Agnelli: “La Juventus non ha fallito, la Super Lega è un grido d’allarme”

Agnelli: “La Juventus non ha fallito, la Super Lega è un grido d’allarme”

04/06/2021 16.02.00

Agnelli: “La Juventus non ha fallito, la Super Lega è un grido d’allarme”

Il presidente bianconero congeda il ds Fabio Paratici dopo 11 anni, ringrazia Pirlo («E’ stata una stagione positiva») e accoglie Allegri: «Ha voglia di ributtarsi in un’avventura di lunga programmazione»

14:06TORINO. Più che un saluto, è la fine di un’era. Dopo 11 anni di Juventus con 19 trofei vinti, Fabio Paratici lascia il club ricevendo gli onori di Andrea Agnelli. «E’ arrivato che era un ragazzino – commenta il presidente bianconero – e va via un uomo vincente. Ha gestito la Juve in uno dei momenti più difficili nella storia del calcio: abbiamo giocato un calcio surreale causa Covid, in queste due stagioni non c'è stato nulla di normale. Ha fatto tanti colpi di mercato, voglio citare Tevez, Dybala e Cristiano Ronaldo, mentre l’unico rammarico è non aver preso Van Persie quando avevamo anche organizzato una cena a casa mia».

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio Roma, autobus in fiamme sulla Portuense, nessun ferito

Paratici sorride e ringrazia («E' un club speciale, sono stati anni meravigliosi durante i quali abbiamo vinto tanto e perso tanto»), ma la commozione è evidente tra i due massimi dirigenti. La conferenza stampa congiunta diventa così per anedotti, ricordi e soprattutto l’occasione per fare un bilancio di questo lungo cammino. Però Agnelli analizza anche la stagione appena conclusa (con annessa rivoluzione legata al ritorno di Allegri in panchina) e lancia messaggi chiari sul futuro della Juve e della Super Lega.

«Ringrazio Pirlo e il suo staff tutto – ha subito detto Andrea Agnelli -: se fallimento vuol dire due trofei e una qualificazione in Champions, allora siamo disponibili a sbagliare un anno. E' stato un anno positivo, ma anche complesso per il Covid: ci sono state difficoltà e non sempre abbiamo trovare le risposte che volevamo. In quest'annata dobbiamo imparare dagli errori commessi da tutti». headtopics.com

Paratici se ne va (il Tottenham lo vuole) e torna Allegri, più di una rivincita per il tecnico esonerato due anni fa dalla dirigenza bianconera. «E’ la prima volta che mi trovo a parlare del ritorno di Max Allegri – ha aggiunto il presidente Agnelli – e quello che mi piace sottolineare e che abbiamo visto in questi giorni e nelle interlocuzioni e che mi piace la grinta, la determinazione e la voglia di ributtarsi in questa avventura. Sarà, come abbiamo annunciato, un'avventura di lunga programmazione continua, quindi di questo siamo tutti estremamente felici».

Impossibile non parlare della Super Lega e dello scontro in corso con l’Uefa. «Ho cercato per anni di cambiare le competizioni europee dall'interno – ha spiegato il presidente bianconero -, perché i segnali di crisi erano evidenti già prima della pandemia. Il sistema concentra il potere in un monopolio. La Superlega non è un colpo di stato, ma un grido disperato di allarme per un sistema che, consapevolmente o meno, si indirizza verso l'insolvenza. Il modello è da cambiare e desideriamo aprire un dialogo con l'Uefa, si deve trovare una sintesi per tutti quanti».

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io.

Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Ha fatto schifo Quando si sbaglia, andagn, si chiede scusa. Avevo un allenatore fuoriclasse e l'ho cacciato via, scusate. Volevo riscrivere le regole del calcio insieme ad altri sette e mettere tutti gli altri davanti al fatto compiuto, scusate. E lasciamo stare Suarez per carità di patria. Un disperato grido d’allarme di chi, indebitandosi fino al collo, ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità drogando le competizioni.

Infatti pur avendo già un portiere state per prendere donnarumma a più di 10 netti (più di 20 lordi) anno più la stecca a Raiola... Faccio fatica a non mandarti a quel paese Per evitare l’insolvenza non si spende più di quanto si guadagna, se aumenti gli incassi per aumentare le spese sei punto e a capo, la realtà è che non vuole rispettare le regole

La Nestlé ammette: «La maggior parte dei nostri prodotti è dannosa per la salute»Un'ammissione forse troppo tardiva...

Cara Fede Pellegrini, dopo l'argento nei 200 stile libero meriti l'oro per la tua frangettina superLa frangia scalata di Fede Pellegrini è toppp mafaldina88 FedericaPellegrini

Manizha, chi è la cantante femminista che spaventa la Russia conservatrice - VanityFair.itHa rappresentato la Russia all'Eurovision Song Contest e ha scatenato la polemica per la sua vivace esibizione

Vogliamo tutta la verità e soltanto la verità sugli effetti dei probiotici sulla nostra pellePossono cambiare l'aspetto della pelle, influire sul metabolismo e persino sull'intestino: i probiotici per la pelle sono veri alleati di benessere da scoprire

La prima Millemiglia con la guida autonoma degli 'argonauti' di Parma

M5S, l'ex ministra Trenta: 'Lascio il Movimento, non è più la casa della trasparenza'In un messaggio su Facebook l'annuncio dell'addio: 'Dovevamo e volevamo cambiare il Paese e invece, tra troppe paure, è cambiato il Movimen… Ciao, sarà molto più bello. È preoccupante, la trasparenza è stato uno dei valori fondanti del Movimento 5S Bisogna discutere dentro il partito per dare un contributo. Fuggire significa non saper discutere.