Alber Elbaz: il ritorno con AZ Factory, tra tradizione e innovazione - VanityFair.it

Alber Elbaz è tornato e presenta la sua nuova avventura

28/01/2021 19.30.00

Alber Elbaz è tornato e presenta la sua nuova avventura

Il creativo, fino al 2015 direttore artistico di Lanvin, presenta la sua nuova avventura nell'edizione on line della fashion week parigina dedicata alla Haute Couture. Una moda inclusiva e sostenibile frutto di una approfondita ricerca sul design, le tecniche e i materiali

Yoox-Net a porter, una «startup pensata per trasformare i sogni in realtà».LEGGI ANCHEQuello di Elbaz è davvero un cambio di paradigma. Affida il racconto del percorso della sua intima rivoluzioneal lungo video pubblicato sul sito del marchio

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi 18/24 giugno 2021 • Numero 1414 Limoni

che è molto più di una sfilata di capi. «Mi ci è voluto del tempo per innamorarmi di nuovo della moda» confessa seduto a una scrivania immersa nell’oscurità da cui spuntano i capelli tinti di biondo e i suoi inconfondibili occhiali «in questi anni ho viaggiato in lungo e in largo per il mondo: una visita in Silicon Valley mi ha fatto sognare ancora». È là nella terra in cui nascono le imprese più innovative del mondo che Alber Elbaz si è posto questa domanda: «

Tradizione e tecnologia possono ancora coesistere?La risposta è un grande sì!».A post shared by AZ Factory (@azfactory)È così che è cominciata una grande ricerca sul design, sui materiali e su una produzione sostenibile fino alle minuterie passando per i gioielli e le sneakers: un’esperienza compiuta dal creativo come se fosse un ingegnere (lo dice lui stesso nel video) che progetta con i pennarelli gli abiti da indossare nella vita di tutti i giorni. headtopics.com

La collezione firmata AZ Factory va dalla XXS alla 4XLed è pensata sia per la donna minuta che non vuole acquistare i suoi vestiti nei negozi per bambini sia per chi fa fatica a entrare nelle taglie canoniche. L’abito aderente è scolpito sul corpo, non fascia ma valorizza ogni fisicità così come il

little black dressimmaginato dall’ingegner Elbaz che rende preziosa anche la zip oltre che facile da slacciare (prezzi a partire dai 210 euro).In questo quadro non potevano mancare lesneakers. Ribattezzate dal team di marketing del marchioPointy Sneaks

, Alber Elbaz preferisce chiamarleSneaky Pumpsperché in questo disegno ha voluto fondere il mondo delle scarpe femminili per antonomasia con quello che ora va per la maggiore con una punta che allunga la silhouette.Le etichette care alla fashion industry stanno tramontando in favore dell’inclusività e di una produzione responsabile

ed è per questo che in questa nuova avventura si preferisce parlare di storie e progetti più che di collezioni e capsule. In questo orizzonte stravolto dalla pandemia, si inseriscono un altro paio di capitoli che conosceremo in primavera: una linea di abiti comodi per passare dallo yoga mattutino a una call di zoom e – potevano forse mancare? – una rassegna di coloratissimi pigiami. «In questo anno mi sono mancati gli abbracci, la distanza sociale per me è stata un killer» aggiunge «quindi con alcuni artisti ho pensato a pigiami che fossero un bacio, un abbraccio, da indossare sia per stare pigramente a letto o per uscire». Ecco dove il vecchio Alber Elbaz incontra il suo futuro: la scommessa è quella di mescolare ironia e follia con l’innovazione. Se questo è l’inizio, non sarà difficile vincere. headtopics.com

Morto Paolo Armando, partecipò a Masterchef: lo chiamavano «tigre» Sileri, stop ai voli dal Regno Unito se la variante Delta elude i vaccini Liliana Segre: 'Le parole sono pietre. No all'indifferenza verso chi sparge odio' Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Alber Elbaz: ovunque ci sia qualcuno che amo, sarà sempre la mia casaUno strabiliante impasto di entusiasmo e intelligenza: se ne va uno dei creativi più geniali e innovativi della moda. Lo ricordiamo nella sua ultima, emozionata intervista nella sua lingua madre.

Alber Elbaz nella storia, il ricordo dello stilistaI suoi abiti ci hanno fatto sognare, e non smetteranno di farlo. Ve li ricordate?

In memoria di Alber Elbaz: l'incontro del designer con Francesco BonamiIronico, gentile, appassionato questo il ritratto di Alber Elbaz che emerge da un'intervista che ci aveva concesso nel 2017. La ripubblichiamo in ricordo dello stilista

Lo stilista Alber Elbaz è morto a 59 anni - iO DonnaLo stilista Alber Elbaz è morto di COVID-19, aveva guidato Lanvin dal 2001 al 2015 e aveva appena debuttato con un nuovo progetto, AZ Factory

Intervista ad Alber Elbaz, lo stilista che parla alle donne: «Small o large non importa: amati»Dopo cinque anni di silenzio e ricerche lo stilista torna con un progetto (democratico) per vestire tutte: abiti confortevoli come sneaker e anatomici per «accarezzare». «Basta soffrire»