Biglittlelies, Big Little Lies 2

Big Little Lies 2, la recensione del quarto episodio: giù le maschere

#BigLittleLies 2, la recensione del quarto episodio: giù le maschere

03/07/2019 09.23.00
Biglittlelies, Big Little Lies 2, Laura Dern, Nicole Kidman, Reese Whiterspoon, Sky Atlantic, Zoe Kravitz

BigLittleLies 2, la recensione del quarto episodio: giù le maschere

Renata umiliata dal giudice e Mary Louise vuole la custodia dei nipoti. Nel quarto episodio di Big Little Lies 2 è il momento di calare gli assi

Big Little Lies 2finalmenteil ceffone a Mary Louiseè arrivato. Se l’è meritato? Sì. Negando lo stupro di Jane e affermando che se Perry ha cercato compagnia era chiaramente per rifugiarsi da qualche cosa, e chissà quante altre donne ha avuto disperato com’era.

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio

Le ha fatto male? No. Dopo avere controllato se il sinistro di Celeste non le avesse danneggiato gli occhiali, Mary Louise ha girato i tacchi più assertiva di prima. Da perfettovillain, lascia la trivialità della forza fisica a chi esaspera.

Lei ha metodi più efficaci e logoranti, quelli delle carte bollate.Già. Delle gite in macchina notturne per tornare a casa la mattina accompagnata da Madeline, degli incubi, dei medicinali nel cassetto,Mary Louise non ne può più. Non solo è andata a vivere nello stesso complesso in cui abitano Jane e Ziggy, metti mai che qualcuno sentisse la mancanza di avere come vicina una nonna stalker, ma vuole la custodia totale dei nipoti. headtopics.com

«Sono preoccupata per i ragazzi»e«sembri non stare per niente bene», dice a Celeste nel solito posto all’aperto dove la poltrona preferita – guarda caso – ha lo schienale a forma di trono.Meryl Streep-Mary Louise subito dopo il ceffone di Celeste-Nicole Kidman.

Tempo un quarto d’orae si è accaparrata l’avvocato migliore in circolazione, lo stesso che voleva Renata per i suoi guai con il fisco, e piazza in mano a Celeste la copia della petizione che verrà consegnata in tribunale l’indomani. Poi scappa. Sarà pure passivo-aggressiva ma le sberle fanno male anche a una resistente come lei.

La sua richiesta è perversa, quella di una donna che ha perso due figli, e ora ne vuole un altro paio giusto per rifarsi degli errori che non ammette. Dire però che Celeste se l’è cercata non sarebbe del tutto onesto. Leggi di più: IO donna »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Il matrimonio di Zoë Kravitz, tra Big Little Lies e papà Lenny (a piedi nudi) - VanityFair.itLa figlia di Lenny, e protagonista di «Big Little Lies», è andata a nozze a Parigi con Karl Glusman. Una cerimonia romantica nella casa parigina del rocker, anticipata da una festa «gioiosa» in un ristorante della capitale

Coda, Mancuso, Moncini: le big sognano il grande bomberSono loro tre gli attaccanti più appetiti per puntare alla A. Con incroci e ostacoli...

Woody Allen: il mio Puccini a Little Italy. Alla Scala “Gianni Schicchi” con finale a sorpresaIl regista al lavoro con i ragazzi dell’Accademia: «Sono di una bravura commovente».

Meghan Markle, il (micro) dettaglio che fa la differenza - VanityFair.itNon il little black dress, non le scarpe eccezionalmente basse. A colpire del look della duchessa alla sua più recente uscita pubblica sono un paio di delicati orecchini in oro e turchesi. Da imitare così

Taylor Swift contro il manager Scooter Braun: ecco cos'è successo - VanityFair.itLa cantante ha pubblicato su Tumblr una lettera nella quale si è scagliata contro il manager di Justin Bieber e Ariana Grande, colpevole di aver comprato la Big Machine Records acquistando con ciò tutta la musica da lei scritta e prodotta negli anni. Braun sarebbe un bullo e, online, si è diffuso l'hashtag WeStandWithTaylor