Addio dopo 70 anni a Publiphono, la «voce» delle spiagge che ritrovò 130.000 bambini smarriti

Addio dopo 70 anni a Publiphono, la «voce» delle spiagge che ritrovò 130.000 bambini smarriti

09/06/2020 19.04.00

Addio dopo 70 anni a Publiphono, la «voce» delle spiagge che ritrovò 130.000 bambini smarriti

Il servizio,, dopo 70 anni di attività si arrende alla mancanza di introiti pubblicitari: era la «voce» delle estati in riviera. Tra i suoi ideatori anche Sergio Zavoli.

EmailEra la voce dell’estate riminese. Attraverso i suoi altoparlanti che negli anni scorsi in queste settimane facevano la loro comparsa di fianco alle cabine dei bagnini in ogni stabilimento della capitale della Riviera sono passate canzoni, hit, classici intramontabili delle estati all’italiana lungo una linea del tempo che corre lungo più di 70 anni. Ma non solo. Perché sulle grandi spiagge di Rimini, quando un bambino si perde può camminare e arrivare anche parecchio lontano, senza che i genitori o i nonni se ne possano accorgere. E loro, smarriti, persi nella frenesia delle spiagge di una delle capitali dell’estate italiana e non solo fino all’anno scorso si affidavano alla voce della radio per antonomasia della loro spiaggia. Parliamo della Publiphono, che definire radio, in realtà, è riduttivo. «È stato smarrito un bimbo, che indossa un costumino di colore rosso…», cadenzava la voce ferma ma rassicurante. Per 130.000 volte quegli altoparlanti hanno diffuso annunci come questo, tanti quanti i bambini salvati dagli «angeli della spiaggia» dal 1947 fino al settembre dello scorso anno. Ebbene quest’anno quegli altoparlanti non sono stati montati lungo i pali che circondano le cabine dei bagnini. Perché nei prossimi mesi per la prima volta i microfoni resteranno spenti. La mancanza degli introiti pubblicitari durante le drammatiche settimane del lockdown ha costretto Ugo De Donato, presidente della Publiphono a prendere l’amara decisione.

Ddl Zan, Draghi : 'Il nostro è uno Stato laico, il parlamento è libero' Media: Spagna, trovato morto creatore dell'antivirus McAfee Billionaire, le carte dell'inchiesta sul focolaio Covid: mascherine vietate, sintomi e contagi ignorati. Mentre Briatore (non indagato) attaccava i virologi e il sindaco 'grillino' - Il Fatto Quotidiano

C’era anche Sergio ZavoliLa Publiphono era stata concepita come idea alla fine del 1944. Pionieri furono il sergente Renato De Donato, che era appena sbarcato con gli americani in Normandia, Glauco Cosmi e Sergio Zavoli allora giovane giornalista. Il presidente attuale, Ugo De Donato, classe 1946, è figlio di Renato. Con lui la “voce dell’estate” è stata protagonista della vita da spiaggia di milioni di bagnanti grazie ai 150 megafoni installati lungo 15 chilometri di spiagge. E pensare che nel 1947, quando partì il servizio, erano 10.

Gilberto, la voce storicaRacconta Gilberto Gattei, storico dj romagnolo, una delle voci più conosciute ai bagnanti, che dal 2017 ha diretto i programmi in onda per 45 minuti al mattino e nel pomeriggio che «la Pubbliphono sin da quando negli anni ’70 ho iniziato a lavorarci, era un po’ come una radio libera per il sottoscritto. Quando ero piccolo ricordo che la ascoltavo quando scendevo in spiaggia poi mi ci sono trovato a lavorare». Il servizio «smarrimenti» partiva alle 8 del mattino per concludersi alle 19. «In certe giornate di agosto abbiamo annunciato lo smarrimento di 125 bagnini. Non è mai successo che un piccolo bagnante non fosse stato ritrovato dopo i nostri annunci. Il servizio di solito terminava alle 19, ma ricordo giornate in cui le operatrici continuavano a segnalare gli smarrimenti fino alle 20». Gilberto Gattei, vede il bicchiere mezzo pieno. «Quest’anno non ci sarà il servizio smarrimento ma sono sicuro che i bagnini garantiranno la sicurezza di bambini e famiglie, sono bene attrezzati. Quanto alla Publiphono, io credo che sia una pausa. La prossima estate sono certo che torneremo in pista». Per la cronaca la Publiphono mandava in onda anche numerosi spot pubblicitari. E alcuni erano davvero utili per i vacanzieri in cerca di un ristorante in cui cenare di sera, uno spettacolo cui assistere nelle notti di mezza estate, una discoteca per ballare fino a notte fonda. E non mancavano nemmeno le ultime ore, la cronaca della giornata sintetica ma a misura di bagnante. headtopics.com

«Tutti gli smarrimenti a lieto fine»Una delle voci storiche che annunciavano il ritrovamento dei bambini smarriti era quella di Liliana. «Mi rendo conto solo oggi – racconta quasi commossa – di quanto fosse emozionante ritrovare un bambino, ricongiungerlo con i suoi genitori. Tutti gli smarrimenti hanno avuto per fortuna un lieto fine». Tanto che molti ricordano Liliana come «la mamma della Riviera Romagnola», lei che alla Publiphono ha passato le ultime dieci estati.

9 giugno 2020 (modifica il 9 giugno 2020 | 17:37) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

E il distanziamento incoscienti vi rinchiudiamo di nuovo

Sonia Braga: compie 70 anni l'attrice brasiliana passata da Dancin' Days a HollywoodSonia Braga. L'attrice brasiliana più celebre compie 70 anni. Regina delle telenovela, fidanzata di Robert Redford e per sempre Maria di Sex and the city.

Maturità 2020, gli auguri di Beyoncé ai ragazzi: «Grazie per aver fatto sentire la vostra voce»Molte star e personaggi noti hanno dedicato ai ragazzi che hanno sostenuto l'esame di maturità 2020 dei messaggi positivi, di incoraggiamento e perseveranza

Hong Kong, ecco il piano di Pechino dietro la stretta che infiamma l'ex colonia: creare una megalopoli hi-tech da 70 milioni di persone in grado di competere con la Silicon Valley e la regione di New York - Il Fatto Quotidiano“Un luogo in prestito, per un tempo in prestito” è un’affascinante espressione per riferirsi a Hong Kong, coniata dallo scrittore britannico Richard Hughes negli anni ’70. Una terra di mezzo che negli ultimi giorni ha visto una rapida escalation delle tensioni ormai decennali nell’enclave occidentale in Cina. Tra la nuova legge sulla sicurezza che limita …

Emma guarisce dal tumore e lo annuncia via socialLa cantante su Instagram: «Per la prima volta dopo tanti anni mi sono sentita dire che va tutto bene veramente». IO ero collega di 2 ragazze, una aveva 37 anni ed era nel mio gruppo. roberta vinci il nome. mori' a 37 anni di cancro al cervello fulminante, non se l aspettava nesuno. ma lei era testimone di tante truffe nei call center, e sulla sua villa sventola ancora la bandiera italiana! Grande Donna, sono stra felice per lei ❤️ PatriziaOrlan11 Spero solo che non saltino fuori le solite frasi sul “coraggio” e “l’importante è crederci e non arrendersi mai “, che fanno passare da idioti quelli che sono stati soltanto più sfortunati.

Quell'amicizia tra Mick Jagger e la principessa MargaretLa loro relazione è proseguita negli anni e la contessa di Snowdon si è lasciata catturare dallo spirito degli anni 70 con il leader dei Rolling Stones

Coronavirus, la ministra Azzolina: “Niente divisori in plexiglass nelle aule”Il ministro dell’Istruzione: «Sono due anni che parlo del problema delle classi pollaio». Intanto oggi flash mob dei sindacati La classe pollaio si risolve autorizzando classi in più. Ossia più personale docente. Lo sa ministro? Che indicazioni date agli uffici scolastici regionali? danieledvpd E menomale. Era una cosa da pazzi Non hanno senso meglio i visori