, titolo tautologico, contenuto sorprendente.E se a questo punto abbiamo ripreso il controllo del nostro tempo, delle nostre emozioni, della nostra anima… Ecco, la frase finisce qui, continuarla sarebbe presuntuoso. Però una cosa possiamo dirla, ancora. Durante il primo lockdown dicevamo che ne saremmo usciti migliori, ora tutti a dire che ne siamo usciti peggiori. Una via di mezzo, diciamo. Ne siamo usciti forse più tristi e provati di quello che pensavamo, ma magari più sensibili e più disposti a comprendere le difficoltà altrui. Le battaglie, le sensibilità, le sconfitte e le piccole vittorie. headtopics.com

Non sarebbe male guardarci con piùpathos, che sia empatia, simpatia o compassione.“Ragioni per continuare a vivere: La storia vera della mia depressione e di come ne sono uscito“è un libro da aprire come uno scrigno che contenga un tesoro delicato, che in effetti è l’anima messa a nudo dell’autore,

Matt Haig, che a distanza di anni rievoca un periodo di depressione e ansia. Espone se stesso raccontando la quotidianità e gli spettri di un’esperienza di malattia, perchéla depressione è una malattia dei pensieri, invisibile e per questo troppo spesso minimizzata. C’è una sincerità che tocca il cuore nel racconto di Haig e del suo “cane nero”, offre sollievo, in qualche modo, per la possibilità di una condivisione che ha qualcosa di liberatorio. Sia per affrontare la pesantezza emotiva di questi mesi, sia per guardare con più attenzione i mali invisibili del nostro prossimo, il libro di Haig è un prezioso alleato per ricordare in questi tempi un’importante verità:

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 29 Luglio: Fauci: “Vaccinati o no contagiosità identica” - Il Fatto Quotidiano Riforma Giustizia, Conte: 'Accordo vicino? Lavoriamo affinché i processi si facciano' - Il Fatto Quotidiano Tokyo 2020: oro, argento e bronzo. Brilla il canottaggio italiano, il 'miracolo' Paltrinieri

“Uno dei sintomi principali della depressione è che non hai speranze. Non vedi un futuro. L’esistenza di questo libro è la prova che la depressione mente” Leggi di più: IlSole24ORE »

Giovanni De Gennaro: 'A Tokyo sogno una medaglia'

Leggi su Sky Sport l'articolo Giovanni De Gennaro “La medaglia è un sogno: da Rio a oggi ho imparato molto. Sono pronto'

Blog | Un italiano su tre non andrà in vacanza - Info DataSecondo il sondaggio Istat la maggioranza degli intervistati prevede di trascorrere un periodo di vacanza in una località diversa da quella di residenza Qualche milione invece, sta sempre in vacanza. E tre su 4 se ne fottono del quarto e manco.gli offrono un giorno da passare con loro ... Egoisti bastardi!😡😝🤣 meno male, l'anno scorso era uno su due

Blog | Treni, aerei ed emissioni di CO2: siete su #Ascanio - Info DataNel video giochiamo un po' con le mappe, i treni e gli aerei. E le emissioni di anidride carbonica. Greta Thunberg sarebbe orgogliosa si noi. aggiungiamo le scoregge e le loro emissioni.

Blog | Quanto spendono le famiglie italiane ogni mese? - Info DataLa sintesi? I poveri tirano la cinghia, mentre i ricchi spendono e spandono. Tante parole sprecate quando bastava un semplice grafico.

Blog | Aids, dopo 40 anni non c'è ancora il vaccino. Cosa sta succedendo con la pandemia? - Info DataNel 1981 le prime diagnosi di sindrome da immunodeficienza acquisita. Ogni anno muoiono ancora cinque persone per provincia Non vale la pena spendere tempo dietro a patologie infruttuose, ora c'è il covid e il 'vaccino' lo hanno trovato in mille e dopo 4 mesi 😂 Figuriamoci se non c'è....non lo tirano fuori...😤 Non si fa sperimentazione di massa?

Coronavirus a Milano, con la zona bianca trasporti pubblici con capienza all'80 per centoL’Atm chiede tempo per salire dal 50 per cento garantito finora. Sabato solo tre decessi, tasso di positività allo 0,4%. La Lombardia già p…

Vaccini, ok alla seconda dose di Astrazeneca per gli under 60: ecco cosa stabilisce la nuova circolare del ministeroCon una nuova nota il dicastero cambia ancora la linea per gli under 60 già vaccinati con Vaxzevria e che rifiutino una seconda somministrazione con vaccino mRna