Americacina, America Cina

Americacina, America Cina

America-Cina di Mercoledì 06 maggio

06/05/2020 14.58.00

🇺🇸🇨🇳 Don Shula, morto lunedì a 90 anni in Florida, se ne è andato lasciando una serie di record scolpiti nel libro della Nfl, uno dei quali non potrà mai essere battuto, al massimo pareggiato. Su AmericaCina lo racconta docalcagno 🏈

Mercoledì 06 maggioMarilisa PalumboBuongiorno,ieri il grande virologo Anthony Fauci - la cui task force Donald Trump annuncia di voler presto smantellare - ha ribadito che il covid-19 non è stato costruito in laboratorio: ma non è questa l'(unica) base delle accuse dei governi e delle intelligence occidentali nei confronti della Cina. L'inchiesta internazionale che Ue e altri si preparano a chiedere riguarderà, se mai ci sarà, soprattutto gli errori e la mancanza di trasparenza iniziale di Pechino. Una pressione che spaventa la leadership cinese anche per le ricadute sul fronte interno, come testimonia un documento arrivato sul tavolo di Xi Jinping (e trapelato sulla stampa occidentale), che evoca persino Tienanmen.

Berlusconi: 'Il Green pass è uno strumento di tutela della vita e della libertà, irresponsabile fomentare divisioni' “Ora salario universale e meno ore di lavoro” - Il Fatto Quotidiano Green Pass, scaricati oltre 100 milioni di certificati: accelerazione negli ultimi 3 giorni

Ma oggi oltre che parlarvi di amari bilanci, di tensioni razziali, di privacy e di domande impossibili sul valore della vita umana, vi raccontiamo anche una piccola grande storia di generosità che attraversa secoli e oceani, e vi lasciamo con l'«obituary» di un incredibile personaggio di sport, «larger than life», che ha battuto record su record eppure ripeteva: «Il fallimento non è una tragedia».

Buona lettura.La newsletter America-Cina è uno dei tre appuntamenti de «Il Punto» del Corriere della Sera. Chi si vuole iscrivere può usufruire di un periodo di prova di 30 giorni, registrandosi.Se invece avete osservazioni o consigli, potete scriverci all'indirizzo: americacina@corriere.it headtopics.com

1. Giorni contati per il dottor Fauci: Trump pensa già a smantellare la task force (mentre i decessi salgono)Il presidente Donald Trump, senza mascherina, ieri in un impianto che produce mascherine in ArizonadiGiuseppe Sarcinacorrispondente da Washington

Il tempo della task force, di Anthony Fauci e di Deborah Birx sta per scadere.Ancora qualche settimana, forse un mese e il team di medici e scienziati sarà smantellato.Lo confermaDonald Trump alla sua prima uscita, dopo settimane di fermo a Washington

. «Avremo qualcosa di diverso», ha detto il presidente ai reporter, mentre visitava un impianto che produce mascherine in Arizona. Per inciso non ne ha trovata neanche una che gli piacesse.Ha girato tra i macchinari protetto solo da un visore, nonostante i cartelli appesi ovunque: «Nei reparti è obbligatorio l’uso della mascherina»

.Ormai sappiamo quanto Trump sia allergico ai vincoli troppo rigidi e anche ai richiami, alle previsioni degli scienziati. Negli ultimi giorni si è parlato e scritto spesso delle sofferenze di Fauci,il grande virologo alle prese con le fughe in avanti e con gli strafalcioni del presidente headtopics.com

Reddito di cittadinanza, ministro Patuanelli: 'Va potenziato. Metterlo in discussione è fuori dal tempo, inspiegabile' - Il Fatto Quotidiano I Green pass scaricati hanno superato quota 100 milioni Oltre 100 milioni di green pass scaricati. Sprint in vista dell’obbligo

. Ma anche per Trump la convivenza forzata con i dottori non deve essere stata facile.Adesso che l’America sta per ripartire,il leader della Casa Bianca rivuole mano libera: «Faremo qualcosa di diverso, anche se gli scienziati rimarranno come consiglieri». Vedremo.

Il punto è che l’annuncio suona, inevitabilmente, come la fine dell’emergenza.Il Paese se lo può permettere?Le previsioni del Cdc, l’autorità sanitaria federale, sono inquietanti.Il contagio potrebbe diffondersi con un aumento del 20% nei 32 Stati riaperti.

L’epidemia sta leggermente rallentando a New York, ma cresce in altre città, come Chicago e Los Angeles.Si spinge nella profondità dell’America rurale.Oggi si contano già più di 70 mila morti.Da qui al 4 agosto, conclude il Cdc, potrebbero essercene altri 100 mila in più.

Agli Stati Uniti farebbe ancora comodo la bussola di Fauci.2. Il presidente Usa ammette che riaprire costerà nuove vittime e torna la domanda: quanto vale una vita umana?Una infermiera piange uno dei suoi colleghi morti a causa del coronavirus in una manifestazione davanti al Mount Sinai Hospital di Manhattan headtopics.com

diMassimo Gaggida New YorkQuanto vale una vita umana? Alcuni anni fa (era Obama) gli esperti dell’Omb, l’ufficio di Bilancio della Casa Bianca, avevano messonero su bianco un calcolo teorico. Basandosi su vari fattori di rischio — dal fumo alla guida di veicoli, fino ai lavori usuranti o pericolosi e, addirittura, alle insidie della carne poco cotta — avevano stimato che

in America una vita vale, in media, dai 7 ai 9 milioni di dollari.Il tema è tornato d’attualità col coronavirus, madopo le reazioni indignate suscitate dalle prime sortite di Boris Johnsonche voleva traghettare la Gran Bretagna verso l’immunità di gregge senza alcun lockdown anche a costo di pagare un alto prezzo di vite spezzate,

Socialisti, Verdi, Liberali: quale sarà il programma del prossimo governo tedesco? Zerocalcare: 'L'Italia è una Repubblica fondata sulla memoria a compartimenti stagni: ognuno si ricorda quello che vuole' Ricciardi: con 90% vaccinati stato emergenza si potrà attenuare

tutti, compresi i fan di un’America aperta a tutti i costi, hanno evitato l’argomento. Tanto più che, nel frattempo, anche Johnson aveva fatto dietrofront già prima di ammalarsi e finire in rianimazione.Maadesso che 31 Stati (soprattutto, ma non solo, a guida repubblicana) si accingono a riaprire i battenti da lunedì prossimo, la questione è di nuovo sul tavolo

. C’è chi lo chiama prezzo della vita, chi preferisce usare l’espressionetrade off, il rapporto tra la sofferenza per la perdita di una vita e quella per la devastazione dell’economia.«Nessun politico ne vuole parlare, ma è di questo che stiamo discutendo», ammonisce Andrew Cuomo

, governatore di uno Stato, New York, che si sta muovendo con più cautela di altri, anche perché investito in pieno dalla tempesta del Covid-19.Ha ragione a sostenere che questo è, ormai, il tema, ma il tabù sta cadendo. Fino a qualche giorno fa c’era solo il vicegovernatore del Texas, Dan Patrick, a dichiararsi pronto, da settantenne assai esposto, a rischiare la vita pur di lasciare a figli e nipoti un’America economicamente forte e prospera. Ma adesso sono

parecchi gli esponenti conservatori a dirsi pronti a pagare un prezzo più elevato in termini di vite umane: dall’ex governatore del New Jersey, Chris Christie («Voglio tutelare la vita, ma è inevitabile pagare un prezzo per salvare il nostro stile di vita»), a Rudy Giuliani, che fu sindaco di New York,

il messaggio è quello di riaprire anche accettando di avere molti più decessi.Difficile negare che si morirà di più, visto che già ora le vittime, salvo New York, Seattle e la Louisiana dove sono state adottate le misure cautelative più severe, sono in aumento quasi ovunque. Ma i nuovi modelli che escono di continuo con previsioni di perdite di vite umane raddoppiate in caso di frettolosa riapertura di un’America che non ha ancora un sistema di monitoraggio efficace,

spingono anche Donald Trump a uscire allo scoperto: oltre a smantellare la task force anti Covid, adesso sostiene che i modelli hanno un valore relativo.Ammette che riaprire costerà vite umane, ma aggiunge che anche tenere il Paese chiuso provoca vittime, sia pure di altro tipo: suicidi, violenze domestiche, droga.

P.S. (Andrea Marinelli)Rispetto al suo vice Dan Patrick, il governatore del Texas Greg Abbott è sempre stato più cauto, ma ora una sua telefonata privata con i parlamentari statali, di cui ilDaily Beastha ottenuto una registrazione, sta facendo discutere.

«Ogni rapporto medico e scientifico mostra che la riapertura dello Stato farà automaticamente aumentare i contagi», ha spiegato Abbott, che pubblicamente aveva invece sostenuto che un eventuale incremento sarebbe stato riconducibile soprattutto all’aumento dei test.

Nonostante la consapevolezza dei rischi, però, ha annunciato la fine del lockdown.3. Il dossier che avverte Xi: si rischia una nuova Tienanmen, ispirata dall’AmericadiGuido SantevecchiSul tavolo di Xi Jinping è arrivato un rapporto che lo avverte del rischio di una nuova Tienanmen.

Nel senso che i sentimenti anti-cinesi si sono rafforzati nel mondo (e nei governi del mondo), spinti dalla crisi coronavirus e daisospetti di copertura e omissioni sull’inizio dell’epidemia a Wuhan, poi diventata pandemia.Il dossier è stato preparato da un think tank del ministero per la sicurezza statale di Pechino

. Gli analisti scrivono di rischio Tienanmenper ricordare l’isolamento internazionale e le sanzioni economiche subite dalla Cina dopo la strage del 1989.Il documento è stato fatto filtrare da Zhongnanhai, il quartier generale del Partito-Statoed è arrivato all’ufficio della

Reuters(che ha dimostrato di avere ottimi contatti e negli ultimi mesi ha ricevuto diverse fughe di notizie). È chiaro che Xi è ben consapevole del rischio di una campagna anti-cinese, guidata dagli Stati Uniti. Ogni giorno, da settimane, Donald Trump e Mike Pompeo bombardano di accuse sul «Virus di Wuhan» e il «Virus cinese», giurando di avere prove sulle colpe del partito comunista.

Leggi di più: Corriere della Sera »

Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

Leggi su Sky TG24 l'articolo Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

La Cina vuole rimisurare l’altezza dell’Everest con i satelliti e il 5G: la cima è a 8844 metri?Pechino ha approfittato del lockdown per inviare un team cinese a conquistare il tetto del mondo a 60 anni dalla salita dal versante Nord. Ma ora ha aggiunto una squadra di 53 scienziati C’è un errore. I cinesi non devono superare l’Hillary step perché quel passaggio sta sulla via del colle sud (versante nepalese, quest’anno chiuso dallo stesso Paese). Dalla Cina si sale per il colle nord, l’’Hillary Step sta sul versante opposto. Il regime cinese deve misurare gli omissis le bugie i milioni di animali barbaramente uccisi e i virus che esporta

Programmi TV da non perdere stasera, mercoledì 6 maggioLeggi su Sky TG24 l'articolo Programmi TV da non perdere stasera, mercoledì 6 maggio

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di mercoledì 6 maggio 2020Le prime in edicola oggi

Ancora un rinvio, liberare Zaki è una battaglia di tuttiIl corsivo di Francesco Battisti sul Corriere del 6 maggio 2020 E di liberare l'umanità dal deep state no? Non vi piace?

Che futuro ha l’esecutivo?Attorno al decreto di aprile, che non verrà varato nemmeno nella prima settimana di maggio, si consuma un duro braccio di ferro tra l’ala «produttivista» e l’ala «assistenzialista» del governo Lungo Nessuno...appena finita la finta emergenza crolla tutto. Speriamo breve!

Via libera (con riserva) al Quantitative easing: ecco cosa significa anche per l’ItaliaIl 5 maggio la corte costituzionale federale tedesca ha emesso la sua sentenza sul ricorso di costituzionalità presentato contro il programma di acquisto di titoli pubblici (Pspp) della Banca centrale europea Come invidio la Germania che ha una costituzione e la applica...