Adesso Ita e Alitalia, entrambe totalmente pubbliche, litigano sul valore del marchio. Continua la mobilitazione dei lavoratori - Il Fatto Quotidiano

Adesso Ita e Alitalia, entrambe totalmente pubbliche, litigano sul valore del marchio. Continua la mobilitazione dei lavoratori

21/09/2021 22.05.00

Adesso Ita e Alitalia, entrambe totalmente pubbliche, litigano sul valore del marchio. Continua la mobilitazione dei lavoratori

Ita, la “nuova Alitalia”, litiga con la vecchia Alitalia per la valutazione del marchio della compagnia: 290 milioni di euro. Curioso visto che Ita è una società dello Stato che deve dare dei soldi ad un’alra società dello Stato. A pagare e incassare alla fine siamo noi insomma. Tutta l’operazione è stata messa in piedi …

Alitaliaper la valutazione del marchio della compagnia: 290 milioni di euro. Curioso visto che Ita è una società dello Stato che deve dare dei soldi ad un’alra società dello Stato. A pagare e incassare alla fine siamo noi insomma. Tutta l’operazione è stata messa in piedi per soddisfare Bruxelles che per l’ennesimo salvataggio della compagnia ha chiesto

Berlusconi, Meloni e Salvini: il video dell’incontro a Villa Grande De Luca: 'In Campania non c'è diritto di cittadinanza per i 'no green pippe'. Rivendicano il diritto di contagiare gli altri' - Video - Il Fatto Quotidiano Mondiali di ciclismo su pista, oro per l'italiana Martina Fidanza

“discontinuità”. Secondo Alitalia il valore del marchio è corretto e frutto di una perizia indipendente. Il numero uno di ItaAlfredo Altavillareplica che la cifra “ci ha sorpresi, il valore è irrealistico. Se una compagnia in 11 anni ha generato 3,5 miliardi di perdite operative, mi sembra una valutazione non realistica e noi dobbiamo stare sul mercato”. Il manager ha aggiunto che che è stato convocato “un Cda straordinario per venerdì per esaminare la questione” e quindi decidere

se partecipare o meno alla gara per il brandAlitalia.Leggi AncheIntanto i lavoratori di Alitalia scendono nuovamente in piazza aRoma e a Fiumicinoper protestare contro il piano industriale della nuova compagnia che prevede, tra l’altro, assunzioni a chiamate e senza contratto collettivo. Ieri sul punto si era consumata la rottura tra Ita (che partirà co headtopics.com

n 2.800 dipendenti) e i sindacati. Sempre ieri ilgovernonon ha fornito risposte alle organizzazioni dei lavoratori in merito alla richiestadi estendere il periodo di cassa integrazioneper i dipendenti Alitalia che non verranno ricollocati nella nuova compagnia.

E la politica batte un colpo: i capigruppo in commissione Lavoro Senato diMovimento 5 Stelle,Partito Democraticoe Liberi e Uguali parlando di “quadro sia piuttosto preoccupante” e chiedono “alcuni passaggi non più rinviabili”. Fin quando “non verranno fornite ampie garanzie da parte dell’azienda sul rispetto dell’art. 203 del Decreto Rilancio, che impone l’

adozione di trattamenti economici complessivi non inferiori a quelli minimistabiliti dal Contratto collettivo nazionale del settore stipulato dalle organizzazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale, si chiede formalmente la

sospensionedi tutte le procedure di assunzione da parte di Ita e un’informativa urgente resa al Parlamento da parte dei ministri interessati. Si ritiene, infine, indispensabile l’istituzione di un tavolo tra governo e parti sociali, che possa accompagnare l’avvio dell’attività di Ita in totale trasparenza e nel rispetto dei diritti dei lavoratori”. Qualche parola di chiarimento dovrebbe arrivare il prossimo headtopics.com

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 21 Ottobre: Open pagava a Renzi viaggi, hotel e fotografo - Il Fatto Quotidiano Trump annuncia il lancio di una sua piattaforma di social network: «Truth» Covid, giudice dà torto a mamma no vax di Parma: figli ora vaccinati

5 ottobre, data in cui è in programma un0 informativa al Senato del ministro dell’Economia e delle Finanze,Daniele Franco.Leggi AncheTra le poche certezze la data del passaggio di consegne. Su questo Altavilla non ha dubbi, “Ita deve partire il 15 ottobre per il semplice motivo che

Alitalia dal 15 ottobre non vola più, quindi non ci sono dubbi, alternative, scusanti. Bisogna far di tutto per partire il 15 ottobre”, dice, confermando che da oggi sono partite le assunzioni, fatte “in base aicurriculum, al merito e alle esperienze

“. Altavilla ha aggiunto che “le retribuzioni dei dipendenti Ita sonoperfettamente allineate, in alcuni casi anche superiori, a quelli della media degli altri full service carrier”. I sindacati sostengono però il contrario. Le buste paga sarebbero fino al 40% al di sotto del contratto di settore di Alitalia. Sul rapporto con i sindacati, Altavilla lascia aperta la porta per un

nuovo confronto. “Malgrado l’applicazione del regolamento aziendale, ci siamo impegnati per iscritto a continuare a tenere informati i sindacati e le associazioni professionali dell’andamento delle operazioni e della società perché crediamo fermamente che nel prosieguo dell’attività di Ita ci dovrà essere una occasione per rimettersi al tavolo e cercare di superare le decisioni prese ieri”, spiega il presidente di Ita. La headtopics.com

Filt Ciglgli risponde che i sindacati “non vogliono essere informati, ma vogliono condividere un percorso, cosa un po’ diversa”.Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!Sostenereilfattoquotidiano.it Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Cinema, Daniel Craig riceve la stella sulla Hollywood Walk Of Fame - Spettacolo

E' la 2704/a celebrita' a essere onorata sulla via delle star (ANSA)

Stanno litigando come i capponi di Don Abbondio solo che ora chi ci lascia le penne solo i lavoratori e i contribuenti e non gli incapaci dirigenti di ieri e di oggi. I dipendenti come fa lo Stato dovrebbero pignorare gli aerei per farsi pagare. Chiudete tutto tutti a casa basta buttare via soldi una catastrofe di miliardi gettati in cielo e non si finisce con i sindacati che vogliono mettere mano come con Alitalia poi fallita anche con loro merito non lasciandola ad air france

Sembra una barzelletta. Due italiani che si portano alla rovina tra loro. il marchio vale nulla ,ma forse si vuole regalare ulteriori 290000000 di euro? sono morti marchi come Swissair, Pan American, TWA... e qualcuno vorrebbe pagare Alitalia? E chi attende i rimborsi dei voucher covid resta ore interminabili al telefono, senza che risponda mai nessuno. Alitalia 800650055

La pena...

Ita, rottura con i sindacati sul contratto per i lavoratori della nuova AlitaliaL'azienda pronta a procedere con le chiamate in forza di un regolamento interno fuori al contratto collettivo, i sindacati chiamano mobilitazione e scioper… È de jure! Draghi farà il contratto e basta son tre normative imbastite bambole di pezza ormai son tutti crumiri

Ita-Alitalia, rottura tra azienda e sindacati: venerdì sarà scioperoLeggi su Sky TG24 l'articolo Ita-Alitalia, rottura tra azienda e sindacati: confermato sciopero di venerdì 24 settembre Tutti a casa ancora con questo carrozzone……60 anni e più di privilegi senza senso, lasciamo perdere che è meglio.

Ita, rottura con i sindacati sul contratto per i lavoratori della nuova AlitaliaL'azienda pronta a procedere con le chiamate in forza di un regolamento interno fuori al contratto collettivo, i sindacati chiamano mobilitazione e scioper… È de jure! Draghi farà il contratto e basta son tre normative imbastite bambole di pezza ormai son tutti crumiri

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 20 Settembre: Il ministro leghista Giorgetti lo sbugiarda ancora una volta sul Green pass: “Aumenta la libertà” - Il Fatto QuotidianoIl ministro leghista Giorgetti lo sbugiarda ancora una volta sul Green pass: “Aumenta la libertà”. Dopo il caso Bernardo, a Napoli rompe con Maresca. A Pontida raduno dei “bossiani” Il ' mò Strong ' di Firenze. Aria di golpe?😋 Ma che c...o dici!!!!!

Il governo mette la fiducia sul Pass: ora tanti leghisti si danno assenti - Il Fatto QuotidianoL’obiettivo di Mario Draghi è tenere la barra dritta sul Green pass evitando sbandamenti in maggioranza. E quindi, dopo l’estensione a tutti i lavoratori di giovedì e le tensioni di inizio settembre, ieri il governo ha posto la fiducia alla Camera anche sul decreto Green Pass II, quello che introduce il certificato verde per scuola … salvini_giacomo La fiducia...mah... salvini_giacomo Non smetterò mai di ricordarvi le parole di Harari. salvini_giacomo Quest'anno tra gli analfabeti va di moda il verde, ma dicono anche tra i vigliacchi !!

Separazioni, per i video «ludici» della figlia su Tik Tok serve il «sì» di entrambi i genitoriIl padre non era d'accordo: anche sul social «ludico» serve il sì dei due genitori