Albertoalesina, Economista

Albertoalesina, Economista

Addio ad Alberto Alesina, economista innovatore e uomo dal cuore immenso

Addio ad #AlbertoAlesina, #economista innovatore e uomo dal cuore immenso

24/05/2020 15.16.00

Addio ad AlbertoAlesina, economista innovatore e uomo dal cuore immenso

Una delle menti più versatili e creative che l’accademia ha avuto nel campo dell’economia Ma anche una persona che tutti ricordano per il suo cuore

Tra i massimi esponenti dell’economia della culturaL’attenzione agli aspetti sociali e culturali ha fatto di Alberto anche uno dei massimi esponenti dell’economia della cultura, uno degli ambiti disciplinari più nuovi e stimolanti che studia il ruolo di tratti culturali nel determinare le scelte economiche degli individui. È molto noto ad esempio un suo lavoro che mostra come un più intenso utilizzo dell’aratro nelle società pre-industriali – strumento che richiede forza muscolare - abbia contribuito a far emergere culture che poco valorizzano il contributo della donna alla produzione, e ancora oggi si associ a una minore partecipazione femminile alla forza lavoro.

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Covid: nuovo picco contagi Delta in Gb, oltre 16.000 - Europa Ddl Zan, Draghi : 'Il nostro è uno Stato laico, il parlamento è libero'

Fare la differenza con l’umanitàMa Alberto ha fatto la differenza nel mondo non solo con la sua ricerca: l’ha fatta con e per la sua umanità. Il numero di studenti che ha seguito come relatore di tesi, o che hanno lavorato con lui come assistenti di ricerca, e che poi hanno continuato con carriere brillanti è incalcolabile. Tutti questi ricercatori, se interpellati sul ruolo di Alberto nella loro crescita professionale o nelle collaborazioni di ricerca, diranno le stesse due cose.

Primo, diranno che la capacità di Alberto di spaziare da un argomento all’altro e il suo intuito per le “big questions” erano impareggiabili. Alberto aveva un’indomabile passione per la ricerca, una curiosità e una brillantezza tipiche di una mente sempre in crescita, ma allo stesso tempo era un collaboratore umile, interessato ad ascoltare e ad imparare. Dopo tante analisi, diatribe, discussioni per ponderare tutte le varie opzioni, Alberto sapeva quale fosse “il taglio giusto”. E il suo intuito non falliva mai. headtopics.com

Un motivatore cui non sfuggiviSecondo, chiunque abbia avuto la fortuna di avere Alberto come mentore dirà che Alberto ti faceva capire in tanti modi quanto tenesse a te. Se aveva il sospetto che fossi demotivato, bloccato o se comunque non ti facevi vivo da un po’, veniva a stanarti per darti un’iniezione di energia. Da un colloquio con Alberto uscivi con la sensazione che le tue idee valessero davvero e che lavorando sodo avresti potuto fare la differenza. Questo suo ruolo era diventato talmente ovvio ad Harvard che un anno gli studenti organizzarono una scenetta natalizia in cui si parlava del numero verde 1-800-ALESINA per chi aveva bisogno di sostegno morale durante il dottorato!

Ma Alberto sapeva anche essere severo e alzare la voce (metaforicamente): entrambe abbiamo ricevuto più di una volta delle “lavate di testa” perché procrastinavamo la consegna di un articolo scientifico alla ricerca dell’ennesimo dettaglio aggiuntivo. Senza Alberto probabilmente molti lavori non li avremmo mai chiusi.

La moglie Susan, la passione per la montagna e i “figli” intellettualiAlberto lascia una moglie che amava moltissimo, Susan, e che ha condiviso con lui la passione per il lavoro e per la montagna, fino all’ultimo giorno. Lascia anche un numero grandissimo di “figli” intellettuali che non riescono ancora a credere a quello che è successo, ma che sanno di volere tenere viva la memoria di Alberto e la lezione più importante che ci ha insegnato: un bravo economista è quello che fa le domande giuste – e che risponde con la mente e col cuore.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

🌹

Cinque Stelle, addio agli scontrini: per chi vuole restituzioni forfettarieA giugno previsto un nuovo ultimatum per i ritardatari dei rimborsi, in 20 a rischio Un forfait di vaffa... Mannaggia , avevo conservato 1 tonnellata di scontrini . Vero è che a tutti può capitare di annunciare una cosa e poi cambiare idea Come cambiano i tempi. Onestà.... Vaffa... Le poltrone devono essere proprio comode.

Addio Stefano Carrer: la passione per il Giappone e quel volo con l’ImperatoreLa redazione del Sole 24 Ore piange la scomparsa di Stefano Carrer, un collega che ha dedicato tutta la sua carriera al nostro giornale. Un giornalista rigoroso, con la passione per l’Oriente Almeno scrivere il nome corretto sarebbe d’uopo. Condoglianze

Addio Stefano, il ricordo dei tuoi colleghiGrande professionista e punto di riferimento della redazione Esteri per l’estremo oriente, Carrer era molto benvoluto al Sole 24 Ore. Di seguito riportiamo il ricordo dei suoi colleghi

Promozioni, penalty e sfide: addio a un signore del calcio - Il Fatto QuotidianoÈ stato il Clark Kent del calcio italiano. Educato, mansueto, riflessivo, il mondo in cui si è ritrovato a vivere, quello cinico e senza regole del pallone in cui per una vita è stato sballottato come in una gigantesca centrifuga, lo ha costretto a continue e a volte impossibili sfide: che lui ha accettato e … Bellissimo: notizia senza nome del deceduto Ingiusto anche l'esonero subito da GigiSimoni nella stagione successiva allo scudetto rubato dalla Juventus Declino. Leggo un articolo per informarmi no per leggere l'astio di qualcuno per motivi personali. Comunque se lo sentite porgetegli i saluti di PaoloMontero

Berlino, addio all’aeroporto Tegel che salvò la città quando Stalin decise il bloccoNato nel 1948 Tegel ha visto crollare il proprio traffico del 95% a causa della pandemia. Dal 15 giugno sarà chiuso per due mesi ma c’è il sospetto che sarà per sempre. L'unica volta che l'ho usato ho aspettato due ore per i bagagli e non hanno neanche spiegato perché. Diciamo che non ne sentirò la mancanza 😅 GPursals Error dels grossos!!! L'aeroport del pont aeri quan el blocatge fou Tempelhof, que mai han enderrocat i ara és com un parc públic. Tegel era l'aeroport del Berlin occidental. Mi sa tanto che vi sbagliate: l‘aeroporto simbolo della 'Blockade' era Tempelhof, non Tegel. A Tempelhof atterravano i 'Rosinenbomber', e lo ricorda il monumento 'Hungerharke'

Addio a Gigi Simoni, gentiluomo del calcio italiano - VanityFair.itIl nostro calcio piange un tecnico stimatissimo e una persona perbene. Aveva 81 anni, era malato da tempo. Ha passato 62 anni in campo, prima da giocatore, poi da allenatore (17 squadre allenate), infine da dirigente. Con l'Inter di Ronaldo il Fenomeno la sua avventura più bella