«Bags: Inside Out», le borse in mostra, a Londra - VanityFair.it

Bellissimo! Al V&A la storia della borsa e i suoi contenuti.

16/02/2020 01.30.00

Bellissimo! Al V&A la storia della borsa e i suoi contenuti.

Dai design più avanguardisti firmati Mulberry e Karl Lagerfeld ai pezzi storici, come la custodia per maschera antigas della Regina Maria durante la Seconda Guerra Mondiale, il percorso espositivo al V&A offre uno sguardo senza precedenti sulla borsa e i suoi contenuti. Reali e metaforici

Victoria & Albert Museumdedica spazio a percorsi espositivi che raccontino un tassello dell’universo moda attraverso una lente nuova e inaspettata: il 25 aprile sarà la volta dellaBags: Inside Out, la più completa mai concepita nel Regno Unito dedicata a questo imprescindibile accessorio.

I due ragazzi contro i genitori No Vax: «Vaccinateci, vogliamo essere liberi» Zan: «Sono incredulo, è un’ingerenza senza precedenti» Un mese alle Olimpiadi: le paure dei giapponesi, i sogni degli italiani. Il podcast

Un’ossessione globale, certo, ma anche un complemento d’abbigliamento funzionale, che va ben oltre le più effimere esigenze di stile, indagata dalla curatrice Lucia Savi per offrirne uno sguardo a 360 gradi.Dall’audacia delle dichiarazioni estetiche alla custodia dei beni più preziosi, la mostra esplora infatti la funzione, lo status – sociale e politico – e la lavorazione artigianale delle borse, attraverso un archivio di 300 oggetti dalla varia dimensione e provenienza, dal 1500 ad oggi.

La prima sezione della mostra,Function, esplora le borse come oggetti pratici, progettati per contenere gli effetti personali di qualsiasi natura,dagli abiti per le vacanze ai documenti riservati, passando per il trucco e persino per lemaschere antigas, come nel caso della borsa appartenuta alla Regina Maria durante la Seconda Guerra Mondiale headtopics.com

. Tra i pezzi più rari e preziosi di questa sezione, anche la scatola rossa per le spedizioni di Winston Churchill, la valigetta di Vivien Leigh e un sorprendente baule Louis Vuitton dei primi del 1900.La seconda sezione si intitola inveceStatus and Identity

, e si focalizza sulla borsa come simbolo culturale e sociale.Passando dal fenomenoIt Bag, dalla Kelly di Hermès in onore di Grace Kelly alla Lady Dior che prende il nome dalla principessa Diana, questa parte della mostra crea un parallelismo tra icone nella cultura popolare, arrivando sino alla Baguette di Fendi sfoggiata da Sarah Jessica Parker in una delle scene più famose di

Sex and the City.Ma non solo, perché le borse di lusso sono diventate anche la tela bianca per slogan, dichiarazioni personali e messaggi politici di impatto, come la borsa con reticolo anti-schiavitù del 1825, la borsaI am NOT a Plastic Bag

di Anya Hindmarch o ancora laMy Body My Businessdell’artista e attivista Michele Pred. Infine, la terza sezione,Design and Making, esamina il processo di progettazione e realizzazione della borsa dal punto di vista artigianale, dallo schizzo al campione, ed è stata realizzata grazie al lavoro di alcuni specialisti dei materiali provenienti da diverse località del mondo, che hanno portato le loro competenze e savoir-faire all’interno delle maison storiche: un fondamentale pezzo del puzzle per comprendere l’universo della borsa, che permette di scoprire l’ingegno e la maestria impiegati dai marchi leader. headtopics.com

Omofobia e ddl Zan, la diplomazia del male minore: il Concordato contro gli estremismi La Chiesa in Parlamento In Edicola sul Fatto Quotidiano del 23 Giugno: - Il Fatto Quotidiano

A chiudere in bellezza, e consapevolezza,Bags: Inside Out,uno sguardo al futuro con una selezione di borse di designer che sperimentano soluzioni innovative e materiali ecosostenibili, tra cui uno zaino Stella McCartney realizzato a partire dai rifiuti di plastica oceanici, e una borsa ricavata da manichette antincendio dismesse, di Elvis & Kresse.

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Harry Potter: tutti i motivi per andare al Warner Bros Studio Tour di Londra - VanityFair.itAspiranti maghi e fan sfegatati di Harry Potter, il 2020 ha in serbo tantissime novità. Qui cosa non perdere e perché andarci 👇 HarryPotter

Le mèches di Ivanka Trump, una citazione degli anni 2000 - VanityFair.itPer la cronaca le care vecchie mèches secondo le previsioni ritorneranno nel 2020. Sono un modo per accessoriare tagli pari di diverse lunghezze come la primogenita del Presidente degli Stati Uniti ha dimostrato cedendo al trend dell' effetto zebra. Vi siete dimenticati Jennifer Aniston

Le mostre d'arte imperdibili del 2020 (nel mondo) - VanityFair.itDal Belgio agli States, da Parigi a Londra (ma passando per Venezia) ecco tutte le mostre da non perdere nei prossimi mesi

Massaggio lifting manuale + elettrostimolazione =effetto botox naturale - VanityFair.itAnche in Italia arriva il concetto del facial bar, un luogo tutto dedicato alla cura del viso, per prendersi cura di sé in mono naturale e non invasivo dove rilassarsi, combattere fatica, stanchezza rughe e ottenere risultati effetto lifting

«Diavoli», così Patrick Dempsey debutta a Roma - VanityFair.itSky ha rilasciato il primo, e brevissimo, trailer della sua serie originale che, tratta dal best seller omonimo di Guido Maria Brera, si avventura nel mondo oscuro della finanza. Protagonista, accanto all'ex dottor Stranamore, Alessandro Borghi In realtà è; ' quello che faceva il dottore in una serie una volta' che è accanto ad alessandroborghi 🤣

Massimo Bottura e Gucci aprono l'«Osteria» di Beverly Hills - VanityFair.itLo chef tre stelle Michelin apre a Los Angeles un nuovo ristorante con gucci: com'è, cosa si mangia, le star al party di inaugurazione massimobottura