Bambole gonfiabili e parenti come controfigure: i set a norma Covid

Bambole gonfiabili e parenti come controfigure: i set a norma Covid

29/06/2020 21.05.00

Bambole gonfiabili e parenti come controfigure: i set a norma Covid

Gli escamotage utilizzati per far ripartire film, soap opera e serie tv: le sceneggiature vengono riscritte e semplificate, niente baci e abbracci, le scene di massa in digitale

EmailI baci? Solo digitali. Gli abbracci? La controfigura è un parente. Il sesso? Si ricorre alle bambole gonfiabili. Riaprono i set di cinema e tv, ma le sceneggiature sono riscritte dal Coronavirus. Al solito in America sono all’avanguardia, forse anche troppo. Esemplare quello che sta succedendo a

Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax 'La prof ha dato dello scimpanzé a mio figlio. Altri casi, ma la preside non ha mai fatto nulla'

Beautiful, la soap opera più improbabile del mondo, quindi altrettanto creativo il modo in cui gli sceneggiatori hanno deciso di mantenere il distanziamento fisico tra attori anche nelle scene di sesso: la partner di plastica. «Quando stavamo rivedendo le sceneggiature, abbiamo iniziato a immaginare le scene romantiche e abbiamo messo insieme le nostre teste cercando di capire come far funzionare questi ciack senza infrangere la regola dei due metri — ha spiegato il produttore esecutivo-sceneggiatore capo della serie, Bradley Bell —. Abbiamo ripescato una bambola che avevamo usato anni fa come un cadavere. È un’ottima bambola e la useremo con i capelli e il trucco per sostituire alcune delle attrici di punta della soap. Vedremo come funziona. Potremmo investire in più bambole e anche bambole maschili». Non solo bambole. L’altro escamotage casereccio è quello di mariti e mogli degli attori. I famigerati congiunti. «Così potremmo avere dei baci molto caldi».

Il cinema batte strade più tecnologiche invece. Le linee guida americane prescrivono raccomandazioni volte a «minimizzare i contatti ravvicinati tra gli attori rivedendo i copioni o usando effetti digitali: i momenti di prossimità vanno riscritti, abbandonati o risolti da Cgi (computer-generated imagery)». Si agisce in due direzioni: là dove la trama lo consente si evitano aderenze (niente baci nei film romantici, niente risse in quelli drammatici, niente scene di massa nei kolossal). Quando invece l’intimità tra attori diventa imprescindibile, interviene il computer, avvicinando grazie agli effetti speciali della computer grafica ciò che era stato separato per colpa degli effetti del virus. headtopics.com

Anche l’Italia si muove. A Napoli è ripartitala produzione del nostroall’ombra del Vesuvio, ovveroUn posto al sole. Le troupe al lavoro sono tre, una in esterni e due in interni, ma non sono previsti cambi di studio tra una troupe e l’altra. «Sono state riscritte le scene per mantenere il distanziamento sociale, quindi niente baci e abbracci, e se si vedranno scene di vicinanza saranno solo un escamotage della regia», spiega la produzione. Ogni attore avrà il suo camerino fisso dove riceverà i costumi igienizzati al mattino e a fine giornata. Il set, su cui sarà presente solo il personale strettamente necessario, verrà sanificato a ogni ciak. Si indosseranno mascherine e guanti, il regista avrà anche la visiera. Sospesi trucco e parrucco, ogni attore si preparerà autonomamente, mentre all’ingresso dei set sono stati installati i termoscanner. Le riunioni saranno solo per via telematica. I test sierologici sono stati effettuati a tutto il personale e saranno ripetuti periodicamente.

Anche il cinema italiano si adegua.La ripartenza è stata possibile grazie alla firma, da parte di tutte le associazioni di categoria, di un protocollo che indica le procedure e le regole da seguire rigorosamente durante le riprese che, tra l’altro, possono iniziare solo dopo avere sottoposto al tampone tutti gli attori. Si parla di mascherine, che tutti dovranno utilizzare sul set tranne gli attori in scena; di guanti e visiere per le maestranze; di strumenti monouso forniti a truccatori e parrucchieri; di camerini sanificati. È previsto anche il tampone veloce (che dà risultato immediato) per quelle scene in cui non sia possibile mantenere la distanza prevista. I primi a ripartire sono i set che erano stati interrotti — come

L’allieva 3con Alessandra Mastronardi eDoccon Luca Argentero. In generale hanno più fretta di riavviarsi serie e fiction che hanno una messa in onda garantita in televisione (Rai, Mediaset) e sulle piattaforme di streaming (Netflix, Amazon), piuttosto che i film, visto che la distribuzione nelle sale non garantisce ancora incassi accettabili. Comunque il mantra per sceneggiatori e case di produzione è uno: «Per semplificare meglio fare qualche aggiustamento ai copioni».

29 giugno 2020 (modifica il 29 giugno 2020 | 19:33) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Test di massa e welfare, l’Uruguay resiste al Covid e l’Ue gli apre le porteL’Unione europea riapre le sue frontiere esterne a un solo Paese del Sudamerica. Montevideo ha resistito all’ondata di contagi dei suoi vicini.

Coronavirus, concerto per le vittime del Covid: le prove al cimitero monumentale di BergamoSarà il piazzale del cimitero monumentale di Bergamo il palco su cui i musicisti della Donizetti Opera si esibiranno in ricordo delle 6.000 vittime dell'epidemia di coronavirus che ha particolarmente segnato la città lombarda e la sua provincia. All'evento parteciperà il capo dello Stato Sergio Mattarella. Dalle prime ore della mattina gli artisti hanno provato i brani che saranno eseguiti durante il concerto previsto per le 20.30. L’orchestra e il coro, diretti dal maestro Riccardo Frizza, eseguiranno la Messa da Requiem del celebre compositore bergamasco, Gaetano Donizetti, composta nel 1835 per la morte di uno dei più importanti operisti dell’Ottocento, Vincenzo Bellini

“Gianni Schicchi” nell’era CovidAl debutto del 66/o Festival Pucciniano di Torre del Lago si recita e si canta con le mascherine chirurgiche e i 700 spettatori osservano il distanziamento sanitario

Covid, l’incertezza ora è sovrana - Il Fatto Quotidiano“Questa pandemia si sta comportando come avevamo ipotizzato. Il paragone è con la Spagnola che si comportò esattamente come il Covid, andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata”. Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). “Agorà”. Rai3 Al tempo dell’incubo … a_padellaro Partita l'inaugurazione della narrazione del ciò che fummo..che tristezza

Covid-19 e cali di fatturato: calcola il rischio default delle imprese italianeSecondo la simulazione di Modefinance le imprese più a rischio default “sono quelle con rating intermedio, tra B e BBB, il 65% delle Pmi italiane. Infodata su 24+, sezione premium del Sole 24 Ore

Calcio, in Messico 22 casi positivi al covid nel Cruz AzulLeggi su Sky TG24 l'articolo Calcio, in Messico 22 casi positivi al covid nel Cruz Azul In Italia c'è chi ritiene che è tutto finito.... The business must go on! Peccato che nel calcio italiano ancora nessuno