A scuola classi divise, doppi turni, sabato in aula e (alle superiori) lezioni online: le istruzioni per settembre

A scuola classi divise, doppi turni, sabato in aula e (alle superiori) lezioni online: le istruzioni per settembre

23/06/2020 22.18.00

A scuola classi divise, doppi turni, sabato in aula e (alle superiori) lezioni online: le istruzioni per settembre

Nella bozza di linee guida della ministra Azzolina attese giovedì 25 in Conferenza unificata anche la ricognizione degli spazi alternativi per le lezioni e i tavoli regionali per gli interventi più urgenti

3' di letturaClassi divise in piccoli gruppi, sabato a scuola, apertura pomeridiana e (solo alle superiori) mix di didattica a distanza e in presenza: sono le principali indicazioni che la ministra Lucia Azzolina si prepara a inviare alle scuole in vista della riapertura di settembre. A confermarlo è la bozza di linee guida che sono attese, giovedì 25 giugno, sul tavolo della Conferenza unificata. Per essere condivise con Regioni ed enti locali che, insieme a presidi e uffici scolastici territoriali, saranno i veri protagonisti nell’organizzazione del nuovo anno scolastico. Dove? Nei tavoli territoriali già istituiti o in via di istituzione che devono reperire nuovi (e maggiori) spazi per garantire, almeno sulla carta, a tutti gli alunni il ritorno in classe dopo l’estate.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno

LE ALTERNATIVE ALL’AULAAnagrafe dell'edilizia scolastica. Anno scolastico 2029/2020. (Fonte: Portale unico dati scuola del ministero dell'Istruzione)A livello generale le linee guida ministeriale delineano due scenari. Nel migliore, che presuppone un livello di contagio da Covid-19 ancora sotto controllo, si punta su distanza di sicurezza e mascherine semi-obbligatorie. Mentre in casso di un nuovo lockdown - veniamo così a quello peggiore - si è pronti a far partire una didattica a distanza 2.0, con indicazioni centralizzate per evitare lo spontaneismo dei mesi scorsi. Lasciando questa seconda ipotesi sullo sfondo concentriamoci sulla prima.

Leggi ancheScuola, cronache di un quadrimestre perduto. Ma non del tuttoLinee guida all’ultimo miglioLe linee guida contenute nella bozza sono snelle; la base di partenza sono le istruzioni già fornite dal Comitato tecnico-scientifico (Cts) del ministero della Salute a fine maggio. Immaginando un quadro epidemiologico ancora sotto controllo quel documento sottolinea l’importanza delle norme di igiene personale, la necessità di misurare la febbre prima di arrivare a scuola (con l’obbligo di restare a casa con temperatura superiore ai 37,5) e l’obbligo del distanziamento: un metro di distanza in classe e due in palestra. Sarà il Cts a fornire eventuali aggiornamenti in base al livello raggiunto dal contagio da qui a settembre. Anche sull’uso delle mascherine. Annunciate in un primo momento come obbligatorie dai 6 anni in più potrebbero restare tali solo negli spazi comuni mentre in classe, se si rispetterà il distanziamento, potrebbero essere tolte. Sulla falsariga di quanto deciso dalla Spagna nei giorni scorsi. headtopics.com

Leggi ancheGiovani matematici senza frontiere: come lavorare e studiare a Apple o YaleFlessibilità delle scelteUna delle parole chiavi scelte dal documento messo a punto dai tecnici di viale Trastevere è il rispetto dell’autonomia scolastica. Insieme alla flessibilità dei modelli organizzativi. Per questo la bozza elenca una serie di possibili scenari tra cui tocca ai presidi scegliere: classi divise in gruppi più piccoli, lezioni al sabato, rtientri pomeridiani, interclasse per affinità di materia e (solo alle superiori), mix di lezioni in presenza e didattica a distanza.

Il modello maturitàIl compito di “mettere a terra” le indicazioni ministeriali spetta ai tavoli regionali formati da uffici scolastici, enti locali e sindacati. Nella speranza di replicare il modello-maturità che a quanto pare sta funzionando grazie anche al coinvolgimento di Croce rossa e Cts a cui dirigenti scolastici hanno sottoposto via via i loro dubbi. E a tenere le fila ci sarà anche un tavolo nazionale di monitoraggio. Con due parole d’ordine già scritte: non lasciare indietro gli studenti con disabilità e agire con rapidità. In attesa di decidere - sempre con le regioni e sempre tra mercoledì e giovedì - se le lezioni partiranno il 14 settembre come proposto dalla ministra Azzolina un appuntamento da segnare in rosso sul calendario già c’è: il 1° settembre quando le scuole potranno avviare le attività di recupero per gli alunni promossi (causa pandemia) con una o più insufficienze.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

In sette anni ho cambiato 5 incarichi con altrettanti uffici non pubblici in promiscuità e mi hanno cacciato da ogni posto dove mi trovavo a mio agio ancorché con obbligo di firma. A scuola usano i registri e gli alunni sono troppo sindacalizzati o indottrinati da bipedi volatili Devono pure vendere un vaccino in autunno. Già ci siamo mezzi dimenticati di questa truffa organizzata, e visto che non possono ancora bloccare l’economia, lavorano sulla scuola. Sono dei mentecatti, ma la furbizia non gli manca.

Una follia Noi potremo solo sopportare il distanziamento quindi sono d'accordo sul dividere le classi e doppi turni....che trovino il personale necessario o faremo homeschooling...l'abbiamo fatto in questi mesi e anche bene. Altrimenti come campiamo senza assistenzialismo? Sembra il film Parasite! Più leggo articoli su chi ci sta governando e più credo che ci stanno portando al disastro totale... non sono all altezza

Sono contenta che si continui sempre a parlare dei bambini sopra i 6 anni..ma vorrei sapere anche quali sono le prospettive per nidi e materne dove il distanziamento (in classe, durante i pasti,...) é pura fantascienza. Ma quali classi esattamente sono sovraffollate, se la media italiana è di circa 19 alunno per classe?

Sono completamente pazzi In bocca al lupo!!! Sempre che i sindacati lo permettano!

C'è stato un terremoto nella zona di Cosenza, staseraTerremoto di magnitudo 3,5 al largo della costa calabrese MassimodiCugno Di sicuro è il Marsili

Completamento della distruzione della scuola, complimenti! Non è normale, pazzi. andatevenetuttiaffanculo Ma perche se non c'è nessun virus? Negli altri paesi si è tornati a scuola, qui che problemi abbiamo? A scuola e basta. Lezioni vere in aula basta con le paure. Ragionare in modo serio e ragionevole.

Lezioni online che ci azzeccano?VERGOGNA Se non ci fossero di mezzo i bambini e adolescenti, la situazione sarebbe semplicemente ridicola. Entro un mese faremo qualsiasi attività. Di fatto lo stiamo già facendo. Ma a scuola a settembre distanziamenti, turni.... Incompetenza totale da AzzolinaLucia a GiuseppeConteIT

🤬 Tra poco cambieranno, mai dare le notizie prima di tre giorni, il tempo di essere ridimensionate, modificate e poi smentite per questo si chiedono le dimissioni del Ministro dell'Istruzione perchè personaggio inadeguato.

5 motivi per cui puoi sentire cattivo odore quando respiri nella mascherinaSì è un problema sgradevole ma, fortunatamente, si può rimediare.

Charlotte di Cambridge, se nella nuova foto somiglia (moltissimo) a nonna Diana Spencer - VanityFair.itLa figlia di Kate Middleton e William sa sempre come rubare l'attenzione. Anche in questo nuovo scatto ufficiale, dov'è immediato il «paragone» con Lady Diana alla sua età. Stesso sguardo, stessa espressione

Credito, tedesca Wirecard nella bufera: nei bilanci mancano all'appello 1.9 miliardi di euroMoody's ha declassato il titolo a spazzatura e ora la società è in cerca di una nuova strategia di finanziamento Irregolarità contabili? Vendite gonfiate fraudolentemente? In un'azienda tedesca? Ohibò.

Coronavirus nel mondo: Nyc entra oggi nella fase dueNella Grande Mela riaprono ristoranti all'aperto e alcune attività produttive. Brasile: oltre 50 mila decessi e un milione di contagi

Inter-Samp 2-1: decidono Lukaku e Lautaro, ma i nerazzurri soffrono troppo nella ripresaLa squadra di Conte fa vedere diversi sprazzi di bel gioco. Poi il bomber belga si divora il gol del 3-0, Thorsby accorcia e il finale s’infuoca Soffrono? La Sampdoria ha dato mezzo tiro 🤣🤣🤣 lasciate perdere col giornalismo per favore! Quasi crisi Inter❤️