Allarme coronavirus alla Casa Bianca, secondo positivo in due giorni

Allarme coronavirus alla Casa Bianca, secondo positivo in due giorni

08/05/2020 23.47.00

Allarme coronavirus alla Casa Bianca, secondo positivo in due giorni

Contagiata Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, dopo un militare assegnato a Trump come assistente personale

paolo mastrolilliContagiata Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, dopo un militare assegnato a Trump come assistente personaleKatie Miller, portavoce del vice presidente Pence, con il marito, consigliere di Trumppaolo mastrolilli

Pubblicato il08 Maggio 2020DALL’INVIATO A NEW YORK.  Allarme coronavirus alla Casa Bianca, dopo il secondo contagio in due giorni. Ieri l’epidemia ha colpito Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, dopo che giovedì si era ammalato un "valet" di Trump, cioè un militare assegnato come suo assistente personale.

Leggi di più: La Stampa »

Governo all’ultima spiaggia?

Tutti i retroscena che danno il Presidente del Consiglio come stanco delle continue liti tra i partiti che continuano a tirarlo per la giacchetta Leggi di più >>

Usa, la Casa Bianca: sull’uso delle mascherine libertà ai singoliSono 278 i morti di Coronavirus nelle ultime 24 ore in Francia. La cifra - comunicata dalla Direzione generale della Sanità - fa salire a 25.809 il...

Ristrutturazioni, il bonus «verde» per la casa sale al 110%Fraccaro: «E’ il vero choc per il rilancio dell’economia». Nel decreto maggio pure un voucher vacanze Reddito di emergenza, contributo da 800 euro Il miracolo del pane e dei pesci Attenzione, facciamo chiarezza. Il bonus non riguarda le 'normali' ristrutturazioni, ma bensì, esclusivamente, gli interventi migliorativi che riguardano il risparmio energetico e l' antisismica.

Michael Bublé con i «Fratelli in Affari»: una casa per la badante del nonno - VanityFair.itIl cantante, come già Brad Pitt, ha preso parte al nuovo show di Jonathan e Drew Scott, «Celebrity IOU». Come da copione, ha scelto una persona a lui cara alla quale regalare una casa. E a suggerirgliela, in punto di morte, è stato il nonno trevigiano, Demetrio Santagà

4 Ristoranti a Roma, A Casa di Fulvia: il menu e 4 cose da sapereLeggi su Sky TG24 l'articolo 4 Ristoranti a Roma, A Casa di Fulvia: il menu e 4 cose da sapere

Frullati light: 5 ricette detox da fare a casaLa mattina a 'casa Kate Middleton', per esempio, inizia con un bel frullato di spirulina, cavolo, matcha, spinaci, lattuga romana, coriandolo e mirtilli 🥤

La voglia di uscire e la necessità di fare ancora uno sforzo restando a casa - VanityFair.itTroppa gente in giro vicina e senza mascherina: è vero che nella fase due si può uscire, ma la situazione non è sotto controllo e l'invito è per tutti a resistere ancora

di paolo mastrolilli Contagiata Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, dopo un militare assegnato a Trump come assistente personale Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, con il marito, consigliere di Trump paolo mastrolilli Pubblicato il 08 Maggio 2020 DALL’INVIATO A NEW YORK.  Allarme coronavirus alla Casa Bianca, dopo il secondo contagio in due giorni. Ieri l’epidemia ha colpito Katie Miller, portavoce del vice presidente Pence, dopo che giovedì si era ammalato un "valet" di Trump, cioè un militare assegnato come suo assistente personale. Katie è sposata con il consigliere del capo della Casa Bianca Stephen Miller, che gestisce le sue politiche per l’immigrazione, dalla costruzione del muro lungo il confine col Messico ai vari bandi imposti sugli ingressi negli Stati Uniti. Ciò aumenta la preoccupazione, perché la portavoce è spesso molto vicina a Pence, mentre suo marito ha contatti frequenti con lo stesso Trump. Dopo il caso di giovedì del valletto, il presidente si è lamentato di non essere abbastanza protetto. Perciò i controlli di sicurezza sono stati aumentati in tutta la Casa Bianca. Trump e Pence ora vengono sottoposti ai test del coronavirus ogni giorno, e lo stesso devono fare le persone che si avvicinano a loro. Il problema è che il contagio può avvenire anche attraverso persone asintomatiche, e quindi l’unica garanzia può venire dagli esami costanti di chi può entrare in contatto con il presidente. Gli Stati Uniti sono il primo paese al mondo per casi e morti, con oltre 76.000 decessi. Nonostante questo il capo della Casa Bianca sta spingendo per la riapertura delle attività economiche, dopo che nel mese di aprile la disoccupazione è salita al 14,7%, un livello che non si vedeva in America dai tempi della Grande Depressione. ©RIPRODUZIONE RISERVATA