Blog | Come stanno i nostri ragazzi? Un adolescente su 6 al mondo ha pensato al suicidio nell’ultimo anno - Info Data

Come stanno i nostri ragazzi? Un adolescente su 6 al mondo ha pensato al suicidio nell’ultimo anno

28/06/2020 15.50.00

Come stanno i nostri ragazzi? Un adolescente su 6 al mondo ha pensato al suicidio nell’ultimo anno

La rivista The Lancet ha pubblicato i risultati di uno studio che ha coinvolto 82 paesi nel mondo, da tutti i continenti. Ecco cosa dice

, in Italia circa 200 decessi all’anno su poco meno di 4000 totali riguardano ragazzi sotto i 24 anni. E poi c’è l’autolesionismo, comunque pericoloso e in crescita. A settembre 2019, nella giornata mondiale di prevenzione al suicidio, l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma diffondeva dati allarmanti: le richieste urgenti in pronto soccorso per ideazione e comportamento suicidario negli ultimi otto anni sono aumentate di 20 volte, coinvolgendo anche bambini di 10-11 anni. Nel 2018 il pronto soccorso del Bambino Gesù ha effettuato quasi mille consulenze neuropsichiatriche.

Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi Coronavirus, Israele verso il ritorno all’obbligo di mascherine al chiuso dopo l’aumento dei contagi Giuliani sospeso dall’esercizio professione legale a New York

In questi giorni la rivistaThe Lancetha pubblicato i risultati di un grande studio che ha coinvolto 82 paesi nel mondo, da tutti i continenti. I dati provengono dalla Global School-based Student Health Survey (GSHS) condotta su studenti fra i 12 e i 17 anni tra il 2003 e il 2015. Il campione comprendeva 275.057 adolescenti, con un’età media era di 14,6 anni e il 51,8% di loro erano femmine. Le domande erano chiare: “Hai mai preso seriamente in considerazione di tentare il suicidio negli ultimi 12 mesi?” e “Negli ultimi 12 mesi, quante volte sei stato così preoccupato per qualcosa che non riuscivi a dormire la notte?”.

Risultato: un adolescente su 6 (il 14%) ha pensato al suicidio negli ultimi 12 mesi, il 9% ha vissuto episodi di forte ansia. Nel complesso la prevalenza aggregata di ragazzi che hanno pensato al suicidio è più alta nei paesi a reddito medio-alto (il 17% contro l’11%), mentre l’ansia è leggermente più diffusa nei paesi più poveri (nel 10% dei rispondenti dei paesi a basso reddito contro il 9% di quelli più ricchi). Uno studio pubblicato nel 2019 su headtopics.com

The Lancet Child & Adolescent Healthche aveva coinvolto 59 paesi a bassi reddito evidenziava questo trend: pensieri e i comportamenti suicidari sono prevalenti tra gli adolescenti nei paesi a basso e medio reddito, in particolare nelle regioni dell’Africa e del Pacifico occidentale, e in particolare tra le ragazze e gli adolescenti di età compresa tra 15 e 17 anni.

Attenzione: una cosa è considerare la media nei paesi a basso reddito, mentre altra cosa è considerare lo status socio economico basso di un individuo. In ogni paese – ad alto, medio o basso reddito che sia – vi sono individui di alto e basso status socio economico, e che quindi presentano rischio diverso di assumere comportamenti a rischio. Nello studio in questione, i fattori di rischio sia per il suicidio che per le forti forme d’ansia erano fondamentalmente tre: avere uno stato socioeconomico basso a livello personale/familiare, non avere amici intimi e quindi sentirsi soli e essere donne.

La più alta prevalenza aggregata di ideazione suicidaria è stata osservata nella regione africana (il 21%) e la più bassa nella regione asiatica. La prevalenza di ansia è risultata essere più elevata nella regione del Mediterraneo orientale, mentre i meno ansiosi sembrano essere proprio i ragazzi europei. “Solo” il 4% di questi ultimi sarebbe profondamente ansioso. Le probabilità di sperimentare l’idea suicida e l’ansia erano più alte tra gli adolescenti che avevano avuto un conflitto tra pari, episodi di vittimizzazione tra pari e di isolamento. Già una revisione sistematica pubblicata nel 2015 su 27 paesi aveva riferito che la prevalenza mondiale di disturbi mentali era del 13,4%.

La presenza genitoriale forte è un bene o un male? Per la prima volta lo studio misura anche questo aspetto. Gli adolescenti che hanno riferito elevati livelli di comprensione e anche di monitoraggio da parte dei genitori presentavano tassi significativamente più bassi di problemi di salute mentale. Al contrario però, la prevalenza di idee suicidarie era doppia negli adolescenti che percepivano alti livelli di controllo parentale. headtopics.com

Nel Bresciano un agricoltore uccise due gatti, confermata la condanna a un anno e otto mesi Scontro Ue-Orban, Bruxelles scrive all'Ungheria: 'La vostra legge viola le norme europee' - Europa Viktor Orbán, ascesa e svolta autoritaria del tribuno che l’Europa ha blandito Leggi di più: IlSole24ORE »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Dunque hanno genitori comprensivi e amici che supportano. Forse un po’ meno di comprensione e un po’ più di rigore li renderebbe più forti Per forza! In un mondo i cui Piccoli, Medi e Grandi Roditori hanno creato Fogna Italia...Che cazzo rimane da fare?!? O spararvi in culo o abbandonare questa fogna a cielo aperto. Ringraziate 'Uno di voi al comando' ha fatto tabula rasa di tutto!

Blog | Consip, le tre mappe per tracciare gli acquisti della Pa - Info DataE' nato un nuovo strumento di trasparenza e rendicontazione per utenti e cittadini. Lo ha realizzato Consip con il supporto di Sogei.

Blog | Logistica, come si misura la globalizzazione colpita dal lockdown? - Info DataIl lockdown ha, tra le altre cose, messo in discussione la globalizzazione e confermato il ruolo strategico della logistica. Ecco come è andata in Italia

Blog | La partecipazione politica in Italia e la disuguaglianza.I più svantaggiati sono i meno interessati - Info DataFra il 2014 e il 2019 la quota di persone di 14 anni e più che non partecipano alla vita politica è passata dal 18,9% al 23,2% Max Weber questo sconosciuto

Blog | Come si misura il turismo nella Fase 2? - Info DataAccanto ai tradizionali indicatori che misurano quante persone arrivano, da dove, per quanto, sarà necessario appunto affiancare indagini di tipo nuovo È una grandezza suscettibile di misura? Non sei omosessuale? L 'hotel non ti accetta. Questo è fatto in Lombardia nel 2020 Sulla punta della dita Di una sola mano...

Blog | Lockdown, ambiente e consumo di carne. In Italia si macella di meno - Info DataA proposito di macelli: farà piacere a nutrizionisti e ambientalisti, meno ad allevatori e macellai: pare che in Italia si consumi meno carne Che macello! Si attenderà la conferma del trend, perché siano confermati questi dati. È vero che meno soldi fanno ridurre la spesa alimentare. In ogni caso ben venga la riduzione degli allevamenti intensivi. Si dovrà ripensare come trasformare le perdite in qualcosa di etico/sostenibile regola semplice: comprare/consumare meno carne e comprarla di buona qualitá pagandola giustamente di più! Non si può pensare che il sistema attuale sia sostenibile in alcun modo, impensabile consumare carne due volte al giorno e pagarla a prezzi stracciati!

Blog | Countdown verso la fine della pandemia: quello che sappiamo del caso del falso positivo a Crotone - Info DataEra Covid-free da fine maggio, ma un tampone positivo ha fatto ripiombare Crotone nella pandemia. Ora, però, si scopre che era un falso positivo