Alluminio, tornano le speculazioni sulle scorte

Alluminio, tornano le speculazioni sulle scorte

10/06/2020 09.31.00

Alluminio, tornano le speculazioni sulle scorte

Com’era successo dopo la recessione del 2009, l’alluminio si sta accumulando in grandi quanrità. Ma non è solo colpa della crisi da coronavirus

: l’accumulo di scorte a fini di lucro. Era già avvenuto dopo la grande recessione globale del 2009, con un lungo strascico di conseguenze per il mercato. E c’è la sensazione che stia succedendo di nuovo, benché il London Metal Exchange (Lme) si sia dotato di nuove regole per prevenire il ripetersi delle passate difficoltà.

Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Il Fatto di Domani del 21 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano

Nei magazzini della Borsa metalli londinesele scorte sono aumentate di oltre il 50% negli ultimi tre mesi, fino a raggiungere livelli record: 1,54 milioni di tonnellate, il massimo da maggio 2017. E questo è solo un piccolo scorcio della realtà.

Gran parte dell’alluminio è accumulato fuori dal sistema ufficiale dei magazzini di borsa. A livello globale le scorte – comprese quelle custodite nell’ombra – potrebbero salire di circa un terzo quest’anno, prevedono gli analisti di CRU, fino a 16 milioni di tonnellate. headtopics.com

La pandemia da coronavirus (così come la recessione del 2009) ha inferto un duro colpo ai consumi industriali di metalli. Maa spingere all’accumulo di alluminio non è soltanto la crisi. Del resto le scorte continuano ad aumentare anche adesso che – con l’uscita dal lockdown – il prezzo al Lme è tornato a salire, riportandosi sopra 1.600 dollari per tonnellata, sui massimi da marzo (base tre mesi).

L’aspetto centrale è il contango: il prezzo a futuri è tuttora decisamente più alto di quello per consegne vicine. «Una delle migliori operazioni a rischio zero in questo momento è comprare dell’alluminio e metterlo in un magazzino», afferma Eoin Dinsmore di CRU. «A farlo non sono solo le società di trading globali, tutti vedono che c’è una buona opportunità per fare soldi».

Leggi di più: IlSole24ORE »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Le imprese al presidente dell’Inps Tridico: «Sulla Cig parole inaccettabili»Per il presidente di Confindustria Bonomi quelle sulle aziende che non riaprono per pigrizia imprenditoriale «sono scioccanti per il mondo produttivo» Tridico, secondo me, non ha inteso dare voce ad alcuno spirito anti industriale. Se voi leggete quello è perchè l'industria non ha più la centralità di un tempo e deve chiedersi come cambiare: più rispetto dell'ambiente, nuovi modelli di lavoro, meno finanza, ecc. Tutti stanno alla finestra ad aspettare che cadono le pere dall’albero. Si contesta solo senza collaborare nel trovare soluzioni, si chiede senza dare. Gli imprenditori sevo solo vergognarsi

Lazio, difesa da scudetto: Inzaghi si affida allo schermo LeivaIl tecnico confida sulle doti tattiche del brasiliano a protezione del reparto. L’ex Wilson convinto: 'È un muro insuperabile'

L'evoluzione beauty di Johnny Depp, 57 anni da sex symbol ribelleDai capelli lunghi al kajal allo smalto sulle unghie, ritratto beauty di una star per niente convenzionale, che compie 57 anni il 9 giugno

Roma, 15enne sulle strisce travolto e ucciso da auto - ItaliaA Roma 15enne sulle strisce travolto e ucciso da un'auto. Arrestato il conducente 22enne, risultato positivo all'esame tossicologico VIDEO ANSA 😢

Investito sulle strisce da un'auto a Roma, muore un 15enne - CronacaRitorno alla vita di prima? Mi fa tristezza constatare anche oggi, come a poche ore dalla fine del lockdown che molti non hanno imparato nulla, neanche il rispetto di semplici regole. Chi beve non guida, e tanto meno chi assume sostanze, che ad oggi è ancora illegale. 🤐

Il paradosso dell’oro: il prezzo sale sulle piazze mondiali ma crolla in quelle localiLa quotazione del prezioso metallo, più alta rispetto al periodo pre Covid-19, impoverisce la filiera di 41 milioni di minatori in piccola scala, che rappresentano il 20% della produzione mondiale annua