Mascherine, Dpi

Mascherine, Dpi

Allarme mascherine cinesi: non proteggono. Gdf alle Asl: ritirarne 250 milioni

Procura di Gorizia: allarme su 12 lotti arrivati dalla Cina in Italia da luglio ad oggi

13/04/2021 11.22.00

Dalla procura di Gorizia arriva l'allarme sulle mascherine cinesi. Tutti i motivi che hanno portato alla decisione delle Fiamme Gialle di bloccare l'uso dei dpi appartenenti a 12 lotti arrivati in Italia da luglio 2020 a oggi.

Procura di Gorizia: allarme su 12 lotti arrivati dalla Cina in Italia da luglio ad oggi

2' di letturaDagli ospedali e dalle strutture sanitarie italiane dovranno essere ritirate 250 milioni di mascherine Ffp2 e Ffp3. Un quantitativo enorme, pari quasi alla metà di quelle importate in Italia dall’inizio della pandemia (530 milioni). È la richiesta che è stata diramata dalla Gdf di Gorizia alle Asl italiane, a cui fanno capo le strutture del sistema sanitario. Le Fiamme gialle hanno infatti deciso di bloccare l’uso dei dispositivi di protezione appartenenti a 12 lotti, arrivati dalla Cina in Italia da luglio 2020 ad oggi.

L'Uomo di luglio: Romelu Lukaku in copertina Per SuperMario l’Immenso si citano Gesù, Sánchez, Kissinger e Gadda - Il Fatto Quotidiano Gb: basta pubblicità di cibo spazzatura in tv prima delle 21 - Mondo

L’inchiesta della procura di GoriziaTutto nasce da un seguestro disposto a fine marzo dalla procura di Gorizia nei confronti di una lista di dodici tipi di prodotti arrivati dalla Cina, per i quali gli inquirenti avevano chiesto «il ritiro immediato». L’allarme era stato lanciato dalla Asl di Gorizia, che aveva chiesto di effettuare approfondimenti sulla qualità dei prodotti.

Loading...VisualizzaFiltraggio inefficaceLe prove di laboratorio realizzate su un campione significativo ne hanno messo in luce l’inefficacia del filtraggio. Un fatto preoccupante, che ha portato gli inquirenti a sequestrare subito un quantitativo di 60 milioni di dispositivi Ffp2 e Ffp3 nei magazzini del Commissario all’emergenza sanitaria. «Queste mascherine costituiscono il residuo di forniture per circa 250 milioni di pezzi ereditato dalla precedente gestione della struttura per l’emergenza», avevano spiegato i finanzieri. Da qui il successivo passaggio: tutto il quantitativo dei lotti dovrà essere ritirato. headtopics.com

Probabile la contraffazioneNei prossimi giorni dunque le Asl dovranno verificare cosa rimane di tutti quei dispositivi - che potrebbero già essere stati in buona parte utilizzati - e bloccarne l’uso.L’ipotesi più probabile è che si tratti di mascherine contraffatte, con una falsa certificazione Ce2163 (visto che è questo il marchio più utilizzato in Italia per i dispositivi di protezione personale).

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Ma come fanno ad entrare in europa notizia curiosa visto checTUTTE le mascherine, eccetto quelle di comunità, sono cinesi.

Come evitare le mascherine contraffatte - DonnamodernaSul mercato ci sono 250 milioni mascherine Ffp2 e Ffp3 non a norma. Ecco i consigli per riconoscerle mascherina Covid

Coronavirus, ultime notizie: Usa, via libera al vaccino tra i 12 e i 15 anniIn Italia si discute di riaperture e spostamento del coprifuoco. Con 30 milioni di vaccinati, stop alle mascherine all’aperto

Covid, nullatenente consegnava in Porsche mascherine illegali. Ecco come è finitaCovid, nullatenente consegnava in Porsche mascherine illegali: 5 milioni di dispositivi sequestrati in un deposito clandestino Una volta bisognava spacciare droga per potersi permettere un Porsche.. ora basta qualche mascherina cosa aspetta la lega a candidarlo?

Inchiesta mascherine cinesi, Arcuri indagato per peculato. “Non ne so nulla”L’ex comissario commenta l’anticipazione del quotidiano “La Verità”: «Continueremo a collaborare» MassimGiannini NOn avvertite l'impellente necessita' di capire perché l'Italia si deve rivolgere ad intermediari per acquisti di beni all'estero? Perche' non servirsi delle ambasciate o dei funzionari della P.A.? Davvero pensiamo che i costi degli intermediari non ricadano comunque su di noi? Ma, li, ancora più su, c'erano dei tizi che regalavano alla Cina, in segno d'amicizia, per il trattato della via della seta, le scorte di mascherine italiane..