5G, l'alleanza con gli Usa e la partita della rete unica: cosa c'è dietro la decisione di Tim di escludere Huawei dalla lista dei fornitori - Il Fatto Quotidiano

5G, l’alleanza con gli Usa e la partita della rete unica: cosa c’è dietro la decisione di Tim di escludere Huawei dalla lista dei fornitori

10/07/2020 16.28.00

5G, l’alleanza con gli Usa e la partita della rete unica: cosa c’è dietro la decisione di Tim di escludere Huawei dalla lista dei fornitori

Tim muove le sue pedine nel tentativo di sbloccare la partita per la rete unica a banda ultralarga. E intanto rafforza l’asse di alleanze statunitense: dopo aver siglato un’intesa con Google per il cloud, la compagnia telefonica ha escluso il colosso cinese Huawei dalla lista dei fornitori ammessi alla gara per le apparecchiature 5G. “Non …

Microsoft. La scelta è peraltro in linea con quanto sta accadendo in altri Paesi europei. InGran Bretagna, ad esempio, il premier Boris Johnson si è detto pronto a bandire Huawei dalla rete 5G inglese. InFrancia, invece, pur non vietando espressamente l’uso di apparati di telecomunicazione cinesi, il responsabile dell’agenzia di cybersecurity francese Anssi,

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Università: Bocconi sesta al mondo tra i migliori corsi di finanza

Guillaume Poupard, ha inviato gli operatori a prediligere fornitori europei e statunitensi.In questo delicato contesto internazionale, Tim gioca le sue carte con l’obiettivo di chiudere a proprio vantaggio la partita dellarete unica. Con l’aiutino statunitense. L’amministratore delegato

Luigi Gubitosiha messo in piedi una complessa operazione finanziaria con il fondo americanoKkrper far emergere il valore della rete in rame. La questione è particolarmente rilevante perché si tratta di quella parte di network che raggiunge direttamente le case degli italiani e che sostituita con la fibra ottica consentirebbe il veloce sviluppo della fibra in tutto il Paese. Per di più a costi contenuti e senza le autorizzazioni che, invece, è costretta a richiedere la rivale headtopics.com

Open Fiberper gli scavi di posa della fibra.L’idea è che la rete secondaria di Tim possa diventare oggetto di investimento da parte dell’alleatoFastwebe magari anche diCassa Depositi e Prestitiche è socia sia di Tim che di Open Fiber. Questa soluzione potrebbe essere un primo step per fondere poi la rete di Tim con quella di Open Fiber, di cui è azionista anche

Enel. Il punto è che non c’è ancora un accordo fra i diversi soggetti in campo sulle valutazioni del network di Tim e di quello di Open Fiber. Un passo in avanti è stato fatto con una recente offertaall’Enelda parte del fondo australiano

Macquarieche ha valutato oltre 7,5 miliardi l’intera Open Fiber. Ciò non significa però che l’Enel sia disposta a cedere la sua quota cui è interessato anche fondo britannico Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

C'è la paura delle ritorsioni americane

«Scelta industriale»: perché Tim ha escluso Huawei dalle gare per il 5G in Italia e BrasileLa scelta - confermata da ambienti vicini alla compagnia telefonica - è una strettamente industriale e non politica

​Tim esclude Huawei da gara per il 5g in Italia e BrasileHuawei non è stata invitata alla gara per la fornitura di apparecchiature 5g per la rete che Telecon Italia si appresta a costruire in Italia e in Brasile. Le imprese invitate formalmente da Tim all'iter di selezione sono Ericsson, Nokia, Cisco, Mavenir e Affirmed Networks, società recentemente acquistata da Microsoft. I vertici di Huawei in Italia e Brasile - secondo l'agenzia Reuters - hanno rifiutato di commentare la notizia. La mossa di Tim arriva dopo che nei giorni scorsi era circolata la voce che l'Italia stava considerando se escludere il colosso cinese Huawei dalla realizzazione delle reti di nuova generazione. Questo a seguito delle preoccupazioni che il 5g possa aprire alla cina la strada per spiare le principali reti di telecomunicazione del mondo occidentale, con gravi conseguenze per la sicurezza. Una preoccupazione tra l'altro più volte espressa dagli Usa, che nei mesi scorsi hanno continuato a fare pressioni in questo senso sugli alleati europei

Tim esclude Huawei dalla gara per il 5GLa decisione riguarda anche il Brasile. L’esclusione non sarebbe dovuta a ragioni politiche. Sono cinque i colossi ammessi alla gara Ma non la fate sta gara. Il 5G è inutile Bene la Tim ha deciso di non lavorare con i cinesi per rete 5G. Ci penseranno VodafoneIT e WindTreOfficial ad accaparrarsi le quote di mercato

Tim esclude i cinesi di Huawei dalla gara per la rete 5GLa decisione riguarda anche il Brasile. L’esclusione non sarebbe dovuta a ragioni politiche. Sono cinque i colossi ammessi alla gara un po’ ci speravo Tim grandiosa , ha fatto bene . VIRUS CINESE. Pericolo giallo !!!

5G: la sfida Huawei-Usa si gioca sull'asse Roma-BruxellesFonti della Farnesina confermano l'incontro tra Luigi Di Maio e l'ambasciatore americano Eisemberg per parlare della rete mobile di quinta generazione Sarebbe gradito che gli americani si concentrassrro sui loro problemi. Sarebbe ancora più gradito che i nostri governanti non si facessero dettare la politica dagli americani. Huawei 5g DiMaio conte.

moto g 5g plus, il nuovo arrivato ultra veloce di Motorola - VanityFair.itConnettività 5G, fotocamera frontale doppia per scattare selfie perfetti e una risoluzione full HD+ per un’esperienza visiva ancora più coinvolgente