Coronavirus, Pride

50 anni di Pride - Il coronavirus blocca le marce e il Pride diventa Global

Il 28 giugno ricorrono i 50 anni dal primo Pride che si tenne a New York nel 1970 per celebrare i Moti di Stonewall dell’anno precedente

27/06/2020 16.18.00
Coronavirus, Pride, Video, Rai, Tv, Raitv, Rai News, Mondo

Le restrizioni per l'emergenza coronavirus hanno reso impossibile lo svolgimento in Italia delle parate ma il Pride ci sarà comunque il 28 giugno in diversi luoghi, fisici e virtuali, con modalità tutte rispettose delle norme sanitarie

Il 28 giugno ricorrono i 50 anni dal primo Pride che si tenne a New York nel 1970 per celebrare i Moti di Stonewall dell’anno precedente

27 giugno 2020Il 28 giugno ricorrono i 50 anni dal primo Pride (allora chiamato Gay Pride), che si tenne a New York nel 1970 per celebrare i Moti di Stonewall dell’anno precedente. Le restrizioni conseguenti all'emergenza sanitaria hanno reso impossibile lo svolgimento in Italia delle parate, ma in questo weekend in diversi luoghi, fisici e virtuali, e con diverse modalità, tutte rispettose delle norme, verrà celebrato comunque il 28 giugno.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure

La novità è il Global Pride, la maratona di 26 ore online che coinvolgerà sabato (dalle 7,30 ora italiana), i Pride di tutto il globo: quelli che sono stati costretti ad annullare la parata, a partire dalla Nuova Zelanda, dall'Australia e dal Giappone, fino a raggiungere gli Stati Uniti.

I contributi italiani andranno online verso le 18. In particolare, dal nostro Paese interverrà il Torino Pride con il cantante Osvaldo Supino e il direttore dell'Unar Triantafillos Loukarellis, il Molise Pride con Vladimir Luxuria, il Lazio Pride con Tiziano Ferro e e la rete Ondapride con i cori Lgbti di tutta Italia, in un'inedita versione di 'Bella Ciao'. La maratona sarà trasmessa sull’account Youtube di iHeartRadio o sulla headtopics.com

pagina FaceBook ufficiale del Global Pride. In programma anche iniziative offline a Napoli, Pescara, Vicenza, Reggio Calabria, Pavia, Novara, Faenza, mentre domenica sarà la volta di Bologna e Palermo. Infine, prosegue sui canali Onda Pride (sito web, canale YouTube e pagina Facebook) la programmazione di eventi online organizzati dai pride italiani in occasione del mese dell’orgoglio Lgbti.

Monumenti illuminati e bandiere arcobalenoTra i tanti monumenti che si sono illuminati con i colori della bandiera arcobaleno, c'èPalazzo Marino,la sede del Comune di Milano, che ha aderisce all'iniziativa in segno di vicinanza e supporto alla comunità Lgbt+ milanese.

Stonewall Inn rischia di chiudereIl bar di Stonewall di New York è un luogo iconico per il movimento gay. Fu proprio lì, il 28 giugno 1969, che un'irruzione della polizia condita da arresti, fece scoppiare una battaglia nelle strade del Village che per sei giorni oppose forze dell'ordine a clienti omosessuali tra cui icone trans come Marsha P. Johnson e Sylvia Rivera. E proprio in memoria di quegli scontri si tenne l'anno successivo il primo Gay Pride.

Da allora la taverna e Christopher Park sono diventati meta di pellegrinaggio di attivisti e curiosi. Andò lì nel giugno 2013, come primo atto dopo la legalizzazione delle nozze gay, Edith Windsor, la donna lesbica la cui azione legale per far riconoscere il matrimonio con un'altra donna, cinque anni fa convinse la Corte Suprema a far cambiare rotta all'America. Quattro anni fa il parco davanti a Stonewall fu designato dall'allora presidente Barack Obama monumento nazionale, ma il bar non e' protetto dalla proclamazione e dopo la lunga quarantena imposta dalle misure di sicurezza per il coronavirus, rischia la chiusura. Grazie alla"fase due" che ha parzialmente riaperto New York, lo Stonewall Inn ha ripreso a servire bevande all'aperto, non abbastanza però per riportare i bilanci in attivo. headtopics.com

Per Germania-Ungheria l'Allianz potrebbe tingersi di arcobaleno Il Fatto di Domani del 21 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano Denise Pipitone, Piera Maggio diffida Quarto Grado: 'Frasi offensive nei miei confronti affermate con veemenza inopportuna, senza contegno' - Il Fatto Quotidiano

Senza contare che quest'anno le celebrazioni del 28 giugno saranno in formato ridotto e ci saranno molti meno clienti. Cosi', il bar ha lanciato una campagna raccogli fondi sulla piattaforma GoFundMe per pagare affitto e assicurazioni. Leggi di più: Rainews »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Cinquant’anni fa il primo Pride: il 2020 senza sfilata per l’epidemiaNata per ricordare i moti di Stonewall e rivendicare la libertà di esistere delle persone lgbt, quest’anno per la prima volta la sfilata dell’orgoglio gay, lesbico, bisessuale e trans, è stata fermata dalla pandemia (ma sarà virtuale) Una carnevalata per esibizionisti

Global Pride 2020: 10 film LGBT da vedere in streamingGlobal Pride 2020. Da I segreti di Broadback Mountain all’ultimo film di Xavier Dolan Matthias & Maxime, da Le fate ignoranti a Moonlight.

Green è trendy: 50 verdissime idee di design - VanityFair.itIl verde rappresenta la speranza, la calma, l'equilibrio, ma anche una ritrovata vitalità e voglia di fare. Ecco perché è il colore che tutti dovremmo avere in casa ora 💚 fededobry green is the answer

Star over 50: Ornella Muti in pantaloncini a 65 anniLa divina Ornella nazionale appare su Instagram con un look che lascia molto poco all'immaginazione. E mostra un fisico in forma smagliante che non ha nulla da invidiare alle colleghe di Hollywood

Paul Thomas Anderson, i 50 anni di un genio precoceLeggi su Sky TG24 l'articolo Paul Thomas Anderson, i 50 anni di un genio precoce

Pride 2020, niente parate ma «orgoglio e battaglie» - VanityFair.itA causa della pandemia, le tradizionali parate Pride di tutto il mondo quest'anno sono sospese. Ma le battaglie per i diritti non si fermano. Tutti gli eventi previsti