Blog | Femminicidi, parte in Italia il primo progetto per gli orfani - Alley Oop

Blog | Femminicidi, parte in Italia il primo progetto per gli orfani - Alley Oop

28/07/2021 22.09.00

Blog | Femminicidi, parte in Italia il primo progetto per gli orfani - Alley Oop

Dall'impresa sociale Con i Bambini 10 milioni in 4 anni per il sostegno ai minori e alle famiglie affidatarie. Da Nord a Sud oltre 90 soggetti convolti

A braccia aperte” dell’impresa sociale Con i Bambini. “Un’esperienza unica in Europa: abbiamo prestato studio e grandissima attenzione per avviare un modello di riferimento”, ci spiega il presidente Marco Rossi Doria, continuando: “L’obiettivo è creare un progetto pilota per capire con le istituzioni quali sono le modalità per offrire un supporto continuativo a questi ragazzi e ragazze – orfani di madre per mano del padre, morto suicida o in carcere -, non solo per i 4 anni di durata del bando ma fino alla loro maggiore età e oltre. Non possiamo lasciarli soli

22/28 ottobre 2021 • Numero 1432 In Edicola sul Fatto Quotidiano del 23 Ottobre: Reddito, il maxi-flop di Renzi: 5mila firme. Prometteva “una mobilitazione casa per casa” - Il Fatto Quotidiano Covid, Austria: lockdown per i non vaccinati se la situazione peggiora

”.Le attività partiranno a settembre ecoinvolgono circa 90 enti e attori di tutto il territorio, da Nord a Sud: associazioni, centri antiviolenza, scuole, università, tribunali, asl ecc divisi in quattro partenariati. Gli enti capifila sono la cooperativa sociale Iside per il Nord Est, il centro antiviolenza Emma per il Nord Ovest, per il Centro Italia Il Giardino Segreto, per il Sud la cooperativa sociale Irene.

“A settembre verrà distribuita la prima tranche di finanziamento pari al 25% all’ente capofila, che distribuirà le risorse ai partner, pronti a iniziare a collaborare con le famiglie, costruendo insieme a loro un programma di sviluppo personale per ciascun ragazzo, ragazza, bambino e bambina. Non è un programma standard per tutti, ma molto personalizzato, sono persone e contesti diversi e non omologabili headtopics.com

”, racconta il presidente di Con I Bambini.Al Nord est (Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto) andranno 1,75 milioni, al nord ovest (Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta) 1,65 milioni, al centro (Abruzzo, Lazio, Marche, Molise, Toscana, Umbria) e al sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) 3,3 milioni ciascuno. Tra le azioni previste: erogazione di doti educative, assistenza medica e legale, sostegno psico-sociale e sostegno allo studio, accompagnamento all’inserimento lavorativo, sostegno alle famiglie affidatarie, poli regionali e osservatori regionali sul fenomeno, azioni di comunicazione e sensibilizzazione.

“I sostegni saranno dedicati a ogni aspetto della vita – studi, interessi, aiuto psicologico, elaborazione del lutto -, per provare a ridurre davvero il terribile danno vissuto e costruire una vita senza i genitori. Noi abbiamo operato in maniera molto articolata, con un bando dedicato alle organizzazioni in grado di affrontare un progetto molto specifico

”, sottolinea Rossi Doria.Il progetto nei dettagliPrimo step: la creazione di una banca dati. Sugli orfani di crimini domestici non esistono dati precisi, l’unica rilevazione risale al progetto Orfani speciali di Anna Costanza Baldry, scomparsa nel 2019: 1600 tra il 2000 e il 2015. “

E’ un progetto cruciale, ciascuna cordata prima di avviare il progetto dovrà rilevare il numero dei bambini di cui si occuperà. Questo, grazie all’iniziativa dell’impresa sociale CON I BAMBINI, potrebbe portare alla nascita di una banca dati” headtopics.com

Lazio, Mussolini jr convocato: il pronipote del Duce e figlio di Alessandra va a Verona Dalla Russia alla Romania: ecco i Paesi europei dove il Covid è fuori controllo Auto elettriche, dall’assicurazione che costa meno al risparmio sul bollo auto. Tutti i vantaggi

, sottolinea Patrizia Schiarizza, presidente de Il Giardino Segreto, associazione che da anni si occupa degli orfani di femminicidio e delle loro famiglie.Nella cordata con capofila Il Giardino Segreto ci sono circa 30 associazioni ed enti, procure, università, oltre alla Fondazione nazionale assistenti sociali e Anci. “

Al momento incrociando i nostri dati e quelli dei media abbiamo circa 50 orfani che potremo seguire nei prossimi 4 anni. Il numero ovviamente è approssimato per difetto. Speriamo che con il bando le cifre aumentino”, continua Schiarizza. “Ci occuperemo della presa in cura e presa in carico degli orfani di femminicidio. Dei 3,3 milioni di euro del bando una buona parte verrà riservata alla dote educativa, dedicata ai bisogni dei bambini, dall’acquisto dei libri alle attività sportive. Il nostro obiettivo è fare rete con le altre tre associazioni capofila

”.“Sicuramente il primissimo passo da muovere è il monitoraggio, con la ricerca attiva degli orfani sul territorio, la creazione di un data base, la valutazione dello stato di salute psicofisica e l’analisi dei loro bisogni”, conferma l’avvocata Francesca Garisto, vice presidente Cadmi – Casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano -, coinvolta da Iside nella cordata del Nord Est.

“Ci sono comunque dati base su cui ragionare: dal 2000 al 2019 in tutta Italia ci sono stati 3230 femminicidi, di cui 2355 in ambito familiare, il 52,17% al Nord. Si tratta di donne quasi sempre con figli”, spiega Garisto che aggiunge: “Come centro antiviolenza abbiamo già un gruppo di avvocate che possono sostenere legalmente le famiglie affidatarie. Il nostro obiettivo è mettere al centro il minore, senza sostituirci a lui. Non adottiamo un protocollo preciso ma costruiamo caso per caso, in base alle esigenze dell’orfano e dell’orfana. Dobbiamo costruire un percorso di sostegno insieme alle famiglie affidatarie. Altro aspetto fondamentale ai fini della prevenzione è la formazione di insegnati, educatori, medici e di tutte le persone che entrano in contatto con i minori. Spesso sono proprio loro a segnalare alla procura situazioni di disagio. Non è necessaria una denuncia, è sufficiente una segnalazione” headtopics.com

.A braccia aperte è un progetto iniziato 5/6 mesi prima del lockdown di marzo 2020 e durerà 4 anni. “Raccolti i materiali di monitoraggio, ci sarà una intensa riflessione comune per arrivare ad avere una valutazione dell’impatto ottenuto. Lavoreremo con le istituzioni per capire quali sono le modalità di continuità del progetto

– spiega Rossi Doria –Siamo in collegamento con tribunali per i minori, Ministero dell’interno e Parlamento. Il nostro obiettivo è mettere in campo prototipi tali da suggerire politiche pubbliche mirate a creare le basi per una stabile azione pubblica, affinché orfani e famiglie abbiano un orizzonte di vera speranza

Suicidio assistito, anche l'Austria più veloce dell'Italia: dal 2022 in vigore la nuova legge - Il Fatto Quotidiano Sassuolo-Venezia LIVE Draghi: «Non ho mai condiviso quota 100, non verrà rinnovata dopo questo triennio» - Il Sole 24 ORE

”.***La newsletter di Alley Oop Leggi di più: IlSole24ORE »

A Favignana canti della mattanza nella ex Tonnara Florio - Sicilia

Blog | #Under40, Lucia Sardeo: da runner (tra i tavoli) a imprenditrice digitaleCome si può avere successo quando non sai che cosa vuoi fare da grande? Lo racconta Cecilia Sardeo, che oggi supporta le donne che vogliono fare business.

Blog | Ilenia Lazzaro, Olimpiadi TokyoA tu per tu con Ilenia Lazzaro, voce del ciclismo alle Olimpiadi di Tokyo

Blog | Vaccini antinfluenzali, antibiotici e spesa per i farmaci. Cosa è successo in Italia nel 2020? - Info DataNel 2020 calato del 21,7% l'uso degli antibiotici, +23% per i vaccini antinfluenzali mentre i farmaci usati per il Covid crescono dell'8,5%

La lista di Pechino per il dialogo con gli Usa: “Biden sta cercando dei nemici immaginari”Incontro a Tianjin fra i diplomatici. La Cina: Washington cavalca la minaccia per nascondere i problemi interni Questa giorni tutti europei e Americani media paura riportato dialoga della Usa visita a cina. Cina non ne Iraq,Afghanistan...... Sta loco. Inemici Oi maginari... Guarda Che pericolo.

Lorella Cuccarini a Oggi: «Torno ad Amici. La Rai? Nessun rimpianto, guardo avanti»I progetti professionali, la famiglia, il matrimonio: la conduttrice si racconta al settimanale

Olimpiadi, i 25 titoli in palio mercoledì 28 luglio: gli azzurri in gara (orari). È la notte di Pellegrini e Quadarella, al mattino c'è Ganna - Il Fatto QuotidianoPer le medaglie sarà durissima, ma gli italiani saranno sicuri protagonisti. Ecco il programma olimpico di mercoledì 28 luglio Tokyo2020